Connect with us
Pubblicità

Trento

L’era dei nuovi barbari. La Portela, parla Alberto Tovazzi: «Servirebbero pattuglie in movimento e agenti in borghese»

Pubblicato

-

Un plauso alle forze dell’ordine, ma purtroppo con le leggi italiane che sono state pensate in un contesto di senso civico del tutto diverso dall’attuale, si può fare ben poco”.

Un concetto chiaro e che rispecchia la realtà, quello espresso da Alberto Tovazzi titolare del supermercato Eurospesa di Via Torre Vanga che ieri mattina è stato convocato in Questura per depositare la denuncia nei confronti dell’ultimo (purtroppo solo in ordine di tempo) autore di un furto nel suo negozio: “Sono stati molto gentili, ma la realtà è che se non rendessi pubbliche le immagini dei furti che subiamo periodicamente, le indagini non si muoverebbero di un millimetro. Poi è vero che molti di questi reati sono stati depenalizzati e quindi anche le forze dell’ordine non sono motivate a cercare i colpevoli e quindi è come avessero le mani legate”.

La catena di furti, rapine e aggressioni ai danni di Alberto Tovazzi ed ai suoi dipendenti è impressionante e crediamo non abbia riscontri a livello nazionale. Un situazione talmente assurda quanto incomprensibile che penalizza i lavoratori onesti e favorisce spacciatori, nullafacenti, balordi,  ladri e tossicodipendenti che vedono il negozio Eurospesa come un attacco al fortino delle vettovaglie.

Pubblicità
Pubblicità

Sembra di essere tornati all’era medievale dove i barbari potevano saccheggiare impunemente qualsiasi cosa. Ora siamo nel 2021, è l’era di questi nuovi barbari. Siamo stati da Alberto Tovazzi che ci ha spiegato cosa si dovrebbe fare per cambiare marcia al quartiere de La Portela ormai degradato da criminalità e spaccio da anni.

Sporgete denuncia per tutte le volte che sorprendete il responsabile?

Si tranne i casi in cui si recupera la merce o il ladro è disposto a pagare”.

Pubblicità
Pubblicità

Nel caso della sua ultima denuncia che reato si è configurato?

Rapina impropria perché quando l’ho affrontato, il ladro mi ha spinto per farsi largo e scappare, in più la refurtiva non è stata recuperata”.

Le cronache parlano di furti quasi quotidiani:

Decisamente molto frequenti. Alla base ci sono due fattori. Il primo è una legge che non tutela e la seconda è che questi soggetti non hanno nulla da perdere e per questo una denuncia non fa nessun effetto”.

Diceva un plauso alle forze dell’ordine perché ?

Mi riferisco alla loro disponibilità che va oltre un sistema che ormai è davvero incomprensibile a tutti”.

Si spieghi meglio…

Non è possibile che si rincorra un ladro con la speranza di incrociare una pattuglia che in un’area critica come solo sono quelle delle stazioni in tutte le città, dovrebbe esserci sempre. Non è possibile che si chiami e non ti venga mandata la pattuglia più vicina, ma quella in preallarme in quel momento che magari è a Lavis”.

Le cose potrebbero migliorare col presidio fisso?

Guardi non so nemmeno se è attivo. Qui non serve un ufficio, ma pattuglie in movimento sul territorio ed anche agenti in borghese magari anche in bicicletta, ma che abbiano una chiara autorizzazione ad intervenire”.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]

Categorie

di tendenza