Connect with us
Pubblicità

Trento

Lavoratori a tempo determinato e stagionali: potenziato l’assegno unico per sostenere chi è rimasto disoccupato a causa del Covid-19

Pubblicato

-

Potenziato l’assegno unico in favore delle famiglie dei lavoratori a tempo determinato/stagionali e somministrati che non hanno lavorato durante quest’ultimo inverno a causa della pandemia.

Lo stabilisce una recentissima decisione della Giunta su proposta dell’assessore allo sviluppo economico, ricerca e lavoro Achille Spinelli, che amplia e rafforza il principale strumento di cui la Provincia dispone per sostenere i lavoratori rimastia casa” a causa delle restrizioni determinate dal Covid-19.

Una decisionesottolinea Spinelliche completa il quadro già delineato dalla precedente delibera dello scorso 10 febbraio, con la quale erano stati rivisti i criteri di attualizzazione della condizione economica per i nuclei familiari beneficiari dell’assegno. Considerato però che il Ministro della Salute ha deciso di differire la riapertura degli impianti nei comprensori sciistici, alcune categorie di lavoratori assunte specificamente in vista della ripartenza della stagione si ritrovano ora senza lavoro, il che rende necessario rivedere i criteri per l’attualizzazione, al fine di ammettere al beneficio anche chi durante l’inverno ha lavorato per poco tempo, tenuto conto ovviamente della situazione familiare nel suo complesso.

Pubblicità
Pubblicità

Il nostro intento rimane sempre lo stesso: utilizzare gli strumenti che l’Autonomia ci mette a disposizione per venire incontro ai bisogni di chi è più in difficoltà, sul fronte del lavoro dipendente come su quello dell’impresa”.

Con la legge provinciale 3 del maggio 2020, a causa degli effetti del Covid, era stato autorizzato uno stanziamento aggiuntivo di 13 milioni di euro all’assegno unico provinciale,  con contestuale modifica dei criteri di erogazione, al fine di attualizzare la situazione reddituale dei nuclei familiari che ne beneficiavano.

Una successiva decisione, del settembre dello scorso anno, aveva esteso anche ai lavoratori stagionali l’accesso all’attualizzazione. La misura estiva non ha prodotto risultati apprezzabili soprattutto per il positivo andamento delle assunzioni nel comparto turistico. Le modifiche e integrazioni decise ora – con la delibera del 10 febbraio scorso e quella recente – ampliano ulteriormente la casistica dei beneficiari e introducono inoltre alcune modifiche tecniche necessarie ai fini di dare allo strumento una portata ancora più capillare.

Pubblicità
Pubblicità

 Vediamole in sintesi:

 – viene meno il requisito di non avere lavorato nel periodo 1° dicembre 2020 – 14 febbraio 2021, dando la facoltà di attualizzare la condizione economica anche ai nuclei in cui uno o più componenti, lavoratori a tempo determinato/stagionali/somministrati, abbiano lavorato per non più di due settimane (calcolate in termini di 2 settimane di copertura previdenziale, mediante versamenti previdenziali obbligatori per effetto di attività lavorativa subordinata);

– i nuclei familiari beneficiari dell’assegno unico a seguito di questa attualizzazione per gli “stagionali” non sono soggetti agli obblighi di condizionalità previsti per gli altri nuclei;

– non si applicano, inoltre, le disposizioni riguardanti la non cumulabilità con il reddito di cittadinanza;

– fra le modifiche tecniche, è previsto che l’attualizzazione per i lavoratori “stagionali” non si sovrappone all’attualizzazione ordinaria (mentre nella deliberazione precedente questa disposizione era prevista solo in riferimento all’attualizzazione per lavoratori stagionali approvata in settembre).

Le domande vanno presentate presso i patronati e gli sportelli periferici provinciali, dal 15 marzo al 31 maggio 2021. L’erogazione del beneficio è prevista per 3 mesi: aprile-maggio-giugno.

A breve ulteriori informazioni sul sito ripartitrentino.provincia.tn.it

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Vinilia Wine Resort: immergiti nel cuore del Salento
    Vinilia Wine Resort è un’antica dimora risalente agli inizi del ‘900 quando era destinata ad essere la residenza estiva della nobile famiglia degli Schiavoni. Oggi, dopo un’attenta e raffinata attività di restauro conservativo, a cura della famiglia Parisi Lacaita, si appresta a diventare un punto di riferimento per l’accoglienza e per un’autentica esperienza nella terra […]
  • Natura, storia e paesaggi mozzafiato: questa è l’isola di Skye
    Skye è una delle migliori località da visitare in Scozia. È famosa per i suoi paesaggi mozzafiato e per la storia che ha alle spalle. L’isola di Skye è lunga 50 miglia ed è la più grande delle Ebridi Interne, ovvero un arcipelago situato al largo della costa occidentale della Scozia, a sud-est delle Ebridi Esterne. Insieme, […]
  • Tenuta Monacelli: che meraviglia il Salento!
    Masseria Monacelli, masseria fortificata del ‘600 e Masseria Giampaolo, esclusivo borgo del ‘400, si impongono con le loro torri di avvistamento nel cuore del Salento. Situate in prossimità dell’Abbazia romanico-bizantina S. Maria a Cerrate, oggi tra i beni del Fondo Ambiente Italiano, testimoniano tracce di storia. Entrambe custodiscono un prezioso frantoio ipogeo, le stanze di stoccaggio […]
  • Incanto e lusso al Castello di Guarene, in Piemonte
    Nel Settecento, il Castello fu la realizzazione di un sogno di Carlo Giacinto Roero, signore di Guarene. Il nobiluomo voleva una nuova e splendida dimora e se la costruì, la circondò di giardini e la arredò. Ne aveva la capacità e i mezzi: era un buon architetto, sia pure dilettante, un aristocratico di primo piano […]
  • Nina Trulli Resort: la masseria perfetta tra la Costa dei trulli e la Valle d’Itria
    Nina Trulli Resort è una masseria immersa nella tipica campagna pugliese, dalla Costa dei trulli a Valle d’Itria, e si trova a soli 5 Km dal mare. Nella zona di Monopoli, città dalle radicate tradizioni marinare anche conosciuta come Città delle cento contrade, è possibile fare letteralmente un tuffo nel passato pur senza mai rinunciare […]
  • Il paese più felice del mondo? La Finlandia!
    La classifica del World Happiness Report parla chiaro: per il terzo anno di fila il posto più felice del mondo sarebbe la Finlandia. Il World Happiness Report è una classifica redatta dalla United Nations Sustainable Development Solutions Network in base ai dati del Gallup World Poll. Mentre il primo posto vede i colori della bandiera […]
  • Il posto perfetto per staccare dal mondo? Le Isole Lofoten!
    Se pensi che i fiordi norvegesi siano belli, potrebbe interessarti fare una bella vacanza alle Isole Lofoten. Un luogo da sogno, un arcipelago simile a un’appendice di montagne frastagliate incredibilmente belle che si protendono nel Mare di Norvegia a ovest di Narvik. Le varie isole sono unite dalla E10, un’impresa di ingegneria altrettanto impressionante come […]
  • X-Bionic Sphere: in Slovacchia un vero paradiso per gli amanti del lusso e dello sport
    Non tutti sanno che a Samorin, in Slovacchia, esiste un vero e proprio paradiso per atleti e per appassionati di lusso e sport. X-Bionic® Sphere è un complesso di hotel e strutture sportive dove il lusso ed il comfort vanno a braccetto con tutte le esigenze di atleti, famiglie e visitatori. L’Hotel offre un servizio di […]
  • Boscareto Resort and Spa: ritrovate la giusta quiete tra vini, buon cibo e paesaggi mozzafiato
    Immerso tra le colline, il Boscareto Resort & Spa rivela la sua bellezza nell’incantevole panorama su cui si affaccia, nei colori dei vigneti e nel meraviglioso territorio delle Langhe, dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Alba è punto di partenza e di arrivo per chi viaggia nella zona, con i suoi caffè, le chiese, la storia romana […]

Categorie

di tendenza