Connect with us
Pubblicità

Trento

Valanghe, al via un progetto di ricerca sui bollettini

Pubblicato

-

Questo inverno ha mostrato i muscoli e ha tenuto sulle spine i servizi di previsione valanghe dell’Euregio. Tanta neve, forti oscillazioni di temperatura e situazioni ingannevoli con strati deboli persistenti hanno continuamente sfidato i previsori di Innsbruck, Bolzano e Trento.

I previsori valanghe dell’Euregio valutano il pericolo valanghe ogni giorno e traducono i risultati attraverso il bollettino valanghe dell’Euregio a una platea di utenti molto diversificata.

E sono proprio questi utenti che ora saranno protagonisti di un nuovo progetto di ricerca. I servizi di previsione valanghe di Tirolo, Alto Adige e Trentino e l’Università Simon Fraser di Vancouver in Canada hanno lanciato congiuntamente un’iniziativa di ricerca, nel corso della quale i prodotti del bollettino valanghe dell’Euregio verranno esaminati in relazione alla loro utilità e comprensibilità da diversi gruppi di utenti. Tutti, compresi freerider, escursionisti con le racchette da neve o scalatori su ghiaccio, possono dare il loro contributo alla ricerca, registrandosi e compilando un breve questionario sul sito dei servizi valanghe dell’Euregio: www.valanghe.report.

Pubblicità
Pubblicità

Capire le esigenze degli utentisottolinea Mauro Gaddo, Direttore Ufficio Previsioni e Pianificazione – MeteoTrentino della Provincia autonoma di Trento – è della massima importanza per migliorare i prodotti e adattarli ai desideri e alle richieste degli appassionati di sport invernali o dei tecnici delle commissione valanghe comunali”.

Lo studio indagherà una community più ampia possibile di appassionati di sport invernali con diversi livelli di esperienza riferiti all’uso dei prodotti dei servizi previsione valanghe dell’Euregio. Il ricercatore principale è Pascal Haegeli della Simon Fraser University di Vancouver. Haegeli ha già condotto uno studio simile in collaborazione con il servizio previsione valanghe in Canada e vede la necessità di un’indagine anche nelle Alpi, visto il numero crescente di appassionati di sport invernali: ”Soprattutto per i principiantispiega Haegeli che non hanno ancora avuto molta esperienza nel gestire situazione valanghive in terreno fuori pista e poco avvezzi alla terminologia usata nel bollettino valanghe dell’Euregio, è importante scoprire il livello di conoscenza di base degli avvisi e la loro comprensibilità”.

Come primo passo, l’obiettivo dell’iniziativa di ricerca è quello di creare una community che rifletta lo spettro possibile di utenti coinvolti dalla problematica valanghe, con cui i servizi di previsione valanghe possano consultarsi, ricevere feedback sui prodotti e discutere le eventuali innovazioni.

Pubblicità
Pubblicità

Non è dunque necessario avere una lunga esperienza fuori pista o essere degli esperti di valanghe per partecipare al sondaggio. I ricercatori sono interessati al punto di vista di chiunque frequenti il terreno innevato, siano essi freerider, escursionisti con le racchette da neve o scalatori su ghiaccio.

Per partecipare all’iniziativa, come detto, è necessario registrarsi e compilare un breve questionario sul sito dei servizi valanghe dell’Euregio www.valanghe.report.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Piccoli angoli di paradiso immersi nella natura incontaminata, una perfetta alternativa al mare
    La bellezza incontaminata della natura fatta di scrigni selvaggi e posti da favola, accende la passione per l’Italia e per le sue straordinarie mete che spesso, nascondono scenari incredibili. Non solo acqua di mare, ma anche fiumi, cascate e canyon diventano un luogo ed un’alternativa perfetta per fare il bagno e rilassarsi. Infatti, per chi vuole […]
  • Nuotare nel Reno: un’esperienza unica nel suo genere
    Dalle montagne spettacolari, agli immensi boschi fino alle gole selvagge, la Svizzera circondata dalla sua natura incontaminata diventa inevitabilmente sinonimo di sostenibilità. Questa attenzione si riflette sui consumi, sulla lungimiranza nel riciclaggio della popolazione, ma anche sul turismo. Infatti, il turismo svizzero spinge i suoi visitatori ad entrare quanto più possibile a contatto con l’ambiente […]
  • Kylie Skin, la linea beauty di Kylie Jenner
    “La cura della pelle e il trucco vanno di pari passo e Kylie Skin è qualcosa che ho sognato subito dopo Kylie Cosmetics. Ci ho lavorato per quella che sembra una vita, quindi non posso credere che sia finalmente arrivato! Costruire la mia linea di trucco da zero mi ha insegnato molto e sono così […]
  • The Ordinary – The Balance Set: la skin care di qualità adatta a tutte le tasche
    The Ordinary è un marchio di DECIEM (società ombrello di brand focalizzati su trattamenti avanzati di bellezza) in continua evoluzione di trattamenti per la skin care. The Ordinary offre trattamenti clinici elettivi di cura per la pelle a prezzi onesti. The Ordinary è “Formulazioni cliniche con onestà”. Tutti i prodotti DECIEM,  compresi quelli del brand The Ordinary, […]

Categorie

di tendenza