Connect with us
Pubblicità

Arte e Cultura

“La viaggiatrice” un esordio da star per la giovane regista Ludovica Zedda

Pubblicato

-

Prendetevi una pausa prima di leggere questo articolo e guardate il video “La viaggiatrice” della giovane regista milanese Ludovica Zedda, diplomata in regia all’ICMA (Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni) di Busto Arsizio, che nel novembre 2019 ha vinto il concorso “Cinefutura Fest”, giudicato il migliore cortometraggio dell’anno, poi ancora altri ambiti premi in Italia e all’estero.

E’ un corto che incanta per la delicatezza con la quale affronta il tema dell’Alzheimer, ma l’inizio del film ambientato negli anni Cinquanta su quel treno diretto in Francia è talmente coinvolgente, che non ti aspetti un cambio di scena così repentino.

Sarà la musica, sarà l’intensa interpretazione dei personaggi e le inquadrature perfette che sembrano scrutare il pensiero e l’immaginario… che dispiace non poter seguire più a lungo la trama per nulla angosciante, eppure parliamo di una patologia – l’Alzheimer – che in Italia colpisce 600mila persone, generalmente anziani.

Pubblicità
Pubblicità

Marta protagonista del film (Maria Luisa Zaltron) nel vagone incontra un medico (Matteo Busurgi), tra loro si instaura un dialogo che pian piano fa prendere coscienza di un problema: la viaggiatrice non ricorda il nome del suo fidanzato Jean che la sta aspettando.

Improvvisamente al posto del medico compare Alice (Federica Ferro), sembra che sappia alcuni dettagli di Marta eppure non si conoscono. Alice racconta la sua passione per l’arte, anche se i suoi genitori vorrebbero per lei studi più classici.

Poi di colpo la scena si svolge all’interno di una casa di riposo dove troviamo Marta anziana (Paola Magister) malata di Alzheimer in compagnia della giovane nipote Alice, che insieme al medico la aiuteranno a ricordare quel nome (Jean).

Pubblicità
Pubblicità

L’effetto finale è quello di svegliarsi da un sogno, dove lo spettatore viene coinvolto nel viaggio mentale di Marta. Le scene si spostano dal finestrino del treno alla finestra della clinica, movimento e flashback per raccontare alcuni sintomi della malattia, ricordi di persone conosciute in gioventù che si vorrebbero raggiungere.

Questa è una storia autobiografica che la regista Ludovica Zedda aveva in mente da tempo, aspettava solo l’occasione giusta per creare il cortometraggio da realizzare a fine corso senza la supervisione di professionisti, opera in cui si è cimentata con l’aiuto dei compagni di studio, uno staff motivato con un casting da lei selezionato.

Le scene sono state girate in una clinica di Busto Arsizio (prima del lockdown) e in un vagone storico del Museo delle Industrie e del lavoro di Saronno.

Un film in economia e pluripremiato, a significare che la passione, ambizione e determinazione di una donna possono vincere anche in un mestiere – la regia – ancora prerogativa degli uomini.

Ludovica Zedda ha messo in luce le sue doti organizzative e direttive necessarie per coordinare tutte le fasi del cortometraggio, in particolare scrivere la sceneggiatura, creare le inquadrature e guidare gli attori sul set, oltre ad un approfondito studio della storia del cinema.

Il prossimo lavoro “Spiaggia libera” è ambientato in Sardegna e narra il rapporto tra padre e figlia adolescente, ancora un tema che avrà qualcosa di speciale da raccontare.
Questa volta la sfida sarà quella di trovare un produttore, intanto il crowdfunding è avviato.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Bear with Benefits: gli integratori a forma di orsetti gommosi
    Bears with Benefits sono degli orsetti gommosi ricchi di vitamine e minerali. Si tratta infatti di integratori alimentari con un complesso vitaminico e minerale altamente concentrato. Le formulazioni sono sviluppate in Germania e rispettano i più elevati standard di qualità. Durante la produzione, non vengono utilizzati antiagglomeranti, agenti di carica e allergeni: i prodotti sono […]
  • MasonBees: la casa delle api
    MasonBees Ltd. è nata come parte della Oxford Bee Company, ovvero un’organizzazione che ricerca il ciclo di vita delle Red Mason Bee. CJ Wildbird Foods Ltd. ha acquistato la Oxford Bee Company nel 2006 ed ha proseguito la ricerca, conducendo varie prove sul campo con le Red Mason Bees. Queste prove avevano lo scopo di […]
  • Dolomiti Wellness Hotel Fanes: un piccolo angolo di paradiso in Alta Badia
    Il Dolomiti Wellness Hotel Fanes è in una delle terrazze più assolate e panoramiche di San Cassiano, piccolo e grazioso villaggio di montagna, nelle Dolomiti a poco più di 1.500 metri s.l.m. in Alta Badia: cinque minuti per raggiungere il centro a piedi, isola pedonale ricca di vetrine e negozi, servizi ancillari e noleggio attrezzatura, […]
  • Abiby: la Beauty Box perfetta per chi vuole qualità e innovazione
    Abiby è il servizio in abbonamento che permette ogni mese di scoprire le migliori novità in ambito skincare, make-up e beauty con un’esperienza unica e a sorpresa. La missione di Abiby è quella di usare l’esperienza per far scoprire i migliori brand al mondo, quelli che da soli è difficile trovare. Come? Viaggiando costantemente alla ricerca di prodotti […]
  • Vinilia Wine Resort: immergiti nel cuore del Salento
    Vinilia Wine Resort è un’antica dimora risalente agli inizi del ‘900 quando era destinata ad essere la residenza estiva della nobile famiglia degli Schiavoni. Oggi, dopo un’attenta e raffinata attività di restauro conservativo, a cura della famiglia Parisi Lacaita, si appresta a diventare un punto di riferimento per l’accoglienza e per un’autentica esperienza nella terra […]
  • Natura, storia e paesaggi mozzafiato: questa è l’isola di Skye
    Skye è una delle migliori località da visitare in Scozia. È famosa per i suoi paesaggi mozzafiato e per la storia che ha alle spalle. L’isola di Skye è lunga 50 miglia ed è la più grande delle Ebridi Interne, ovvero un arcipelago situato al largo della costa occidentale della Scozia, a sud-est delle Ebridi Esterne. Insieme, […]
  • Tenuta Monacelli: che meraviglia il Salento!
    Masseria Monacelli, masseria fortificata del ‘600 e Masseria Giampaolo, esclusivo borgo del ‘400, si impongono con le loro torri di avvistamento nel cuore del Salento. Situate in prossimità dell’Abbazia romanico-bizantina S. Maria a Cerrate, oggi tra i beni del Fondo Ambiente Italiano, testimoniano tracce di storia. Entrambe custodiscono un prezioso frantoio ipogeo, le stanze di stoccaggio […]
  • Incanto e lusso al Castello di Guarene, in Piemonte
    Nel Settecento, il Castello fu la realizzazione di un sogno di Carlo Giacinto Roero, signore di Guarene. Il nobiluomo voleva una nuova e splendida dimora e se la costruì, la circondò di giardini e la arredò. Ne aveva la capacità e i mezzi: era un buon architetto, sia pure dilettante, un aristocratico di primo piano […]
  • Nina Trulli Resort: la masseria perfetta tra la Costa dei trulli e la Valle d’Itria
    Nina Trulli Resort è una masseria immersa nella tipica campagna pugliese, dalla Costa dei trulli a Valle d’Itria, e si trova a soli 5 Km dal mare. Nella zona di Monopoli, città dalle radicate tradizioni marinare anche conosciuta come Città delle cento contrade, è possibile fare letteralmente un tuffo nel passato pur senza mai rinunciare […]

Categorie

di tendenza