Connect with us
Pubblicità

Ambiente Abitare

Meteo agricoltura, servizio giornaliero per oltre 5.000 iscritti

Pubblicato

-

Da quasi 25 anni il bollettino meteorologico per l’agricoltura accompagna l’attività nei campi del Trentino.

A partire da oggi, primo marzo, è ripresa la diffusione della nota giornaliera elaborata da MeteoTrentino – in collaborazione con la Fondazione Edmund Mach – che approfondisce i temi cari agli agricoltori, a partire dal rischio di gelate primaverili. Sono circa 5.000 gli addetti ai lavori (tecnici e imprenditori) iscritti al servizio, che vengono aggiornati in maniera tempestiva iscrivendosi al servizio WhatsApp o scaricando un’applicazione per il cellulare sviluppata da Fem.

Meteo-agricoltura è un servizio innovativo sviluppato negli ultimi 10 anni per rispondere alle esigenze di supporto avanzate dal mondo agricolo. In questo modo, forniamo una una lettura specifica e specializzata dei dati, al fine di supportare l’attività di un settore fondamentale per l’economia del nostro territorio spiega Mauro Gaddo, direttore dell’Ufficio previsioni e pianificazione della Provincia autonoma di Trento.

Pubblicità
Pubblicità

Quello fornito agli agricoltori è un servizio gratuito che di anno in anno sta riscuotendo sempre maggiore successo, grazie alla AppFEM Dati Meteo Trentino ” adatta a tutti i sistemi operativi e al sistema di messaggistica WhatsApp che può essere attivato salvando il numero 335.8428341 sul proprio smartphone e inviando un messaggio al medesimo numero con testo “Agricoltura”.

Il servizio copre l’arco dell’anno compreso tra i primi caldi primaverili e la chiusura della raccolta delle mele con le ultime varietà a novembre. “Non forniamo previsioni meteo complete, ma andiamo a toccare temi specifici che interessano il mondo agricolospiega il fisico meteorologo Andrea Piazza, che si occupa in prima persona di questo progetto sperimentale a supporto delle aziende agricole, in collaborazione con la Fondazione Mach. Agli iscritti viene dunque inviato ogni giorno un messaggio di testo.

L’aumento delle temperature negli ultimi giorni di febbraio ha portato le massime a toccare quota 20 gradi nel fondovalle e quindi c’è molta attenzione all’anticipo vegetativo che, nei fondovalle più bassi, è simile a quello osservato lo scorso anno ed è di circa una settimana rispetto alla media. “Nei prossimi giorni, almeno fino a giovedì, le temperature diurne rimarranno miti mentre nel fine settimana è probabile l’afflusso di aria più fredda ma è ancora troppo presto per parlare di gelateconclude Piazza.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Chalet Pinocchio, dove sentirsi sempre a casa
    Chalet Pinocchio si trova a Brentonico, nel sud del Trentino, a 16 km dal centro di Rovereto e a 10 km dall’uscita autostradale di Rovereto sud. Situato in una piccola località montana che d’inverno diventa il centro ideale per accedere alla Ski Area Polsa San Valentino, con piste facili ideali anche per chi vuole imparare; d’estate, […]
  • Bear with Benefits: gli integratori a forma di orsetti gommosi
    Bears with Benefits sono degli orsetti gommosi ricchi di vitamine e minerali. Si tratta infatti di integratori alimentari con un complesso vitaminico e minerale altamente concentrato. Le formulazioni sono sviluppate in Germania e rispettano i più elevati standard di qualità. Durante la produzione, non vengono utilizzati antiagglomeranti, agenti di carica e allergeni: i prodotti sono […]
  • MasonBees: la casa delle api
    MasonBees Ltd. è nata come parte della Oxford Bee Company, ovvero un’organizzazione che ricerca il ciclo di vita delle Red Mason Bee. CJ Wildbird Foods Ltd. ha acquistato la Oxford Bee Company nel 2006 ed ha proseguito la ricerca, conducendo varie prove sul campo con le Red Mason Bees. Queste prove avevano lo scopo di […]
  • Dolomiti Wellness Hotel Fanes: un piccolo angolo di paradiso in Alta Badia
    Il Dolomiti Wellness Hotel Fanes è in una delle terrazze più assolate e panoramiche di San Cassiano, piccolo e grazioso villaggio di montagna, nelle Dolomiti a poco più di 1.500 metri s.l.m. in Alta Badia: cinque minuti per raggiungere il centro a piedi, isola pedonale ricca di vetrine e negozi, servizi ancillari e noleggio attrezzatura, […]
  • Abiby: la Beauty Box perfetta per chi vuole qualità e innovazione
    Abiby è il servizio in abbonamento che permette ogni mese di scoprire le migliori novità in ambito skincare, make-up e beauty con un’esperienza unica e a sorpresa. La missione di Abiby è quella di usare l’esperienza per far scoprire i migliori brand al mondo, quelli che da soli è difficile trovare. Come? Viaggiando costantemente alla ricerca di prodotti […]
  • Vinilia Wine Resort: immergiti nel cuore del Salento
    Vinilia Wine Resort è un’antica dimora risalente agli inizi del ‘900 quando era destinata ad essere la residenza estiva della nobile famiglia degli Schiavoni. Oggi, dopo un’attenta e raffinata attività di restauro conservativo, a cura della famiglia Parisi Lacaita, si appresta a diventare un punto di riferimento per l’accoglienza e per un’autentica esperienza nella terra […]
  • Natura, storia e paesaggi mozzafiato: questa è l’isola di Skye
    Skye è una delle migliori località da visitare in Scozia. È famosa per i suoi paesaggi mozzafiato e per la storia che ha alle spalle. L’isola di Skye è lunga 50 miglia ed è la più grande delle Ebridi Interne, ovvero un arcipelago situato al largo della costa occidentale della Scozia, a sud-est delle Ebridi Esterne. Insieme, […]
  • Tenuta Monacelli: che meraviglia il Salento!
    Masseria Monacelli, masseria fortificata del ‘600 e Masseria Giampaolo, esclusivo borgo del ‘400, si impongono con le loro torri di avvistamento nel cuore del Salento. Situate in prossimità dell’Abbazia romanico-bizantina S. Maria a Cerrate, oggi tra i beni del Fondo Ambiente Italiano, testimoniano tracce di storia. Entrambe custodiscono un prezioso frantoio ipogeo, le stanze di stoccaggio […]
  • Incanto e lusso al Castello di Guarene, in Piemonte
    Nel Settecento, il Castello fu la realizzazione di un sogno di Carlo Giacinto Roero, signore di Guarene. Il nobiluomo voleva una nuova e splendida dimora e se la costruì, la circondò di giardini e la arredò. Ne aveva la capacità e i mezzi: era un buon architetto, sia pure dilettante, un aristocratico di primo piano […]

Categorie

di tendenza