Connect with us
Pubblicità

Politica

Consiglio regionale: dopo le dimissioni Claudio Cia bombarda SVP e PATT

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

>In apertura della seduta del Consiglio regionale, il presidente Roberto Paccher è intervenuto sulla Giornata del Ricordo, che si celebra oggi, 10 febbraio, rivolgendo il pensiero alle vittime delle Foibe e dell’esodo giuliano-dalmata.

Al primo punto all’ordine del giorno della seduta c’erano, quindi, le dimissioni di Claudio Cia dalla carica di assessore regionale e i provvedimenti conseguenti. Il presidente Roberto Paccher ha ricordato che all’ordine del giorno era anche una mozione di sfiducia, presentata dai consiglieri Atz Tammerle, Knoll, Unterholzner, Nicolini e Marini, nei confronti della Giunta regionale, in seguito all’uscita dal partito “Agire in Trentino” e l’aggregazione al partito “Fratelli d’Italia” dello stesso Cia: si trattava di anticiparne la trattazione. Myriam Atz Tammerle (Süd-Tiroler Freiheit) ha quindi chiesto una sospensione per un confronto tra i capigruppo di minoranza. La richiesta di anticipo del punto n. 23 è stata quindi posta in votazione: l’aula l’ha respinta con 37 voti contrari.

Dopo che il pres. Paccher ha dato lettura della lettera di dimissioni da assessore regionale (“per motivi personali legati a scelta politica”) di Claudio Cia, quest’ultimo è intervenuto innanzitutto ringraziando chi l’aveva accompagnato e assistito come assessore a livello di struttura tecnica, permettendogli di onorare “la struttura più importante della nostra Autonomia: la Regione, per scelte politiche infelici spogliata di tutto, senza che si sappia se le verrà data una nuova identità e a quale prezzo”.

Pubblicità
Pubblicità

Sono prevalsi l’egoismo, l’incomunicabilità tra Trentino e Alto Adige, la riduzione dell’istituzione a sportello bancomat: è sotto gli occhi di tutti di archiviare la Regione al più presto, e in questa direzione si sono fatti progressi anche in questa legislatura, con la regia della SVP che per i suoi scopi non disdegna di mettere in difficoltà i suoi alleati, “questo non si può tacere”.

Ma l’Autonomia non si esprime esautorando la Regione, non si difende con atteggiamenti provocatori e di sfida: non c’è prospettiva di successo, tra Trento e Bolzano, fuori dall’ottica regionale. Una vera Autonomia si mostra con una buona amministrazione che risponde ai diritti dei cittadini, non con un’autonomia considerata un valore da non condiviso o usata come un paravento per rivendicare posizioni sulla base dell’appartenenza politica o per occultare i “faccendieri dell’Autonomia” stessa.

Bizzarro è scoprire dai media  – ha aggiunto ancora Claudio Cia – che secondo SVP, Süd-Tiroler Freiheit e PATT sarei io stesso, a mettere in pericolo l’autonomia della regione e delle minoranze: questi gruppi avevano chiesto le sue dimissioni da assessore, ma egli aveva già rimesso la sua carica nelle mani della maggioranza: “Lascio la poltrona di assessore regionale spontaneamente, per coerenza col mio modo di fare politica”.

Pubblicità
Pubblicità

Lo si sarebbe voluto far passare per fascista o nemico delle minoranze, ha aggiunto Cia, ma tra i suoi antenati non ci sono fascisti o nazisti, nella sua storia umana e politica non si trova alcuno scritto che celebra regimi totalitari, né egli si è mai espresso contro le minoranze o contro le donne. Egli è l’unico politico del territorio ad aver rinunciato a un ruolo così prestigioso coerentemente con le sue idee.

Diversi politici locali avrebbero ultimamente distribuito pagelle di autonomia, ed egli sarebbe escluso in quanto appartiene a Fratelli d’Italia: i primi a intervenire sono stati gli esponenti di STF, da sempre contrari alla regione, seguiti da SVPP e PATT, la cui posizione per la chiusura della Regione è altrettanto nota, anche se intanto la usano come cassa e ufficio di collocamento.

Egli, da trentino, da sempre si riconosce in questa terra e nelle sue istituzioni, ma è anche orgogliosamente italiano; non è un autonomista di facciata, che da un lato sventola bandiere e dall’altro non perde occasione per distruggere la regione.

Chi dà le pagelle di autonomista dov’era, quando lui era presso gli ospedali periferici per contestarne le chiusure o protestava contro gli atti di un’amministrazione deviata contro i cittadini? Erano proprio loro quelli che prendevano queste scelte di smembramento della regione, gli amici di Renzi e del referendum costituzionale che avrebbe portato regole uguali ovunque.

Egli lascia nella convinzione di aver portato a compimento questioni rilevanti, come i 21 milioni erogati dalla regione per forme collaborative tra enti locali, i compensi per i revisori dei conti, la chiusura di spinose questioni sulle fusioni dei Comuni trentini, le norme dedicate agli amministratori comunali in tempo utile per il turno generale delle elezioni, la previdenza integrativa per lavoratori autonomi, casalinghe e disoccupati, l’introduzione dell’indennità di fine mandato per i sindaci a  tempo pieni, gli adeguamenti delle indennità degli amministratori locali alle crescenti responsabilità.

Sul suo lavoro, nessuno ha avuto nulla da ridire, pertanto paiono pretestuose le accuse che gli vengono rivolte; la Regione è l’ente del confronto e dialogo tra le due Province e tra queste e lo Stato, luogo di impulso per lo sviluppo del territorio. Cia ha concluso ringraziando il pres. Kompatscher, il vicepres. Fugatti e gli assessori regionali, con cui ha lavorato in armonia e rispetto, nonché i colleghi di maggioranza e minoranza, il Consorzio dei Comuni di Trento e Bolzano per la proficua collaborazione.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Val di Non – Sole – Paganella53 secondi fa

Dopo il successo del “Festival delle Bande Nonese”, Palazzo Arzberg Freihaus si prepara a ospitare il raduno dei Gruppi Storici

Trento1 ora fa

Violento incidente sulla SS47 della Valsugana, una persona ferita e un’auto ribaltata. Disagi al traffico

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

All’Auditorium Russel di Cles i cittadini della Val di Non si chiedono “Quale futuro?” in un incontro aperto al pubblico

economia e finanza2 ore fa

Il paradosso del gas russo: tra le reali necessità energetiche dei Paesi e le intenzioni di sanzionare Putin

Trento2 ore fa

Trentino Music Arena: un luogo da tenere in grande considerazione per i giovani

Trento2 ore fa

Viabilità Vasco, chiusa la tangenziale: riaprirà sabato alle 8. Via Lidorno interdetta ai pedoni

Italia ed estero3 ore fa

Draghi non molla, cessate il fuoco, negoziati e aiuti militari. Salvini: “io non ci sto”

Trento3 ore fa

Concerto di Vasco Rossi: nessun disagio per lo sciopero sul trasporto pubblico

Italia ed estero4 ore fa

Ddl concorrenza, Draghi alla maggioranza: “Chiudere entro maggio o Pnrr a rischio”

Trento4 ore fa

Traffico in aumento: evitare di uscire al casello di Trento sud per entrare in città

Trento4 ore fa

La città dei festival con i colori del popolo di Vasco. I fan: “Trento ben organizzata”

Trento4 ore fa

Parco delle Coste: l’inciviltà continua, ma stavolta i ragazzi non centrano nulla

Trento4 ore fa

Vandali alla Uil pensionati, la solidarietà di Fugatti e della Giunta

Trento5 ore fa

Zootecnia e latte trentino in difficoltà, la Provincia risponde con 4 milioni di aiuti straordinari

Trento5 ore fa

Viabilità, l’invito ad utilizzare l’A22 nella giornata di oggi. Tangenziale chiusa dal ponte di Ravina dalle 8.30

Trento2 settimane fa

Mauro Ottobre perde anche in appello con La Voce del Trentino. Dovrà pagare altri 22 mila euro

Trento4 settimane fa

Coronavirus in Trentino: un decesso e salgono contagi e ricoveri nelle ultime 24 ore

Politica3 settimane fa

Nella prossima seduta consiliare in discussione 6 ddl, compreso quello sulla terza preferenza

Trento3 settimane fa

Coronavirus: contagi contenuti e nessun decesso nelle ultime 24 ore

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Orso a spasso tra i meleti di Mechel – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Fiamme in centro storico a Denno – IL VIDEO

Trento1 settimana fa

Coronavirus: un decesso e 326 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Concerto Vasco Rossi: ecco la viabilità alternativa per minimizzare i disagi

Trento1 settimana fa

Coronavirus: contagi e ricoveri in calo nelle ultime 24 ore

Telescopio Universitario3 settimane fa

Ricerca, l’Europa premia ancora l’Università di Trento

Trento1 settimana fa

Coronavirus: 426 contagi nelle ultime 24 ore. In salita i ricoveri

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 156 contagi e nuovo balzo in avanti dei ricoveri nelle ultime 24 ore

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 66 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Politica3 settimane fa

Anche una delegazione Trentina alla conferenza di Fratelli d’Italia, Meloni: «E’ arrivato il nostro tempo»

Trento3 settimane fa

Vasco diffonde la prime foto del grande palco del Concerto di Trento. Saranno 11 i musicisti impegnati nel live

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza