Connect with us
Pubblicità

Trento

Lorenzo Ossanna nuovo assessore regionale ma si aprono delle pericolose crepe nel centrodestra

Pubblicato

-

Ci sono voluti tre scrutini per eleggere Lorenzo Ossanna nuovo assessore regionale al posto del dimissionario Claudio Cia. Nei primi due scrutini ha raggiunto prima 33 e poi 34 voti (la maggioranza assoluta era a 36).

Poi al terzo scrutinio dove non era più prevista la maggioranza assoluta ma la maggioranza semplice è stato eletto assessore regionale con 39 voti; 20 voti sono andati ad Alex Marini, 6 le schede bianche. In aula non sono mancati i momenti di tensione e le colombe nelle prime due votazioni hanno colpito inesorabilmente.

Il neoassessore ha ringraziato il presidente Kompatscher e il vicepresidente Fugatti e tutti coloro che gli avevano espresso fiducia, impegnandosi “per consolidare e far crescere la nostra autonomia e la collaborazione tra le due province autonome”.

Pubblicità
Pubblicità

Walter Kaswalder e Luca Guglielmi del Gruppo consiliare Autonomisti Popolari-Fassa hanno accolto con soddisfazione la nomina del consigliere Ossanna quale Assessore regionale agli Enti locali. I due rimarcano come la vicinanza delle forze autonomiste alla maggioranza popolare e autonomista alla guida della Provincia di Trento sia da tempo testimoniata dall’accordo firmato direttamente con Matteo Salvini nell’estate del 2018: in quel documento si prospettava la massima tutela per le minoranze linguistiche attraverso l’Europa delle Regioni e la rivitalizzazione dell’Euregio come luogo di salvaguardia delle Autonomie tirolesi.

«Queste iniziative hanno visto negli anni di Giunta Fugatti un nuovo vigore testimoniato dalla predisposizione della nuova sede dell’Euregio in via Grazioli. Siamo sicuri e convinti che tutte le forze autonomiste non possano che riconoscere lo sforzo in questa direzione della Giunta provinciale popolare e autonomista e crediamo che il percorso futuro sia segnato. Buon lavoro, dunque al nuovo Assessore Ossanna, convinto , come noi, che la strada intrapresa sia quella di un nuovo slancio regionale dell’Autonomia trentina, anche e soprattutto in chiave euroregionale.» – Concludono i due consiglieri regionali e provinciali del Gruppo Autonomisti Popolari-Fassa

Opposta invece la valutazione dell’assessore dimissionario uscente Claudio Cia migrato in Fratelli d’Italia che parla di “La triste continuazione della politica del baratto e del ricatto”

Pubblicità
Pubblicità

«Non si vuole in questa sede entrare nel merito della scelta effettuata – osserva Claudio Cia –  piuttosto si potrebbe disquisire sul metodo utilizzato per giungere a questa designazione, un metodo che ha dimostrato la totale incapacità di saper coinvolgere tutte le forze politiche di centrodestra attraverso un lavoro di squadra che sappia valorizzare le competenze e le sensibilità di tutti. Come peraltro già in troppi casi, il sospetto – diffuso anche tra gli elettori – è che il centrodestra trentino abbia finora saputo valorizzare solamente elementi provenienti dal mondo del centrosinistra, nonostante lo spot elettorale del Presidente Fugatti nel 2018 recitasse che assieme a lui erano “300 candidati, tutti con competenze, professionalità ed esperienze diverse, tutti con un unico scopo, un Trentino migliore».

E ancora: «Come abbiamo sempre sostenuto, soprattutto in politica, vi è una grande differenza tra la fedeltà cieca che i tifosi riservano alla propria squadra del cuore senza usare la testa e la lealtà che può esercitare chi viene coinvolto fin dal principio in un percorso che porti ad una decisione condivisa. È quindi particolarmente svilente venire a conoscenza dalla stampa di un accordo già sottoscritto, soprattutto per chi – come noi – ritiene che lo spazio della coalizione sia un qualcosa di serio e che non ci si possa limitare – soprattutto su decisioni così importanti – a votare a comando in aula».

«È bene che non si cerchi di accampare scuse per la mancanza di informazione in una coalizione che alle elezioni provinciali del 2018 comprendeva – oltre alla Lega – altre otto forze politiche e grazie alle quali è stato possibile vincere e governare tanto in Provincia (senza PATT) quanto in Regione. Non ci si nasconda quindi dietro al fatto che – in Regione – Fratelli d’Italia si trova all’opposizione, perché non si è credibili.»

Claudio Cia ribadisce anche che l’accordo non è tra PATT/SVP e centrodestra ma tra PATT/SVP e Lega (con molti Consiglieri di questa forza politica che hanno giustamente espresso delle perplessità ancora una volta non sulla persona scelta, ma sul metodo utilizzato).

«Non si pensi però di andare lontano con gli accordi sottobanco – continua Cia – con la politica del do ut des. Le elezioni amministrative del 2020 ci hanno insegnato che il PATT si trova più a suo agio con il centro-sinistra (si contano sulle dita di una mano i Comuni in cui il famoso “block frei” ha portato ad una collaborazione con il centro-destra). Non si dia per scontato – a seguito dell’elezioni di Ossanna ad Assessore regionale – l’appoggio del PATT alla coalizione di centro-destra nel 2023, perché di tempo ne manca ancora molto. Questa non è strategia, è la triste continuazione della politica del baratto e del ricatto.»

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Smart Working, verso sgravi contributivi per le aziende ed agevolazioni fiscali per i lavoratori
    Dal Governo si lavora a nuove regole per lo smart working post emergenza covid-19, tra queste la riduzione delle tasse in busta paga e sgravi per le imprese. Da luglio, Camera e Senato hanno presentato... The post Smart Working, verso sgravi contributivi per le aziende ed agevolazioni fiscali per i lavoratori appeared first on Benessere […]
  • Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse
    Una delle novità anticipata dall’ex Ministro dell’università, Manfredi e concretizzata dall’attuale Cristina messa prevede ad allargare la no tax area per gli studenti universitari, comprendo i costi fino alla fascia reddituale di 22 mila euro.... The post Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse appeared […]
  • Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli
    Dall’Unione Europa arriva il via libera agli aiuti di Stato per le imprese italiane colpite economicamente dalla pandemia Covid-19. I gravi effetti economici causati dall’arrivo del Coronavirus stanno avendo ancora pesanti ripercussioni per le attività... The post Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus pubblicità 2021, per le aziende un risparmio pari al 50% sugli investimenti pubblicitari effettuati: tutti i dettagli e le novità
    Anche quest’anno torna il bonus pubblicità per le aziende puntano su investimenti pubblicitari, con l’invio delle domande che partirà dal 1 fino al 31 ottobre 2021. Bonus pubblicità 2021 Per il 2021 -2022, il credito... The post Bonus pubblicità 2021, per le aziende un risparmio pari al 50% sugli investimenti pubblicitari effettuati: tutti i dettagli […]
  • Aumentano i prezzi della revisione auto, arriva il bonus veicoli sicuri
    Da novembre 2021 i costi di revisione delle auto aumenteranno. Decisione concordata dai Ministeri dell’Economia e della Mobilità Sostenibile. Dal 1 novembre aumenti prezzi revisione auto L’aumento che inizialmente sarebbe dovuto partire il 30 gennaio,... The post Aumentano i prezzi della revisione auto, arriva il bonus veicoli sicuri appeared first on Benessere Economico.
  • Contributi per palestre e discoteche: attivato un fondo da 140 milioni di euro
    Il Ministro dello Sviluppo economico, Giorgetti ha attivato un fondo pari a 140 milioni di euro a sostegno delle attività rimaste chiuse in conseguenza delle misure restrittive anti-Covid. In dettaglio Il fondo avvivato dal Ministero... The post Contributi per palestre e discoteche: attivato un fondo da 140 milioni di euro appeared first on Benessere Economico.
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]
  • L’Italia e i boschi incantati: alla scoperta di fate, gnomi e folletti
    Ogni stagione con i suoi profumi e i suoi colori, invita qualsiasi escursionista ad esplorare la natura che, tra vegetazione ed alberi si mostra in tutto il suo splendore. In particolare, l’Italia è nota per essere una miniera di patrimoni artistici e culturali inestimabili capaci di scatenare la curiosità di grandi e piccini, con la […]

Categorie

di tendenza