Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Confessione Benno, Moccia: «Ha ammesso di averli uccisi in casa e gettati nell’Adige. È disperato»

Pubblicato

-

A poco più di due mesi dalla scomparsa dei genitori Laura Perselli e Peter Neumair, il figlio della coppia, Benno Neumair ha confessato il delitto. Dopo la comunicazione ufficiale da parte della Porcura di Bolzano, arrivata alla stampa nel pomeriggio di oggi (8 marzo), l’ulteriore conferma giunge tramite una nota dall’avvocato di Benno, Flavio Moccia.

Benno Neumair ha ammesso di essere il responsabile della morte dei genitori. I due decessi sono avvenuti nella casa di via Castel Roncolo e i corpi, già privi di vita, abbandonati nelle acque dell’Adige. Questa decisione di aprirsi alla verità e di mettersi a disposizione della Procura della Repubblica, accettata fin dall’undici di febbraio scorso, e quindi ancor prima di conoscere l’esito della decisione del tribunale del Riesame, è maturata spontaneamente quale immediato esito alla notizia del rinvenimento del corpo senza vita della madre, che ha avuto l’effetto di produrre una dissoluzione, di schianto, di tutte le difese di negazione e di rimozione attuate nelle settimane successive ai fatti dall’indagato, che impedivano ogni sua possibilità di esame cosciente di una raltà altrimenti per chiunque indicibile e inaffrontabile“.

In poche parole, secondo il suo legale, Benno alla notizia del ritrovamento del corpo della mamma, sarebbe crollato e avrebbe deciso di confessare.

Pubblicità
Pubblicità

Nei giorni successivi a una prima ammissione – continua la nota – d’intesa con la Procura della Repubblica e nel rispetto di quella segretezza che le circostanze, il diritto e l’etica professionale imponevano e continuano ad imporre, si è proceduto nell’approfondimento dei fatti in termini di dettaglio e di riscontri obiettivi“. Ovvero, per potere accertare la veridicità della confessione, sono stati necessari ulteriori approfondimenti dagi esiti della perizia forense a quella sulle tracce ematiche rinvenute nel corso delle indagini.

La Procura ha già inoltrato la richiesta di incidente probatorio per verificare la capacità di intendere e di volere dell’indagato al momento del fatto. Nel caso questo dovesse avvenire, il 30enne bolzanino sarebbe dichiarato non imputabile.

Sempre secondo quanto riportato da Moccia il suo assistito “si aggrappa a un sentimento di pentimento disperato che non chiede né ha aspettative di ricevere pietà dalle vittime: gli stessi infelici genitori più tutti gli altri affetti, più intimi e cari“. In sintesi Benno sarebbe pentito e non avrebbe a questo punto l’ardire di chiedere il perdono a coloro a cui ha causato del male, a partire dalla sorella Madè fino alla famiglia tutta e agli stessi genitori ormai deceduti.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Chalet Pinocchio, dove sentirsi sempre a casa
    Chalet Pinocchio si trova a Brentonico, nel sud del Trentino, a 16 km dal centro di Rovereto e a 10 km dall’uscita autostradale di Rovereto sud. Situato in una piccola località montana che d’inverno diventa il centro ideale per accedere alla Ski Area Polsa San Valentino, con piste facili ideali anche per chi vuole imparare; d’estate, […]
  • Bear with Benefits: gli integratori a forma di orsetti gommosi
    Bears with Benefits sono degli orsetti gommosi ricchi di vitamine e minerali. Si tratta infatti di integratori alimentari con un complesso vitaminico e minerale altamente concentrato. Le formulazioni sono sviluppate in Germania e rispettano i più elevati standard di qualità. Durante la produzione, non vengono utilizzati antiagglomeranti, agenti di carica e allergeni: i prodotti sono […]
  • MasonBees: la casa delle api
    MasonBees Ltd. è nata come parte della Oxford Bee Company, ovvero un’organizzazione che ricerca il ciclo di vita delle Red Mason Bee. CJ Wildbird Foods Ltd. ha acquistato la Oxford Bee Company nel 2006 ed ha proseguito la ricerca, conducendo varie prove sul campo con le Red Mason Bees. Queste prove avevano lo scopo di […]
  • Dolomiti Wellness Hotel Fanes: un piccolo angolo di paradiso in Alta Badia
    Il Dolomiti Wellness Hotel Fanes è in una delle terrazze più assolate e panoramiche di San Cassiano, piccolo e grazioso villaggio di montagna, nelle Dolomiti a poco più di 1.500 metri s.l.m. in Alta Badia: cinque minuti per raggiungere il centro a piedi, isola pedonale ricca di vetrine e negozi, servizi ancillari e noleggio attrezzatura, […]
  • Abiby: la Beauty Box perfetta per chi vuole qualità e innovazione
    Abiby è il servizio in abbonamento che permette ogni mese di scoprire le migliori novità in ambito skincare, make-up e beauty con un’esperienza unica e a sorpresa. La missione di Abiby è quella di usare l’esperienza per far scoprire i migliori brand al mondo, quelli che da soli è difficile trovare. Come? Viaggiando costantemente alla ricerca di prodotti […]
  • Vinilia Wine Resort: immergiti nel cuore del Salento
    Vinilia Wine Resort è un’antica dimora risalente agli inizi del ‘900 quando era destinata ad essere la residenza estiva della nobile famiglia degli Schiavoni. Oggi, dopo un’attenta e raffinata attività di restauro conservativo, a cura della famiglia Parisi Lacaita, si appresta a diventare un punto di riferimento per l’accoglienza e per un’autentica esperienza nella terra […]
  • Natura, storia e paesaggi mozzafiato: questa è l’isola di Skye
    Skye è una delle migliori località da visitare in Scozia. È famosa per i suoi paesaggi mozzafiato e per la storia che ha alle spalle. L’isola di Skye è lunga 50 miglia ed è la più grande delle Ebridi Interne, ovvero un arcipelago situato al largo della costa occidentale della Scozia, a sud-est delle Ebridi Esterne. Insieme, […]
  • Tenuta Monacelli: che meraviglia il Salento!
    Masseria Monacelli, masseria fortificata del ‘600 e Masseria Giampaolo, esclusivo borgo del ‘400, si impongono con le loro torri di avvistamento nel cuore del Salento. Situate in prossimità dell’Abbazia romanico-bizantina S. Maria a Cerrate, oggi tra i beni del Fondo Ambiente Italiano, testimoniano tracce di storia. Entrambe custodiscono un prezioso frantoio ipogeo, le stanze di stoccaggio […]
  • Incanto e lusso al Castello di Guarene, in Piemonte
    Nel Settecento, il Castello fu la realizzazione di un sogno di Carlo Giacinto Roero, signore di Guarene. Il nobiluomo voleva una nuova e splendida dimora e se la costruì, la circondò di giardini e la arredò. Ne aveva la capacità e i mezzi: era un buon architetto, sia pure dilettante, un aristocratico di primo piano […]

Categorie

di tendenza