Connect with us
Pubblicità

Correva l anno....

3 marzo 1990: l’efferato omicidio di Sella Valsugana

Pubblicato

-

Sabato 3 marzo del 1990 a metà mattina, i carabinieri di Borgo vengono chiamati d’urgenza a Sella Valsugana. In un piazzale accanto alla colonia Val Paradiso viene trovato il corpo di un uomo con la nuca sfondata da un colpo di pistola sparato a bruciapelo.

Il corpo è quello di Tullio Sommadossi, tassista di 47 anni, di Ranzo, padre di 3 figli.

Viene trovato dentro il suo taxi numero 8, parcheggiato lungo un sentiero, ucciso a bruciapelo da un solo colpo di pistola calibro 7,65 sparato alla nuca. La morte risale alla stessa notte.

L’omicidio da il via ad una miriade di ipotesi e le indagini seguono numerose piste anche le più improbabili. Si parla di un delitto di mafia, passionale, e le illazioni e le ipotesi si sprecano per quasi 4 mesi.

Ma non si trova il movente, in quando la vita di Sommadossi è così cristallina, trasparente e onesta da essere sicuri che non si tratta di nessun delitto premeditato. Proprio per questo il delitto appare fin da subito di difficile interpretazione. 

Dopo 4 mesi il procuratore Simeoni spicca 4 mandati di arresto per altrettanti giovanissimi. Il più vecchio aveva 20 anni, il più giovane non ne aveva neanche 16 quando assieme ad altri due amici hanno progettato la rapina ai danni del povero tassista finita in omicidio.

Per i quattro vengono confermati gli arresti come indiziati dell’ uccisione di Sommadossi. L’idea della rapina viene ad uno di loro all’epoca minorenne dopo una serata passata tra pub, discoteche e prostitute. Sarà lui, A.R., salito sull’auto pubblica, a freddare il tassista.

Dietro al taxi seguivano su una Fiat Regata il proprietario della macchina A. C., 20 anni, paracadutista degli alpini e P. T., 19 anni, pure lui militare e un altro ragazzo minorenne.

Nessun accordo prima, un omicidio nato come poteva nascere una qualsiasi altra bravata. L’idea iniziale era quella di stare assieme in qualche bar. Solo che A.R. si presenta con due pistole e lancia l’idea di rapinare un tassista. Convince i reticenti. Scelgono il taxi.

Da Trento si fanno portare in Valsugana, a Sella, dove lo fanno fermare. Invece dei soldi salta fuori la pistola che viene puntata alla nuca del Sommadossi. Questi però reagisce e lancia l’ auto contro il muro di una casa. Il proiettile in canna, parte e uccide.

I due maggiorenni, accusati di concorso in omicidio, saranno condannati a quattro anni e 4 mesi di reclusione. Ai due la corte di appello ha infatti riconosciuto alcune attenuanti. Per i due minorenni in quanto tali non si è saputo più nulla e sono finiti nell’oblio.

Oblio che il nostro giornale ha voluto rispettare non pubblicando i nomi dei protagonisti che speriamo dopo 31 anni si siano rifatti una vita onesta pagando il prezzo di una tragedia insulsa ed inutile. 

 

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Bear with Benefits: gli integratori a forma di orsetti gommosi
    Bears with Benefits sono degli orsetti gommosi ricchi di vitamine e minerali. Si tratta infatti di integratori alimentari con un complesso vitaminico e minerale altamente concentrato. Le formulazioni sono sviluppate in Germania e rispettano i più elevati standard di qualità. Durante la produzione, non vengono utilizzati antiagglomeranti, agenti di carica e allergeni: i prodotti sono […]
  • MasonBees: la casa delle api
    MasonBees Ltd. è nata come parte della Oxford Bee Company, ovvero un’organizzazione che ricerca il ciclo di vita delle Red Mason Bee. CJ Wildbird Foods Ltd. ha acquistato la Oxford Bee Company nel 2006 ed ha proseguito la ricerca, conducendo varie prove sul campo con le Red Mason Bees. Queste prove avevano lo scopo di […]
  • Dolomiti Wellness Hotel Fanes: un piccolo angolo di paradiso in Alta Badia
    Il Dolomiti Wellness Hotel Fanes è in una delle terrazze più assolate e panoramiche di San Cassiano, piccolo e grazioso villaggio di montagna, nelle Dolomiti a poco più di 1.500 metri s.l.m. in Alta Badia: cinque minuti per raggiungere il centro a piedi, isola pedonale ricca di vetrine e negozi, servizi ancillari e noleggio attrezzatura, […]
  • Abiby: la Beauty Box perfetta per chi vuole qualità e innovazione
    Abiby è il servizio in abbonamento che permette ogni mese di scoprire le migliori novità in ambito skincare, make-up e beauty con un’esperienza unica e a sorpresa. La missione di Abiby è quella di usare l’esperienza per far scoprire i migliori brand al mondo, quelli che da soli è difficile trovare. Come? Viaggiando costantemente alla ricerca di prodotti […]
  • Vinilia Wine Resort: immergiti nel cuore del Salento
    Vinilia Wine Resort è un’antica dimora risalente agli inizi del ‘900 quando era destinata ad essere la residenza estiva della nobile famiglia degli Schiavoni. Oggi, dopo un’attenta e raffinata attività di restauro conservativo, a cura della famiglia Parisi Lacaita, si appresta a diventare un punto di riferimento per l’accoglienza e per un’autentica esperienza nella terra […]
  • Natura, storia e paesaggi mozzafiato: questa è l’isola di Skye
    Skye è una delle migliori località da visitare in Scozia. È famosa per i suoi paesaggi mozzafiato e per la storia che ha alle spalle. L’isola di Skye è lunga 50 miglia ed è la più grande delle Ebridi Interne, ovvero un arcipelago situato al largo della costa occidentale della Scozia, a sud-est delle Ebridi Esterne. Insieme, […]
  • Tenuta Monacelli: che meraviglia il Salento!
    Masseria Monacelli, masseria fortificata del ‘600 e Masseria Giampaolo, esclusivo borgo del ‘400, si impongono con le loro torri di avvistamento nel cuore del Salento. Situate in prossimità dell’Abbazia romanico-bizantina S. Maria a Cerrate, oggi tra i beni del Fondo Ambiente Italiano, testimoniano tracce di storia. Entrambe custodiscono un prezioso frantoio ipogeo, le stanze di stoccaggio […]
  • Incanto e lusso al Castello di Guarene, in Piemonte
    Nel Settecento, il Castello fu la realizzazione di un sogno di Carlo Giacinto Roero, signore di Guarene. Il nobiluomo voleva una nuova e splendida dimora e se la costruì, la circondò di giardini e la arredò. Ne aveva la capacità e i mezzi: era un buon architetto, sia pure dilettante, un aristocratico di primo piano […]
  • Nina Trulli Resort: la masseria perfetta tra la Costa dei trulli e la Valle d’Itria
    Nina Trulli Resort è una masseria immersa nella tipica campagna pugliese, dalla Costa dei trulli a Valle d’Itria, e si trova a soli 5 Km dal mare. Nella zona di Monopoli, città dalle radicate tradizioni marinare anche conosciuta come Città delle cento contrade, è possibile fare letteralmente un tuffo nel passato pur senza mai rinunciare […]

Categorie

di tendenza