Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Dal sentiero del vino a quello del lupo: nuovi percorsi di visita e scoperta

Pubblicato

-

Un sentiero che collegherà tutte le frazioni di Ala e il centro attraverso i vigneti: sarà il “sentiero del vinodi Ala, che racconterà anche storia e memoria della cittadina.

Non è che uno dei percorsi e sentieri pedonali che il Comune si accinge a completare o realizzare; sono stati presentati nei giorni scorsi in una video-conferenza con le associazioni. Perché l’amministrazione non vuole solo segnalare nuovi percorsi, punta anche a creare una rete di volontari che se ne prenda cura, anche attraverso i patti per i Beni Comuni.

Il problema che purtroppo affligge nuove aree parco, la segnaletica di sentieri o percorsi in area pubblica in aree difficilmente controllabili è la manutenzione: se non c’è chi controlla periodicamente tabelle e indicatori, finisce che nel giro di qualche anno questi si deteriorano, vengono rotti dagli agenti atmosferici o, peggio, presi di mira dai vandali.

Pubblicità
Pubblicità

È per questo che l’amministrazione comunale di Ala ha deciso un nuovo approccio per i percorsi pedonali che sta per aprire: la condivisione con le associazioni e – negli auspici – la nascita di una rete di volontari. Tutto è stato al centro del secondo incontro su temi ambientali, organizzato in video-conferenza.

Anche perché sono diversi i percorsi di scoperta che di qui a breve gli alensi e i visitatori potranno percorrere. Lo scopo, per il Comune, è far conoscere di più il territorio di Ala, ingiustamente poco considerato, dal fondovalle alla montagna. Si tratta di sistemare percorsi esistenti, mapparli, migliorare dove serve la percorribilità, indicarli e posizionare la cartellonistica.

I percorsi. L’itinerario enogastronomico “Percorso della memoria” idealmente collegherà Ala con tutte le sue frazioni. Si comincia a lavorare a nord est: il tratto tra Serravalle e Santa Margherita è in fase di cantierizzazione, prevede interventi di sistemazione viaria e cartellonistica. Anche l’itinerario della “strada romana a Marani (cartellonistica da fare) ne sarà una prosecuzione.

Pubblicità
Pubblicità

Verso sud si prevede la prosecuzione oltre Ala, per arrivare a Sdruzzinà (qui si è in fase progettuale, anche per individuare il tragitto migliore, dato che non si può stare troppo a ridosso della montagna, in alcune zone classificata a rischio frane). Sempre a Santa Margherita si sistemerà un sentiero storico, ma abbandonato da tempo, che conduce verso monte Zugna.

Sulla montagna, per la precisione sui Lessini, vedrà la luce il sentiero del lupo: il percorso c’è già, si tratterà solo di collocare la cartellonistica, già realizzata dal Muse. Sempre in questa zona, in collaborazione con associazione Memores e Museo Civico di Rovereto, in primavera, si completerà il sentiero dei Busoni.

Molti alensi avranno invece notato già i cartelli, per ora oscurati, collocati lungo la strada che entra in Valbona, verso la località Bersaglio: realizzati sempre con Memores e Museo Civico, andranno a costituire un percorso storico-naturalistico che verrà frequentato dalle scuole e sarà fruibile da tutti. Poco sotto sono in fase di cantierizzazione le operazioni per la creazione di un parco fluviale lungo il torrente Ala.

E sempre in zona Valbona, Comune e sezione Sat di Ala stanno valutando di attrezzare come palestra di roccia una falesia, già frequentata in passato da appassionati locali. Sempre per attrarre giovani amanti dell’arrampicata, si sta valutando di attrezzare a palestra di roccia indoor uno spazio all’interno dell’Handycamp di Ronchi. Rientrano infine in questi programmi anche le sistemazioni delle aree verdi urbane; a Serravalle sono iniziati i lavori per la riqualificazione dell’area parco, ad Ala si sta progettando quella per l’area verde accanto all’ex canonica.

I beni comuni per la manutenzione. C’è tanta carne al fuoco, ma tanti nuovi percorsi avranno bisogno anche di manutenzione. Ne sa qualcosa la Sat di Ala, che cura già 90 km di sentieri sul territorio. “Abbiamo organizzato questo incontro per illustrare le nostre intenzioni, avere suggerimenti e capire la possibile partecipazione delle associazioni attraverso il volontariato – ha spiegato l’assessore Stefano Gattivorremmo far sì che la nostra rete associazionistica possa prendersi carico della cura dei percorsi, anche per monitorare il territorio ed evitare che quanto si fa non venga poi distrutto in breve tempo”.

Il nostro territorio ha delle potenzialità incredibiliha detto il sindaco Claudio Soinie da appassionati e associazioni ho ricevuto proposte di mappare e segnalare tantissimi percorsi e luoghi. Vogliamo coinvolgere tutti e portare avanti le diverse istanze”. All’incontro erano presenti anche gli assessori Luigino Lorenzini, per i lavori pubblici, e Gianni Saiani, che segue i progetti all’interno del regolamento per i Beni Comuni.

Proprio questa formula, che prevede un patto tra Comune e cittadini o associazioni, permette una collaborazione virtuosa tra ente pubblico e associazioni, le quali, non sostituendosi ai compiti del Comune, potrebbero valorizzare la loro vocazione comunitaria, vedendosi riconosciute eventuali spese. Sarebbe una formula ideale per possibili “adozioni” di sentieri o percorsi. Altri ruoli fondamentale sono quelli del Sova (servizio per il sostegno occupazionale e valorizzazione ambientale) che già ha compiuto diversi lavori di sistemazione e pulizia di sentieri e quello della forestale.

All’incontro, seppure online, erano presenti i rappresentanti di diverse associazioni alensi: Sat, Scout, Memores, Pro Loco, Alpini, componenti dei gruppi ambientalisti; rappresentanti della forestale (sia provinciale, con il comandante Stefano Zomer, che di Ala e Avio con il custode Franco Zomer) e del Sova (con Sergio Scarpiello). L’obiettivo prossimo è organizzare una nuova riunione con tutte le associazioni (magari in presenza) per individuare gruppi e volontari che possano effettivamente prendersi cura dei nuovi sentieri.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Vinilia Wine Resort: immergiti nel cuore del Salento
    Vinilia Wine Resort è un’antica dimora risalente agli inizi del ‘900 quando era destinata ad essere la residenza estiva della nobile famiglia degli Schiavoni. Oggi, dopo un’attenta e raffinata attività di restauro conservativo, a cura della famiglia Parisi Lacaita, si appresta a diventare un punto di riferimento per l’accoglienza e per un’autentica esperienza nella terra […]
  • Natura, storia e paesaggi mozzafiato: questa è l’isola di Skye
    Skye è una delle migliori località da visitare in Scozia. È famosa per i suoi paesaggi mozzafiato e per la storia che ha alle spalle. L’isola di Skye è lunga 50 miglia ed è la più grande delle Ebridi Interne, ovvero un arcipelago situato al largo della costa occidentale della Scozia, a sud-est delle Ebridi Esterne. Insieme, […]
  • Tenuta Monacelli: che meraviglia il Salento!
    Masseria Monacelli, masseria fortificata del ‘600 e Masseria Giampaolo, esclusivo borgo del ‘400, si impongono con le loro torri di avvistamento nel cuore del Salento. Situate in prossimità dell’Abbazia romanico-bizantina S. Maria a Cerrate, oggi tra i beni del Fondo Ambiente Italiano, testimoniano tracce di storia. Entrambe custodiscono un prezioso frantoio ipogeo, le stanze di stoccaggio […]
  • Incanto e lusso al Castello di Guarene, in Piemonte
    Nel Settecento, il Castello fu la realizzazione di un sogno di Carlo Giacinto Roero, signore di Guarene. Il nobiluomo voleva una nuova e splendida dimora e se la costruì, la circondò di giardini e la arredò. Ne aveva la capacità e i mezzi: era un buon architetto, sia pure dilettante, un aristocratico di primo piano […]
  • Nina Trulli Resort: la masseria perfetta tra la Costa dei trulli e la Valle d’Itria
    Nina Trulli Resort è una masseria immersa nella tipica campagna pugliese, dalla Costa dei trulli a Valle d’Itria, e si trova a soli 5 Km dal mare. Nella zona di Monopoli, città dalle radicate tradizioni marinare anche conosciuta come Città delle cento contrade, è possibile fare letteralmente un tuffo nel passato pur senza mai rinunciare […]
  • Il paese più felice del mondo? La Finlandia!
    La classifica del World Happiness Report parla chiaro: per il terzo anno di fila il posto più felice del mondo sarebbe la Finlandia. Il World Happiness Report è una classifica redatta dalla United Nations Sustainable Development Solutions Network in base ai dati del Gallup World Poll. Mentre il primo posto vede i colori della bandiera […]
  • Il posto perfetto per staccare dal mondo? Le Isole Lofoten!
    Se pensi che i fiordi norvegesi siano belli, potrebbe interessarti fare una bella vacanza alle Isole Lofoten. Un luogo da sogno, un arcipelago simile a un’appendice di montagne frastagliate incredibilmente belle che si protendono nel Mare di Norvegia a ovest di Narvik. Le varie isole sono unite dalla E10, un’impresa di ingegneria altrettanto impressionante come […]
  • X-Bionic Sphere: in Slovacchia un vero paradiso per gli amanti del lusso e dello sport
    Non tutti sanno che a Samorin, in Slovacchia, esiste un vero e proprio paradiso per atleti e per appassionati di lusso e sport. X-Bionic® Sphere è un complesso di hotel e strutture sportive dove il lusso ed il comfort vanno a braccetto con tutte le esigenze di atleti, famiglie e visitatori. L’Hotel offre un servizio di […]
  • Boscareto Resort and Spa: ritrovate la giusta quiete tra vini, buon cibo e paesaggi mozzafiato
    Immerso tra le colline, il Boscareto Resort & Spa rivela la sua bellezza nell’incantevole panorama su cui si affaccia, nei colori dei vigneti e nel meraviglioso territorio delle Langhe, dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Alba è punto di partenza e di arrivo per chi viaggia nella zona, con i suoi caffè, le chiese, la storia romana […]

Categorie

di tendenza