Connect with us
Pubblicità

Trento

Da domani il Trentino è zona rossa: Ecco cosa si potrà fare nei prossimi 15 giorni

Pubblicato

-

Da domani lunedì 15 marzo 2021 il Trentino entra in zona rossa per i prossimi 15 giorni. Si potrebbe aprire una piccola finestra nella settimana che anticipa la Pasqua, ma solo se in Trentino non ci saranno più di 250 casi positivi su 100 mila abitanti. 

Difficile che possa avvenire, per questo in realtà la zona rossa durerà come minimo fino al 6 di aprile. L’esito nefasto del nuovo aumento dei contagi da Coronavirus nel Paese,  costringerà tutti gli italiani, dopo il Natale più strano di sempre, a trascorrere anche le seconde festività pasquali di fila tra divieti e restrizioni.

Le nuove misure infatti, varate venerdì, conservano ancora distinzioni fra zone rosse e arancioni (al netto del bianco della Sardegna), ma si uniformeranno sul rosso in vista delle celebrazioni del 3, 4 e 5 aprile. Con qualche allentamento festivo, è vero, ma comunque all’insegna del più ferreo rigore.

Pubblicità
Pubblicità

Durante le festività di Pasqua ci sarà la possibilità di fare visita a un’abitazione privata di amici o parenti all’interno della propria regione. Questo in tutta Italia, ovviamente solo fra le 5 e le 22, una sola volta al giorno e per un massimo di due persone conviventi per volta, con un numero illimitato di under 14 al seguito.

Ma vediamo ora quali saranno i principali cambiamenti nella vita quotidiana della comunità trentina da domani, quando si entrerà nella temuta zona rossa.

Spostamenti personali – Non si potrà uscire di casa se non per motivi di lavoro, di necessità o di salute. Quindi, ad esempio, per fare la spesa, andare in farmacia, dal medico, per assistere un parente non autosufficiente, andare a trovare un figlio minore, portare fuori il cane nei pressi della propria abitazione. Le visite a parenti e ad amici sono vietate.

Pubblicità
Pubblicità

E’ sempre possibile spostarsi per recarsi presso le attività commerciali e i servizi non sospesi. Laddove, all’interno del proprio comune, non vi sia la disponibilità di tali attività o servizi, è sempre possibile recarsi in un altro comune contiguo, anche il Capoluogo. Tale possibilità di scelta può derivare anche da motivi di maggiore convenienza economica.

È consentito, inoltre, recarsi presso le chiese e i luoghi di culto, abitualmente frequentati, per le funzioni religiose, anche in comuni differenti dal proprio. E’ sempre vietato lo spostamento verso altra abitazione privata abitata, salvo per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità e motivi di salute. Sono sempre consentiti, all’interno del territorio provinciale, gli spostamenti necessari alla coltivazione del terreno per uso agricolo, anche per autoconsumo, compresa la produzione di legna. Per muoversi è obbligatoria l’autocertificazione, preferibilmente da stampare e compilare.

Attività motoria – Dalle ore 5.00 alle 22.00 è consentito svolgere attività motoria, come passeggiare, in prossimità della propria abitazione, per un massimo di 60 minuti dal momento in cui si esce. E’ necessario rispettare il distanziamento di almeno un metro da ogni altra persona e indossare la mascherina.

Attività sportiva – Dalle ore 5.00 alle 22.00 è consentito svolgere attività sportiva individuale all’aperto, come ad esempio corsa o bicicletta, esclusivamente nell’ambito del territorio del proprio comune, mantenendo la distanza interpersonale di due metri. Non è obbligatorio l’uso della mascherina.

È tuttavia possibile, nello svolgimento di un’attività sportiva che comporti uno spostamento (per esempio la corsa o la bicicletta), entrare in un altro Comune, purché tale spostamento resti funzionale unicamente all’attività sportiva stessa e la destinazione finale coincida con il Comune di partenza.

Sono sospese l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere presso centri e circoli sportivi, sia all’aperto che al chiuso. Sono sospese tutte le competizioni sportive, salvo quelle riconosciute d’interesse nazionale dal CONI e dal CIP. Sono, altresì, sospesi tutti gli eventi e le competizioni organizzati dagli enti di promozione sportiva.

Scuola – Sono sospese le attività dei servizi educativi dell’infanzia, mentre le attività scolastiche e didattiche delle scuole di ogni ordine e grado si svolgono esclusivamente con modalità a distanza. Resta la possibilità di svolgere attività in presenza per laboratori o per esigenze degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali.

Università e Istituti di alta formazione – È sospesa la frequenza delle attività formative e curriculari delle università e delle istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica, fermo in ogni caso il proseguimento di tali attività a distanza e salvo quanto previsto dall’art. 44 del Dpcm 2 marzo 2021.

Bar e ristoranti – Restano chiusi bar e ristoranti. Sono consentiti solo i servizi di ristorazione delle mense e del catering continuativo su base contrattuale. Resta consentita, senza limiti di orario, la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive, limitatamente ai propri clienti. L’asporto è permesso fino alle ore 22.00, ad eccezione dei bar e di altri esercizi sprovvisti di cucina, per i quali è consentito esclusivamente fino alle ore 18.00. Per la consegna a domicilio, invece, non ci sono restrizioni.

Attività commerciali – Sono sospese le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per la vendita di generi alimentari e di prima necessità individuate nell’allegato 23 del Dpcm 2 marzo 2021. Restano chiuse le attività nei centri commerciali nelle giornate festive e prefestive, a eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, lavanderie e tintorie, punti vendita di generi alimentari, di prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, edicole e librerie. Sono chiusi i mercati, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici.

Attività inerenti i servizi alla persona – Devono chiudere le attività legate ai servizi alla persona, come, ad esempio, estetisti, parrucchieri e barbieri. Restano aperte solamente lavanderie, tintorie e pompe funebri come da allegato 24 al Dpcm 2 marzo 2021.

Restano ferme tutte le altre attività già sospese in zona arancione o in zona gialla, come, a titolo di esempio, quelle dei musei, delle palestre o delle piscine, delle sale giochi o delle discoteche. Vietati, dunque, anche gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri locali o spazi, anche all’aperto.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Piccoli angoli di paradiso immersi nella natura incontaminata, una perfetta alternativa al mare
    La bellezza incontaminata della natura fatta di scrigni selvaggi e posti da favola, accende la passione per l’Italia e per le sue straordinarie mete che spesso, nascondono scenari incredibili. Non solo acqua di mare, ma anche fiumi, cascate e canyon diventano un luogo ed un’alternativa perfetta per fare il bagno e rilassarsi. Infatti, per chi vuole […]
  • Nuotare nel Reno: un’esperienza unica nel suo genere
    Dalle montagne spettacolari, agli immensi boschi fino alle gole selvagge, la Svizzera circondata dalla sua natura incontaminata diventa inevitabilmente sinonimo di sostenibilità. Questa attenzione si riflette sui consumi, sulla lungimiranza nel riciclaggio della popolazione, ma anche sul turismo. Infatti, il turismo svizzero spinge i suoi visitatori ad entrare quanto più possibile a contatto con l’ambiente […]
  • Kylie Skin, la linea beauty di Kylie Jenner
    “La cura della pelle e il trucco vanno di pari passo e Kylie Skin è qualcosa che ho sognato subito dopo Kylie Cosmetics. Ci ho lavorato per quella che sembra una vita, quindi non posso credere che sia finalmente arrivato! Costruire la mia linea di trucco da zero mi ha insegnato molto e sono così […]
  • The Ordinary – The Balance Set: la skin care di qualità adatta a tutte le tasche
    The Ordinary è un marchio di DECIEM (società ombrello di brand focalizzati su trattamenti avanzati di bellezza) in continua evoluzione di trattamenti per la skin care. The Ordinary offre trattamenti clinici elettivi di cura per la pelle a prezzi onesti. The Ordinary è “Formulazioni cliniche con onestà”. Tutti i prodotti DECIEM,  compresi quelli del brand The Ordinary, […]

Categorie

di tendenza