Connect with us
Pubblicità

Trento

LILT e ANA insieme per battere il cancro. In 15 giorni vendute 6.000 uova di cioccolato

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Ieri mattina alle ore undici presso la sede dell’ANA di Trento in vicolo Benassuti 3, si è tenuta una conferenza durante la quale il presidente dell’ANA (Associazione Nazionale Alpini) di Trento, Paolo Frizzi, e il presidente LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) del Trentino, Mario Cristofolini, hanno presentato i risultati ottenuti dalla vendita delle uova di cioccolato della LILT per contribuire alla ricerca contro il cancro, e il sostegno fornito dagli alpini in questa importante battaglia.

Le seimila uova di cioccolato disponibili sono andate a ruba e in soli 15 giorni. Doveva insomma essere una conferenza stampa per presentare il progetto ed invece si è trasformata in un vero e proprio bilancio dove la solidarietà della comunità trentina non è certo, come sempre, mancata.

Il vicepresidente Renzo Merler ha affermato: “E’ in un momento importante sia per l’ANA che per LILT ma credo anche per tutta la comunità trentina, vicini a Pasqua, in un contesto delicato di pandemia in cui abbondano le difficoltà nel settore della sanità e come sempre gli alpini hanno dimostrato di essere attenti, generosi e di sostenere il volontariato come un impegno serio. Ringrazio molto il presidente Paolo Frizzi che propone alla società una cifra importante e una comunità alpina coesa, insieme anche alla comunità LILT.”

Pubblicità
Pubblicità

“Abbiamo unito due associazioni encomiabili – procede Paolo Frizzi – quella della LILT e quella degli alpini che sono gli uomini del fare. L’onda emotiva che ci ha fatto pensare a questo progetto è arrivata dal ricordo degli oltre 220 soci che ci hanno lasciati nel corso del 2020 e che non hanno potuto, come di consueto, avere una cerimonia funebre accompagnati dai loro compagni alpini. Così facendo possiamo ricordare il bene che hanno fatto in vita. Ringrazio calorosamente la LILT che ha creduto subito ed ha accettato questa iniziativa, e ringrazio anche la comunità trentina che ha permesso di raggiungere un obiettivo che sembrava irraggiungibile in così pochi giorni.”

Quando parliamo di prevenzione non possiamo non pensare subito al presidente LILT del Trentino Mario Cristofolini, medico a vita e persona capace di sensibilizzare quotidianamente all’importanza del tema tumori.

Mario Cristofolini: “Un grazie va di dovere agli alpini che ci sono sempre nei momenti di bisogno. In questi giorni abbiamo visto gli alpini dirigere quella che è la battaglia più importante: la distribuzione e la somministrazione dei vaccini. Con loro abbiamo organizzato tante cose bellissime: i cento metri di speranza, la marcia annuale sulla vigolana, altri momenti in cui abbiamo avuto bisogno di loro e non li abbiamo mai sentiti dire no. Ci aiutano nella gestione dei centri di accoglienza per i bambini che vengono in Trentino per sottoporsi alla protonterapia, e tante altre cose. Vorrei ricordare poi Gino De Carli, che fu un alpino che faceva anche parte del consiglio d’amministrazione LILT e che sottolineava l’importanza della prevenzione: ora la prevenzione è la cosa più importante.

Pubblicità
Pubblicità

Gli ospedali sono intasati dal Covid ma non bisogna dimenticare che alcune funzioni devono rimanere attive. Funzioni come gli screening e quindi analisi per prevenire l’arrivo dei tumori. Oggi purtroppo c’è stata una limitazione di queste cose anche in trentino e siamo preoccupati per questo. Poi c’è il discorso della prevenzione primaria, ovvero bisogna conoscere le cause dei tumori ed evitarle. Anche da questo punto di vista c’è ancora da allarmarsi: il 25% dei trentini fuma ancora, sapendo che il fumo diminuisce l’aspettativa di vita di 10 anni e quasi tutti i tumori polmonari sono dovuti al fumo. Prevenzione significa mangiare bene; abbiamo fatto una campagna con l’olio extravergine d’oliva, ritenuto un vero e proprio elisir contro i tumori perché pieno di antiossidanti. Abbiamo avuto modo di insegnare alle persone a fare l’orto in casa, vista anche la zona rossa, e metterci le verdure considerate anti-tumore, come, ad esempio, il pomodoro.

Non bisogna assolutamente dimenticare l’importanza di fare attività fisica o di ridurre gli alcolici. Per fare tutto ciò abbiamo bisogno di aiuto, c’è bisogno di risorse finanziarie e quello che ora stanno facendo gli alpini è davvero fondamentale, soprattutto in un periodo come quello odierno dove è ancora più difficile raccogliere fondi. Da parte nostra noi facciamo una promessa: tutto quello che raccogliamo è donato interamente agli ammalati e ai famigliari, i nostri ricavi sono pubblici e siamo più che tranquilli da questo punto di vista. Concludo dicendo che chi fa volontariato vive più a lungo rispetto agli altri e gli alpini, grazie a questo gesto, vivranno più a lungo.”

Paolo Frizzi: “La contiguità di date tra la giornata di ieri (giornata nazionale per ricordare i morti di coronavirus) e la presentazione di oggi è sicuramente simbolica: vogliamo dare importanza al ricordo, come ho già detto in apertura. Sottolineo ancora una volta la reazione tempestiva dei cittadini e ringrazio la struttura della nostra associazione che ci consente oggi questo collegamento anche in via informatica e in generale di fare tutto ciò in maniera così strutturata.

Nel nostro piccolo cerchiamo di dare vita a quelli che sono gli insegnamenti degli alpini. Il cappello spalanca tutte le porte del volontariato: per questo vogliamo serietà e trasparenza dei dati. Noi abbiamo sempre dato una documentazione precisa di tutti i denari che ci sono stati donati. Vorrei ricordare un episodio che credo spieghi molte cose: quando nel 1976 gli americani decisero di intervenire per la ricostruzione del Friuli a seguito del terremoto donando 30 miliardi delle vecchie lire, affidarono questi soldi al presidente nazionale Bertagnolli perché si fidavano di lui. Egli li utilizzò, ma non avendoli finiti riportò quelli che erano avanzati all’ambasciatore americano. Quindi da parte nostra c’è sempre stata grande trasparenza e serietà.”

Ha concluso poi Renzo Merler, affermando che è importante sottolineare i tre elementi principali che accomunano ANA e LILT, ovvero: credibilità, coerenza e continuità.

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento3 ore fa

Scuola, stop all’obbligo di indossare le mascherine per personale e alunni

Val di Non – Sole – Paganella3 ore fa

“Quello che possiamo imparare in Africa”: Cavareno incontra don Dante Carraro

Trento4 ore fa

Sanità trentina: 4,5 milioni di euro per abbassare le liste di attesa

Valsugana e Primiero6 ore fa

Era evaso dai domiciliari, 25 enne del Burkina Faso arrestato a Levico Terme

Val di Non – Sole – Paganella6 ore fa

La Pro Loco di Tassullo si rinnova: Luca Pilati è il nuovo presidente

Arte e Cultura6 ore fa

Il Mart a Palazzo Libera e al Parco Guerrieri Gonzaga di Villa Lagarina

Trento7 ore fa

Coronavirus in Trentino: un decesso e 324 contagi nelle ultime 24 ore

Trento7 ore fa

Ancora un incidente nei boschi dell’Altipiano di Brentonico: ferito un boscaiolo 72 enne

Fiemme, Fassa e Cembra7 ore fa

Maltempo in Alta Val di Fassa, dichiarato lo stato di calamità

Val di Non – Sole – Paganella8 ore fa

Anche il Comune di Spormaggiore è “cardioprotetto”

Val di Non – Sole – Paganella9 ore fa

L’Asuc di Tuenno sistema la strada forestale, il consigliere Santini si complimenta col direttivo

fashion9 ore fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

Italia ed estero9 ore fa

Lancia pietre sulle macchine in autrostrada e minaccia di tagliarsi la gola: bloccato col taser 22 enne egiziano

Alto Garda e Ledro10 ore fa

A Ferragosto la solenne celebrazione votiva di Santa Maria Assunta

Rovereto e Vallagarina10 ore fa

Violento scontro tra un furgone e una corriera a Santa Lucia di Ala, ferito un 48 enne

Val di Non – Sole – Paganella2 giorni fa

Mamma orsa in giro con i cuccioli a Spormaggiore – IL VIDEO

Fiemme, Fassa e Cembra4 settimane fa

Trentasette anni fa la tragedia di Stava: per non dimenticare!

Trento2 giorni fa

Mega rissa tra stranieri in centro storico nella notte – IL VIDEO

Trento1 giorno fa

Tutti animalisti con gli orsi degli altri

Rovereto e Vallagarina1 giorno fa

Ritrovato dopo due giorni il corpo di Willy, il ragazzo annegato nel lago di Lavarone

Trento1 giorno fa

Morì durante una pratica sadomaso a Trento: assicurazioni condannate a risarcire la famiglia

Val di Non – Sole – Paganella1 giorno fa

Escono di strada con la moto, deceduti due motociclisti

Val di Non – Sole – Paganella2 giorni fa

Per ferragosto a Cles quattro giorni di eventi ‘fantastici’

Trento2 giorni fa

Grosso incendio presso la discarica Podetti. In azione decine di vigili del fuoco

Rovereto e Vallagarina2 giorni fa

Lavarone: anche oggi si cerca senza sosta il corpo di Willy

Rovereto e Vallagarina1 giorno fa

“Ciao Willy, avrai un intera comunità che pregherà e si ricorderà di te, buon viaggio” il saluto del Comune di Lavarone

eventi2 giorni fa

Miss Italia: ad Andalo vince la 18 enne Isabel Vincenzi

Trento3 giorni fa

1.000 euro ad una famiglia trentina: l’Hotel dovrà risarcire il 50% della vacanza

Italia ed estero1 giorno fa

29 enne austriaca rifiuta un’eredità di 4 miliardi di euro

fashion9 ore fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza