Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Rinnovato il Protocollo di Rigenerazione Urbana di Rovereto

Pubblicato

-

Rovereto la prima città ad attuare il  Protocollo: siglato il rinnovo dell’accordo tra il Sindaco di Rovereto, Francesco Valduga ed il Presidente dell’Unione Commercio Turismo e Servizi di Rovereto e Vallagarina Marco Fontanari.

Un percorso durato quattro anni, fatto di ascolto e incontro ha portato alla nascita di un progetto destinato a migliorare e qualificare ancor più la città di Rovereto.

Il Protocollo di Rigenerazione Urbana, nato nel 2017 su impulso di ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e Confcommercio – Imprese per l’Italia, e grazie all’incontro il Comune e l’Unione Commercio Turismo e Servizi, è arrivato al giro di boa: con il rinnovo del Protocollo avvenuto nel pomeriggio di oggi, siglato dal Sindaco Francesco Valduga e dal Presidente dell’Unione Commercio, Marco Fontanari, potranno essere realizzati i progetti nati nel corso di questo necessario periodo di studio e programmazione.

Pubblicità
Pubblicità

Si tratta di un progetto che crea Comunità, nato prima del Covid e oggi ancora più attuale. Abbiamo lavorato per una città che guarda al futuro e vogliamo che abbia gli strumenti per essere competitiva negli anni che verranno ha spiegato il Sindaco ValdugaRovereto si sta preparando a ripartire e con i progetti concreti e realizzabili messi in campo, che agiscono in modo trasversale su tanti settori della quotidianità, possiamo dare una svolta: attraverso la sinergia creata e il Laboratorio di Rigenerazione Urbana si creano opportunità per i cittadini. Una città viva è una città capace di innescare nuove dinamiche sociali ed economiche, di valorizzare le risorse che ha disposizione e di essere attrattiva nei confronti di chi la abita e di chi vuole investire per renderla sempre migliore”.

Rovereto è stata la prima città in Trentino-Alto Adige a mettersi in gioco e a portare avanti questa iniziativa che ora è presa a modello in tutto il territorio e anche a livello nazionale sta avendo riscontri molto positiviha ricordato il Presidente dell’Unione Commercio, Marco FontanariQuesto percorso ha portato innanzitutto a un cambio di mentalità. Abbiamo visto come da un atteggiamento spesso di contrapposizione tra le diverse parti, si sia arrivati ad un dialogo costruttivo, dove tutti si sono messi a disposizione per contribuire e costruire un humus fertile per nuove idee”.   

Abbiamo un corposo insieme di progetti con diversi livelli di azioneha detto alle Attività produttive e ai Centri storici , Giuseppe BertoliniProseguiamo su un percorso che con l’emergenza sanitaria è divenuto ancora più attuale e urgente. Il modo di concepire lo stesso commercio è cambiato, se pensiamo che anche durante il periodo di minori restrizioni il commercio ha continuato ad essere online per il 70%, anche nelle piccole attività. Occorre valorizzare e dare vita non solo a quello che è il centro storico, ma anche a quelle zone che sono meno frequentate ma dove esistono attività e comunità che possono trovare nuova vita” .

Pubblicità
Pubblicità

Molto spazio sarà dato anche all’e-commerce – ha ricordato a questo proposito Gianpiero Lui, Responsabile dell’Unione Commercio della Vallagarina – attraverso la creazione di un portale dedicato alla promozione locale di questa attività. Tra le altre iniziative individuate, è stata suggerita una suddivisione della città in  distretti  con un piano di interventi ed attività per i singoli distretti o Contrade, la creazione del “Km delle meraviglie”, che collega il MART e Santa Maria, ed il ripensamento di alcuni percorsi della città.

Attraverso il Laboratorio Urbano è stata poi messa in campo una grande opera di ascolto e consulenza per i cittadini ed è stato portato avanti il progetto volto a rianimare i locali sfitti della città, attraverso un censimento che ha identificato circa 456 attività e che ora sarà aggiornato per favorire che voglia investire sulla città e per la città.

Tra le diverse tappe di questo percorso, l’apertura del Laboratorio Urbano di Rigenerazione, divenuto un punto di riferimento per la città e l’assegnazione, nel 2019,  alla società specializzata Iscom Group della progettazione delle azioni di rigenerazione e riqualificazione urbana del centro cittadino tramite gara di evidenza europea per la progettazione delle azioni di rigenerazione e riqualificazione del centro cittadino.

Nel corso dei prossimi mesi, ha ricordato la Dirigente, Marisa Prezzi, saranno già attivati i primi progetti concreti, in un percorso nato bottom up e non calato dall’alto, che ha visto coinvolti tutti gli attori sul territorio.

Lo sportello del Laboratorio di Rigenerazione Urbana, in via Tartarotti, sarà aperto al pubblico due volte a settimana, mentre sul sito http://www.rigenerarovereto.it/ sarà possibile consultare la mappa online delle attività, con il censimento che verrà fatto a cadenza mensile.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Chalet Pinocchio, dove sentirsi sempre a casa
    Chalet Pinocchio si trova a Brentonico, nel sud del Trentino, a 16 km dal centro di Rovereto e a 10 km dall’uscita autostradale di Rovereto sud. Situato in una piccola località montana che d’inverno diventa il centro ideale per accedere alla Ski Area Polsa San Valentino, con piste facili ideali anche per chi vuole imparare; d’estate, […]
  • Bear with Benefits: gli integratori a forma di orsetti gommosi
    Bears with Benefits sono degli orsetti gommosi ricchi di vitamine e minerali. Si tratta infatti di integratori alimentari con un complesso vitaminico e minerale altamente concentrato. Le formulazioni sono sviluppate in Germania e rispettano i più elevati standard di qualità. Durante la produzione, non vengono utilizzati antiagglomeranti, agenti di carica e allergeni: i prodotti sono […]
  • MasonBees: la casa delle api
    MasonBees Ltd. è nata come parte della Oxford Bee Company, ovvero un’organizzazione che ricerca il ciclo di vita delle Red Mason Bee. CJ Wildbird Foods Ltd. ha acquistato la Oxford Bee Company nel 2006 ed ha proseguito la ricerca, conducendo varie prove sul campo con le Red Mason Bees. Queste prove avevano lo scopo di […]
  • Dolomiti Wellness Hotel Fanes: un piccolo angolo di paradiso in Alta Badia
    Il Dolomiti Wellness Hotel Fanes è in una delle terrazze più assolate e panoramiche di San Cassiano, piccolo e grazioso villaggio di montagna, nelle Dolomiti a poco più di 1.500 metri s.l.m. in Alta Badia: cinque minuti per raggiungere il centro a piedi, isola pedonale ricca di vetrine e negozi, servizi ancillari e noleggio attrezzatura, […]
  • Abiby: la Beauty Box perfetta per chi vuole qualità e innovazione
    Abiby è il servizio in abbonamento che permette ogni mese di scoprire le migliori novità in ambito skincare, make-up e beauty con un’esperienza unica e a sorpresa. La missione di Abiby è quella di usare l’esperienza per far scoprire i migliori brand al mondo, quelli che da soli è difficile trovare. Come? Viaggiando costantemente alla ricerca di prodotti […]
  • Vinilia Wine Resort: immergiti nel cuore del Salento
    Vinilia Wine Resort è un’antica dimora risalente agli inizi del ‘900 quando era destinata ad essere la residenza estiva della nobile famiglia degli Schiavoni. Oggi, dopo un’attenta e raffinata attività di restauro conservativo, a cura della famiglia Parisi Lacaita, si appresta a diventare un punto di riferimento per l’accoglienza e per un’autentica esperienza nella terra […]
  • Natura, storia e paesaggi mozzafiato: questa è l’isola di Skye
    Skye è una delle migliori località da visitare in Scozia. È famosa per i suoi paesaggi mozzafiato e per la storia che ha alle spalle. L’isola di Skye è lunga 50 miglia ed è la più grande delle Ebridi Interne, ovvero un arcipelago situato al largo della costa occidentale della Scozia, a sud-est delle Ebridi Esterne. Insieme, […]
  • Tenuta Monacelli: che meraviglia il Salento!
    Masseria Monacelli, masseria fortificata del ‘600 e Masseria Giampaolo, esclusivo borgo del ‘400, si impongono con le loro torri di avvistamento nel cuore del Salento. Situate in prossimità dell’Abbazia romanico-bizantina S. Maria a Cerrate, oggi tra i beni del Fondo Ambiente Italiano, testimoniano tracce di storia. Entrambe custodiscono un prezioso frantoio ipogeo, le stanze di stoccaggio […]
  • Incanto e lusso al Castello di Guarene, in Piemonte
    Nel Settecento, il Castello fu la realizzazione di un sogno di Carlo Giacinto Roero, signore di Guarene. Il nobiluomo voleva una nuova e splendida dimora e se la costruì, la circondò di giardini e la arredò. Ne aveva la capacità e i mezzi: era un buon architetto, sia pure dilettante, un aristocratico di primo piano […]

Categorie

di tendenza