Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Svincolo sulla SS42, per il gruppo consiliare “Malé Casa Comune” il progetto va aggiornato: «Fondamentali il risparmio del territorio e la riduzione dell’impatto ambientale»

Pubblicato

-

Il progetto esecutivo per il completamento dello svincolo di Malé centro, sulla Strada Statale 42, va rivisto e aggiornato, tenendo conto di alcuni presupposti fondamentali: minimizzare l’occupazione del territorio e l’impatto ambientale dell’opera, che deve avere delle proporzioni adeguate alle effettive necessità, con una riqualificazione della strada di accesso a Malé est.

Questo, in estrema sintesi, è il pensiero del gruppo consiliare di minoranza “Malé Casa Comune”, che nei giorni scorsi ha presentato una mozione nella quale, oltre a chiedere la convocazione di un Consiglio comunale ad hoc per discutere del contenuto del documento, propone di sollecitare gli organi competenti al fine di definire un progetto che abbia tra i presupposti il risparmio di territorio e la riduzione dell’impatto ambientale, con scelte architettoniche in armonia con l’ambiente circostante.

Ma anche di concordare una compartecipazione dell’Amministrazione Provinciale nella riqualificazione delle aree adiacenti allo svincolo, nello specifico la strada che collega il sottopasso della ferrovia con piazza Garibaldi.

Pubblicità
Pubblicità

L’intervento condiviso un mese fa dal governatore Maurizio Fugatti, accompagnato dal dirigente generale dell’Agenzia provinciale per le opere pubbliche Luciano Martorano, con l’amministrazione comunale solandra guidata da Barbara Cunaccia (qui l’articolo), prevede il completamento dello svincolo esistente, consentendo tutte le manovre da e per il centro abitato di Malé.

L’opera, prevista dal “decreto anti-Covid” e già finanziata attraverso l’ultima legge di assestamento di bilancio per un importo di 2,8 milioni di euro, è necessaria per favorire peraltro una migliore organizzazione della viabilità interna al capoluogo della Val di Sole e il rilancio turistico della zona.

Per il gruppo consiliare “Malé Casa Comune”, composto dai consiglieri Roberto Endrizzi, Paola Pedrazzoli, Alberto Penasa, Sergio Zanella e Nicola Zuech, il progetto, ormai datato, va però aggiornato.

Pubblicità
Pubblicità

«Come noto, l’area d’interesse costituisce zona agricola di pregio, una delle ultime aree della borgata destinate a coltivazione e foraggio – scrive la minoranza nella mozione –. È fondamentale quindi proporre un’opera che preservi il territorio, definendola di concerto con i proprietari dei fondi. A tal proposito, qualsivoglia soluzione si decida di implementare, dovrà essere garantita una strada di accesso ai fondi che altrimenti rimarrebbero isolati».

«Non meno importante è la tutela del paesaggio: un paese a vocazione turistica come Malé deve optare per una soluzione a basso impatto ambientale. Gli accessi al paese, tra l’altro, sono un biglietto da visita, realizzare un’opera sproporzionata o architettonicamente non in linea con il contesto ambientale in cui è calata non può che danneggiare l’offerta turistica stessa».

Le proporzioni dell’intervento, dunque, dovrebbero rispecchiare le effettive necessità. «È opportuno realizzare un’opera delle giuste dimensioni, progettata per sostenere il carico veicolare a cui sarà sottoposta e conforme ai requisiti di sicurezza di settore – si legge ancora nel documento –. Basandoci su quanto discusso nell’incontro pubblico del 29 giugno 2011, la soluzione detta “alla francese” risulterebbe consona alle esigenze, in quanto connubio di riduzione dell’impatto ambientale, risparmio di territorio e corrette proporzioni».

Sarebbe importante, infine, anche una riqualificazione della strada di accesso a Malé est. «Una riduzione dei volumi d’interesse dell’opera permetterebbe anche una riduzione dei costi – conclude il gruppo di minoranza –. A nostro parere è opportuno intavolare una discussione con l’Amministrazione Provinciale, al fine di concordare una compartecipazione nelle spese necessarie alla rettifica delle pendenze e successiva riqualificazione della strada che dal sottopassaggio della ferrovia conduce a piazza Garibaldi».

Ora la palla passa alla sindaca Barbara Cunaccia e alla sua giunta, che dovranno decidere se accogliere le proposte della minoranza oppure proseguire lungo la strada delineata durante l’incontro con il presidente Fugatti.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Bear with Benefits: gli integratori a forma di orsetti gommosi
    Bears with Benefits sono degli orsetti gommosi ricchi di vitamine e minerali. Si tratta infatti di integratori alimentari con un complesso vitaminico e minerale altamente concentrato. Le formulazioni sono sviluppate in Germania e rispettano i più elevati standard di qualità. Durante la produzione, non vengono utilizzati antiagglomeranti, agenti di carica e allergeni: i prodotti sono […]
  • MasonBees: la casa delle api
    MasonBees Ltd. è nata come parte della Oxford Bee Company, ovvero un’organizzazione che ricerca il ciclo di vita delle Red Mason Bee. CJ Wildbird Foods Ltd. ha acquistato la Oxford Bee Company nel 2006 ed ha proseguito la ricerca, conducendo varie prove sul campo con le Red Mason Bees. Queste prove avevano lo scopo di […]
  • Dolomiti Wellness Hotel Fanes: un piccolo angolo di paradiso in Alta Badia
    Il Dolomiti Wellness Hotel Fanes è in una delle terrazze più assolate e panoramiche di San Cassiano, piccolo e grazioso villaggio di montagna, nelle Dolomiti a poco più di 1.500 metri s.l.m. in Alta Badia: cinque minuti per raggiungere il centro a piedi, isola pedonale ricca di vetrine e negozi, servizi ancillari e noleggio attrezzatura, […]
  • Abiby: la Beauty Box perfetta per chi vuole qualità e innovazione
    Abiby è il servizio in abbonamento che permette ogni mese di scoprire le migliori novità in ambito skincare, make-up e beauty con un’esperienza unica e a sorpresa. La missione di Abiby è quella di usare l’esperienza per far scoprire i migliori brand al mondo, quelli che da soli è difficile trovare. Come? Viaggiando costantemente alla ricerca di prodotti […]
  • Vinilia Wine Resort: immergiti nel cuore del Salento
    Vinilia Wine Resort è un’antica dimora risalente agli inizi del ‘900 quando era destinata ad essere la residenza estiva della nobile famiglia degli Schiavoni. Oggi, dopo un’attenta e raffinata attività di restauro conservativo, a cura della famiglia Parisi Lacaita, si appresta a diventare un punto di riferimento per l’accoglienza e per un’autentica esperienza nella terra […]
  • Natura, storia e paesaggi mozzafiato: questa è l’isola di Skye
    Skye è una delle migliori località da visitare in Scozia. È famosa per i suoi paesaggi mozzafiato e per la storia che ha alle spalle. L’isola di Skye è lunga 50 miglia ed è la più grande delle Ebridi Interne, ovvero un arcipelago situato al largo della costa occidentale della Scozia, a sud-est delle Ebridi Esterne. Insieme, […]
  • Tenuta Monacelli: che meraviglia il Salento!
    Masseria Monacelli, masseria fortificata del ‘600 e Masseria Giampaolo, esclusivo borgo del ‘400, si impongono con le loro torri di avvistamento nel cuore del Salento. Situate in prossimità dell’Abbazia romanico-bizantina S. Maria a Cerrate, oggi tra i beni del Fondo Ambiente Italiano, testimoniano tracce di storia. Entrambe custodiscono un prezioso frantoio ipogeo, le stanze di stoccaggio […]
  • Incanto e lusso al Castello di Guarene, in Piemonte
    Nel Settecento, il Castello fu la realizzazione di un sogno di Carlo Giacinto Roero, signore di Guarene. Il nobiluomo voleva una nuova e splendida dimora e se la costruì, la circondò di giardini e la arredò. Ne aveva la capacità e i mezzi: era un buon architetto, sia pure dilettante, un aristocratico di primo piano […]
  • Nina Trulli Resort: la masseria perfetta tra la Costa dei trulli e la Valle d’Itria
    Nina Trulli Resort è una masseria immersa nella tipica campagna pugliese, dalla Costa dei trulli a Valle d’Itria, e si trova a soli 5 Km dal mare. Nella zona di Monopoli, città dalle radicate tradizioni marinare anche conosciuta come Città delle cento contrade, è possibile fare letteralmente un tuffo nel passato pur senza mai rinunciare […]

Categorie

di tendenza