Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

La “capsula del tempo” di Denno, uno scrigno della memoria che verrà aperto nel 2050

Pubblicato

-

«Uno scrigno della memoria che racconti qualcosa di noi, delle nostre tradizioni e delle nostre aspettative».

Chi meglio di noi, infatti, potrebbe raccontare alle future generazioni cosa ha voluto dire vivere un anno indimenticabile come il 2020? Un anno particolare che, se da una parte ha tolto a tutti molte certezze, dall’altra ci ha permesso di fermarci a riflettere sulle tante cose che davamo per scontate.

È questo il presupposto con cui è nata a Denno, su impulso di un gruppo formato da 6-7 persone, una sorta di commissione cultura comunale, una nuova e affascinante iniziativa.

Pubblicità
Pubblicità

L’intento è quello raccogliere in una “capsula del tempo” delle testimonianze dirette di come la comunità ha vissuto l’ultimo anno, con le sue ansie e le sue paure, ma anche e soprattutto di come era la vita prima della pandemia, fino alle speranze di come sarà una volta finito tutto.

La capsula verrà deposta in un luogo sicuro in occasione della festa dei patroni SS. Gervasio e Protasio, per poi essere aperta nel 2050.

«Eravamo partiti con l’intento di realizzare qualcosa di carino per affrontare quest’annata piuttosto strana – racconta Barbara Gervasi, assessore alle attività culturali e ai rapporti con le associazioni –. Così tra le diverse proposte sul tavolo, abbiamo scelto di concretizzare quest’iniziativa d’ispirazione anglosassone. Ci è piaciuta l’idea di fornire delle testimonianze dirette alle generazioni future, non solo riguardanti la pandemia, ma che raccontino ciò che è stato finora, come stiamo affrontando questi mesi e le speranze per il domani. Nel 2050, quando la capsula sarà aperta, si potrà confrontare il tutto con ciò che è effettivamente accaduto».

Pubblicità
Pubblicità

Barbara Gervasi, assessore alle attività culturali di Denno

Chiunque lo vorrà, potrà contribuire ad arricchire il contenuto della capsula, che verrà sotterrata per rivedere la luce tra 30 anni. Nella cassetta che nell’atrio del municipio si potranno consegnare lettere, racconti, poesie, foto, ritagli di giornale o tutto quello che la fantasia suggerisce.

In alternativa, è anche possibile inviare il materiale tramite mail all’indirizzo denno@biblio.tn.it o per posta alla biblioteca comunale via Ossanna, 1 – 38010 Denno. Il termine ultimo per la consegna è il 30 aprile 2021.

«Stiamo anche contattando le associazioni e la scuola per sollecitare quest’importante lavoro di testimonianza – aggiunge Gervasi – magari approfondendo una tematica in particolare. Per il momento sembra che la cosa abbia suscitato interesse e che la risposta da parte dei cittadini sia positiva. Ora posizioneremo la cassetta, per la raccolta dei materiali ci sarà tempo fino a fine aprile. Poi decideremo dove sotterrare la capsula».

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Bear with Benefits: gli integratori a forma di orsetti gommosi
    Bears with Benefits sono degli orsetti gommosi ricchi di vitamine e minerali. Si tratta infatti di integratori alimentari con un complesso vitaminico e minerale altamente concentrato. Le formulazioni sono sviluppate in Germania e rispettano i più elevati standard di qualità. Durante la produzione, non vengono utilizzati antiagglomeranti, agenti di carica e allergeni: i prodotti sono […]
  • MasonBees: la casa delle api
    MasonBees Ltd. è nata come parte della Oxford Bee Company, ovvero un’organizzazione che ricerca il ciclo di vita delle Red Mason Bee. CJ Wildbird Foods Ltd. ha acquistato la Oxford Bee Company nel 2006 ed ha proseguito la ricerca, conducendo varie prove sul campo con le Red Mason Bees. Queste prove avevano lo scopo di […]
  • Dolomiti Wellness Hotel Fanes: un piccolo angolo di paradiso in Alta Badia
    Il Dolomiti Wellness Hotel Fanes è in una delle terrazze più assolate e panoramiche di San Cassiano, piccolo e grazioso villaggio di montagna, nelle Dolomiti a poco più di 1.500 metri s.l.m. in Alta Badia: cinque minuti per raggiungere il centro a piedi, isola pedonale ricca di vetrine e negozi, servizi ancillari e noleggio attrezzatura, […]
  • Abiby: la Beauty Box perfetta per chi vuole qualità e innovazione
    Abiby è il servizio in abbonamento che permette ogni mese di scoprire le migliori novità in ambito skincare, make-up e beauty con un’esperienza unica e a sorpresa. La missione di Abiby è quella di usare l’esperienza per far scoprire i migliori brand al mondo, quelli che da soli è difficile trovare. Come? Viaggiando costantemente alla ricerca di prodotti […]
  • Vinilia Wine Resort: immergiti nel cuore del Salento
    Vinilia Wine Resort è un’antica dimora risalente agli inizi del ‘900 quando era destinata ad essere la residenza estiva della nobile famiglia degli Schiavoni. Oggi, dopo un’attenta e raffinata attività di restauro conservativo, a cura della famiglia Parisi Lacaita, si appresta a diventare un punto di riferimento per l’accoglienza e per un’autentica esperienza nella terra […]
  • Natura, storia e paesaggi mozzafiato: questa è l’isola di Skye
    Skye è una delle migliori località da visitare in Scozia. È famosa per i suoi paesaggi mozzafiato e per la storia che ha alle spalle. L’isola di Skye è lunga 50 miglia ed è la più grande delle Ebridi Interne, ovvero un arcipelago situato al largo della costa occidentale della Scozia, a sud-est delle Ebridi Esterne. Insieme, […]
  • Tenuta Monacelli: che meraviglia il Salento!
    Masseria Monacelli, masseria fortificata del ‘600 e Masseria Giampaolo, esclusivo borgo del ‘400, si impongono con le loro torri di avvistamento nel cuore del Salento. Situate in prossimità dell’Abbazia romanico-bizantina S. Maria a Cerrate, oggi tra i beni del Fondo Ambiente Italiano, testimoniano tracce di storia. Entrambe custodiscono un prezioso frantoio ipogeo, le stanze di stoccaggio […]
  • Incanto e lusso al Castello di Guarene, in Piemonte
    Nel Settecento, il Castello fu la realizzazione di un sogno di Carlo Giacinto Roero, signore di Guarene. Il nobiluomo voleva una nuova e splendida dimora e se la costruì, la circondò di giardini e la arredò. Ne aveva la capacità e i mezzi: era un buon architetto, sia pure dilettante, un aristocratico di primo piano […]
  • Nina Trulli Resort: la masseria perfetta tra la Costa dei trulli e la Valle d’Itria
    Nina Trulli Resort è una masseria immersa nella tipica campagna pugliese, dalla Costa dei trulli a Valle d’Itria, e si trova a soli 5 Km dal mare. Nella zona di Monopoli, città dalle radicate tradizioni marinare anche conosciuta come Città delle cento contrade, è possibile fare letteralmente un tuffo nel passato pur senza mai rinunciare […]

Categorie

di tendenza