Connect with us
Pubblicità

Trento

Emergenza economica e scolastica: Maurizio Fugatti e Mirko Bisesti incontrano i ministri Garavaglia e Bianchi

Pubblicato

-

Un confronto faccia a faccia, dopo gli appelli lanciati in questi giorni per far sentire forte a Roma, come a Bruxelles, il grido di allarme dei territori di montagna.

È questo in sintesi il senso dell’incontro avvenuto a Roma fra il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, ed il neo ministro al turismo, Massimo Garavaglia.

“Abbiamo rappresentato al ministro – ha commentato Fugatti al termine del colloquio – la drammatica situazione di un settore, quello dello sci, che sta vedendo crollare gli ultimi bastioni di una difesa strenua, durante la quale, accanto ad una dignitosa pazienza, si sono messe in campo idee, iniziative, persino investimenti per garantire almeno una simbolica partenza di una stagione di fatto rimasta al palo. E non si tratta solo di sci – ha spiegato il presidente trentino – perché sono tante e capillari le attività come la ristorazione, il ricettivo, le aziende di noleggio, gli istruttori e via dicendo, che rappresentano un mondo su  cui la montagna ha costruito le basi per la sua sopravvivenza e per il suo sviluppo”. “Questo mondo non può sparire, come se fosse travolto da una valanga – ha concluso Fugatti – e va soccorso: con indennizzi reali e tempestivi”

Pubblicità
Pubblicità

Il governatore del Trentino prima dell’incontro con il ministro ha incontrato Matteo Salvini. Al centro del colloquio: ristori con particolare attenzione alle attività di montagna, al turismo e al settore alberghiero. La chiusura degli impianti da sci pesa fortemente sull’economia trentina e quindi la Lega è determinata a sollevare con forza – in seno al governo – la questione dei risarcimenti.

È stato affrontato anche il problema del Brennero, con code e disagi per i camionisti italiani diretti verso Nord. Secondo Salvini e Fugatti è incomprensibile che Germania e Austria pretendano i tamponi per consentire l’accesso nel proprio Paese agli autotrasportatori, ma la stessa regola non valga al contrario.

L’assessore all’istruzione Mirko Bisesti ha invece incontrato – ma però in video conferenza – il ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi. 

Pubblicità
Pubblicità

Pieno ritorno in aula dei giovani italiani, per riprendere con la scuola in presenza al 100%, e formazione professionale come strumento fondamentale per affrontare la crisi occupazionale: questi due dei temi principali toccati dal nuovo ministro all’Istruzione Patrizio Bianchi nel corso del suo primo incontro – come detto in modalità di videoconferenza –  con gli assessori alla scuola delle Regioni e Provincie autonome italiane.

 “Un incontro svoltosi in un clima molto positivo. – ha commentato Bisesti – Dopo l’assenza di confronto che aveva caratterizzato il Conte-bis, questa volta siamo entrati subito nei temi ‘caldi’: trasporti, percorsi quadriennali, attenzione alle scuole professionali ed ETS, ruolo dei territori e dei governi locali. Mi sembra che siamo partiti con il piede giusto”.

“Quando chiude una scuola in un paese di montagna, muore il paese“, ha detto fra l’altro il ministro, nel corso dei colloqui. Una frase che l’assessore Bisesti ha apprezzato e ripreso, ricordando la specificità del Trentino ma anche la sua volontà di far fronte comune con il Governo e gli altri territori su un tema così vitale quale è quello della scuola, in particolare in un momento tanto difficile.

Il ministro Bianchi ha confermato agli assessori regionali e provinciali la sua volontà di tornare alla scuola in presenza  in maniera “piena”. Sulle tempistiche, però, al momento risulta difficile fare delle previsioni. E’ necessario continuare a monitorare  l’evolversi della situazione, e fare tutto quanto è possibile per favorire il ritorno alla normalità in condizioni di sicurezza.

Sul tema della formazione professionale, il ministro ha riconosciuto da un lato il grave impatto anche occupazionale della pandemia, ricordando però che al tempo stesso vi sono molte aziende che faticano a trovare la manodopera di cui abbisognano, in particolare manodopera specializzata.

E’, questa, una contraddizione solo apparente. E lo strumento per affrontarla si chiama formazione professionalizzante. In Trentino questa è una competenza primaria della Provincia; nondimeno, una maggiore presenza del Governo in questo ambito, come prospettata dal ministro, non può che essere accolta positivamente.

Attenzione è stata chiesta infine al ministro sul tema dei fondi nazionali, dopo l’investimento fatto dalla Giunta provinciale per l’anno scolastico in corso, nell’ottica della ripresa da settembre. I temi verranno ripresi e sviluppati nel corso delle prossime riunioni con il Ministero.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Bear with Benefits: gli integratori a forma di orsetti gommosi
    Bears with Benefits sono degli orsetti gommosi ricchi di vitamine e minerali. Si tratta infatti di integratori alimentari con un complesso vitaminico e minerale altamente concentrato. Le formulazioni sono sviluppate in Germania e rispettano i più elevati standard di qualità. Durante la produzione, non vengono utilizzati antiagglomeranti, agenti di carica e allergeni: i prodotti sono […]
  • MasonBees: la casa delle api
    MasonBees Ltd. è nata come parte della Oxford Bee Company, ovvero un’organizzazione che ricerca il ciclo di vita delle Red Mason Bee. CJ Wildbird Foods Ltd. ha acquistato la Oxford Bee Company nel 2006 ed ha proseguito la ricerca, conducendo varie prove sul campo con le Red Mason Bees. Queste prove avevano lo scopo di […]
  • Dolomiti Wellness Hotel Fanes: un piccolo angolo di paradiso in Alta Badia
    Il Dolomiti Wellness Hotel Fanes è in una delle terrazze più assolate e panoramiche di San Cassiano, piccolo e grazioso villaggio di montagna, nelle Dolomiti a poco più di 1.500 metri s.l.m. in Alta Badia: cinque minuti per raggiungere il centro a piedi, isola pedonale ricca di vetrine e negozi, servizi ancillari e noleggio attrezzatura, […]
  • Abiby: la Beauty Box perfetta per chi vuole qualità e innovazione
    Abiby è il servizio in abbonamento che permette ogni mese di scoprire le migliori novità in ambito skincare, make-up e beauty con un’esperienza unica e a sorpresa. La missione di Abiby è quella di usare l’esperienza per far scoprire i migliori brand al mondo, quelli che da soli è difficile trovare. Come? Viaggiando costantemente alla ricerca di prodotti […]
  • Vinilia Wine Resort: immergiti nel cuore del Salento
    Vinilia Wine Resort è un’antica dimora risalente agli inizi del ‘900 quando era destinata ad essere la residenza estiva della nobile famiglia degli Schiavoni. Oggi, dopo un’attenta e raffinata attività di restauro conservativo, a cura della famiglia Parisi Lacaita, si appresta a diventare un punto di riferimento per l’accoglienza e per un’autentica esperienza nella terra […]
  • Natura, storia e paesaggi mozzafiato: questa è l’isola di Skye
    Skye è una delle migliori località da visitare in Scozia. È famosa per i suoi paesaggi mozzafiato e per la storia che ha alle spalle. L’isola di Skye è lunga 50 miglia ed è la più grande delle Ebridi Interne, ovvero un arcipelago situato al largo della costa occidentale della Scozia, a sud-est delle Ebridi Esterne. Insieme, […]
  • Tenuta Monacelli: che meraviglia il Salento!
    Masseria Monacelli, masseria fortificata del ‘600 e Masseria Giampaolo, esclusivo borgo del ‘400, si impongono con le loro torri di avvistamento nel cuore del Salento. Situate in prossimità dell’Abbazia romanico-bizantina S. Maria a Cerrate, oggi tra i beni del Fondo Ambiente Italiano, testimoniano tracce di storia. Entrambe custodiscono un prezioso frantoio ipogeo, le stanze di stoccaggio […]
  • Incanto e lusso al Castello di Guarene, in Piemonte
    Nel Settecento, il Castello fu la realizzazione di un sogno di Carlo Giacinto Roero, signore di Guarene. Il nobiluomo voleva una nuova e splendida dimora e se la costruì, la circondò di giardini e la arredò. Ne aveva la capacità e i mezzi: era un buon architetto, sia pure dilettante, un aristocratico di primo piano […]
  • Nina Trulli Resort: la masseria perfetta tra la Costa dei trulli e la Valle d’Itria
    Nina Trulli Resort è una masseria immersa nella tipica campagna pugliese, dalla Costa dei trulli a Valle d’Itria, e si trova a soli 5 Km dal mare. Nella zona di Monopoli, città dalle radicate tradizioni marinare anche conosciuta come Città delle cento contrade, è possibile fare letteralmente un tuffo nel passato pur senza mai rinunciare […]

Categorie

di tendenza