Connect with us
Pubblicità

Trento

Sanzioni Dpcm in Trentino, Luca Guglielmi presenta una mozione: «Troppa confusione, si verifichi la veridicità dei verbali»

Pubblicato

-


Il consigliere provinciale Luca Guglielmi chiede alla giunta provinciale  – attraverso una mozione – di avviare negli opportuni uffici competenti un’attenta verifica delle sanzioni emesse dalle varie Forze dell’Ordine, al fine di poter intervenire secondo diritto e giustizia.

La necessità di contenere i contagi da Covid-19 e di evitare il propagarsi della pandemia ha reso necessario, a partire dal marzo 2020, l’adozione di diverse misure restrittive delle libertà individuali e collettive, emanate perlopiù con lo strumento del Dpcm

Al fine di far rispettare le indicazioni contenute nei diversi e svariati decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri e dal Presidente della P.A.T venivano adottate ed individuate sanzioni, inizialmente penali e poi amministrative, per coloro che non avessero rispettato le indicazioni governative.

Pubblicità
Pubblicità

Nella premessa della mozione Guglielmi spiega che l’elevato numero di disposizioni, molto spesso modificate o esplicate tramite successive interpretazioni di lettura, ha prodotto sia nella popolazione che in chi è chiamato a farle rispettare, confusione e incertezza sull’applicazione delle sanzioni stesse.

Nello specifico, come riportato anche da autorevoli testate nazionali, questa confusione ha portato ad emissioni di verbali e/o contestazioni amministrative errate e non rispondenti a requisiti legislativi normati e consolidati.

Al consigliere sono giunte diverse segnalazioni, anche in Provincia Autonoma di Trento, di errata applicazione delle sanzioni pecuniarie a seguito di mancato rispetto delle disposizioni di contenimento della pandemia. Da qui la costruzione della mozione per fare chiarezza una volta per tutte sulla veridicità della sanzioni.

Pubblicità
Pubblicità

Entrando nel dettaglio, pare infatti che diversi verbali siano stati redatti non tenendo conto delle seguenti norme nazionali: 

Art 8 bis Legge 689/81: “Salvo quanto previsto da speciali disposizioni di legge, si ha reiterazione quando, nei cinque anni successivi alla commissione di una violazione amministrativa, accertata con provvedimento esecutivo, lo stesso soggetto commette un’altra violazione della stessa indole. Si ha reiterazione anche quando più violazioni della stessa indole commesse nel quinquennio sono accertate con un unico provvedimento esecutivo...”

L’art. 202 del D.Lgs 285/92 richiamato dall’art.4 comma 3 del del D.Lgs 19/2020 riporta al comma 1. “Per le violazioni per le quali il presente codice stabilisce una sanzione amministrativa pecuniaria, ferma restando l’applicazione delle eventuali sanzioni accessorie, il trasgressore è ammesso a pagare, entro sessanta giorni dalla contestazione o dalla notificazione, una somma pari al minimo fissato dalle singole norme. Tale somma è ridotta del 30 per cento se il pagamento è effettuato entro cinque giorni dalla contestazione o dalla notificazione…”

«Pur conscio delle già citate difficoltà di interpretazione e di gestione di quanto in oggetto da parte delle Forze dell’Ordine e stigmatizzando con forza le azioni contro legge che hanno portato a tali provvedimenti – sottolinea Luca Guglielmi –  per i casi a conoscenza dello scrivente, pare non sia stata applicata la facoltà del pagamento in forma ridotta del 30% se il pagamento fosse stato eseguito entro i 5 giorni dalla contestazione (o dalla notificazione) e che, in alcuni casi, sia stata anche applicata in maniera errata la reiterazione con conseguente illegittimo ed ingiusto raddoppio della somma. A tal proposito è opportuno ricordare che la disciplina della reiterazione trova applicazione esclusivamente quando accertata con procedimento esecutivo e non meramente amministrativo. La stessa non sussiste qualora il contestato abbia usufruito del pagamento in misura ridotta che, come ampiamente già detto, va indicato come possibilità in tutte le sanzioni pecuniarie».

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE!
    Le soluzione di YWN – la rete nazionale delle imprese Il mondo del lavoro è oggi tormentato da una miriade di problemi ulteriormente aggravati dalla pandemia che ci accompagna ormai da quasi due anni. La... The post RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE! appeared first on Benessere Economico.
  • IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA
    La motivazione del personale strategia centrale nel business plan della ripresa. Condividere sorrisi, esperienze, riflessioni per consolidare lo spirito di squadra e la voglia di normalità negli ambienti di lavoro diventa oggi la leva principale... The post IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA appeared first on Benessere Economico.
  • Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti
    Dal 1 ottobre, come annunciato, sono scattati gli aumenti in bolletta per gas ed elettricità rispettivamente del 14,4% e del 29,8% per la famiglia tipo. Per contenere l’emergenza, il Governo ha stanziato oltre 3 miliardi... The post Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti appeared first on Benessere Economico.
  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto
    Da pochi giorni è stato firmato il decreto per sbloccare gli aiuti del Fondo impresa donna. Fondo impresa donna, cos’è Il decreto firmato dal Mise, rende completamente operativo il Fondo Impresa Donna che sblocca una... The post Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto appeared […]
  • Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione
    Una recente sentenza della Cassazione cambia in una parte dei redditi dei lavoratori dipendenti, inserendo la possibilità di tassare le mance. Perchè le mance si possono tassare Infatti, secondo la sentenza 26512, il pagamento delle... The post Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione appeared first on Benessere Economico.
  • Appartamenti moderni fatti in tubi di cemento, Hong Kong trova la soluzione per la crisi immobiliare
    L’improvviso aumento della popolazione, ha portato Hong Kong ad attraversare una crisi immobiliare dettata proprio dalla crescita della domanda di alloggi. Di conseguenza, con i prezzi immobiliari alle stelle e i sempre più scarsi spazi disponibili, l’architetto James Law ha trovato una soluzione davvero innovativa per risolvere il problema della carenza di appartamenti. L’architetto ha […]
  • Verso una caricabatterie universale per tutti i dispositivi mobili, la proposta dell’UE
    Da una proposta presentata dalla Commissione Europea, spunta la possibilità di un carica batterie universale e utilizzabile per qualsiasi dispositivo mobile. Con l’obiettivo di ridurre i rifiuti, la proposta punta quindi ad armonizzare i cavi di ricarica su una serie di dispositivi elettronici venduti nell’Unione Europea. In particolare, è stato proposto di puntare sull’utilizzo del […]
  • In Cile, il meraviglioso hotel interamente ecologico costruito con container ricilati
    Negli ultimi anni, il mondo dei viaggi tende sempre di più verso la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente tanto che la ricerca di spostamenti meno inquinanti, i cottage o le casette in legno immerse nella natura, sono diventate una vera e propria tendenza. La ricerca di alloggi in strutture sempre più originali è in […]
  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]

Categorie

di tendenza