Connect with us
Pubblicità

Trento

Orso, Giulia Zanotelli risponde a Lucia Coppola: «Unica alternativa al captivazione e l’abbatimento»

Pubblicato

-


Dopo la terza cattura dell’Orso M49 la consigliera Lucia Coppola aveva interrogato (n°1760) la provincia autonoma di Trento accusandola di aver scelto la via più facile e fruttuosa dal punto di vista del consenso elettorale, cioè la prigionia (non potendo perseguire la strada dell’abbattimento).

Secondo l’ex esponente di Futura il Casteler sarebbe un «luogo inadatto ad ospitare qualsiasi specie animale figuriamoci un orso che per la sua salute ha bisogno di spazi ampi. Un luogo che ha il triste scopo di ammansire l’orso ed abituarlo gradualmente alla perdita della libertà, inserendolo quindi in una prigione nella prigione e privandolo della sua dignità. E tutto ciò perché?»Chiede Coppola nella premessa del documento interrogativo. 

Nel merito Coppola aveva chiesto alla provincia di non sedare e non chiudere più l’orso in gabbia e di investire in politiche di gestione della fauna selvatica e perseguendo la possibile pacifica convivenza tra la specie animale e l’uomo. Poi la consigliera chiedeva anche il perché M49 non venisse liberato con un atto di clemenza visto che era tempo di andare in letargo.

Pubblicità
Pubblicità

L’assessora competente Giulia Zanotelli nella sua risposta contesta alcune premesse dell’interrogazione di Coppola dicendo che “non è veritiero che non si è investito in una costruttiva convivenza tra orso e uomo”. “E’ vero invece il contrario – aggiunte l’assessore –  quanto si è investito in termini di risorse umane e finanziarie si evince facilmente dai puntuali Rapporti annuali, accessibili e consultabili da tutti. Le attività a 360 gradi messe in campo da 20 anni a questa parte sono considerate un esempio a livello nazionale ed europeo; M49 non è stato catturato “perchè ha fatto l’orso predando animali al pascolo”; “questa asserzione è grave, sbagliata e continuare a propugnarla confonde la gente, diffonde informazioni assolutamente scorrette, contribuisce a rendere ulteriormente difficile il rapporto uomo-orso. M49 è stato catturato perché per una cinquantina di volte è entrato in abitazioni, baite, malghe, rifugi, sfondando porte e finestre per riuscirvi; questo comportamento è pericoloso per l’uomo, come attestato anche da ISPRA, massimo organo scientifico in materia. Non è possibile continuare a fingere di ignorare tutto ciò.”

Giulia Zanotelli torna a parlare poi degli investimenti fatti in Trentino sul patrimonio faunistico che oggi è «di prim’ordine a livello nazionale ed europeo.»

L’assessore ricorda anche che «non ha senso ricordare la “voracità” di M49 quale sua presunta principale colpa, né evocare incomprensibili “atti di clemenza per chi lotta per la libertà”, che si sarebbero dovuti concedere. «La questione non si affronta con l’emotività; essa è assai più seria (in ballo è la sicurezza delle persone), più tecnica e come tale deve essere gestita.»

Pubblicità
Pubblicità

Per quanto riguarda la perdita di peso che M49 ha avuto dopo diverse settimane in libertà e di grandi spostamenti Zanotelli spiega che  «è assolutamente normale, come attestato dal veterinario competente».

Per la somministrazione dei tranquillanti l’assessore ribadisce che «è stato necessario procedere alla somministrazione di tranquillanti solo per i primi 5 giorni di presenza dell’animale al Casteller, in relazione anche alla presenza degli altri esemplari; da allora non è stato più necessario e ciò non ha nuociuto alla salute dell’animale.»

Giulia Zanotelli continuando nella risposta  spiega anche la captivazione di un animale selvatico, comunque la si voglia vedere, non costituisce la soluzione ideale per lo stesso, ciò è fuori dubbio. Ma in casi come questo dove la rimozione è strettamente necessaria (lo dice la norma europea e quella nazionale, il Piano, ISPRA, gli esperti internazionali e persino il semplice buon senso) «l’unica alternativa alla captivazione è – conclude Zanotelli –  «l’abbattimento; quest’ultima opzione è, sotto diversi aspetti, preferibile alla prima e viene quindi tenuta in considerazione da questa Amministrazione.»

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Bear with Benefits: gli integratori a forma di orsetti gommosi
    Bears with Benefits sono degli orsetti gommosi ricchi di vitamine e minerali. Si tratta infatti di integratori alimentari con un complesso vitaminico e minerale altamente concentrato. Le formulazioni sono sviluppate in Germania e rispettano i più elevati standard di qualità. Durante la produzione, non vengono utilizzati antiagglomeranti, agenti di carica e allergeni: i prodotti sono […]
  • MasonBees: la casa delle api
    MasonBees Ltd. è nata come parte della Oxford Bee Company, ovvero un’organizzazione che ricerca il ciclo di vita delle Red Mason Bee. CJ Wildbird Foods Ltd. ha acquistato la Oxford Bee Company nel 2006 ed ha proseguito la ricerca, conducendo varie prove sul campo con le Red Mason Bees. Queste prove avevano lo scopo di […]
  • Dolomiti Wellness Hotel Fanes: un piccolo angolo di paradiso in Alta Badia
    Il Dolomiti Wellness Hotel Fanes è in una delle terrazze più assolate e panoramiche di San Cassiano, piccolo e grazioso villaggio di montagna, nelle Dolomiti a poco più di 1.500 metri s.l.m. in Alta Badia: cinque minuti per raggiungere il centro a piedi, isola pedonale ricca di vetrine e negozi, servizi ancillari e noleggio attrezzatura, […]
  • Abiby: la Beauty Box perfetta per chi vuole qualità e innovazione
    Abiby è il servizio in abbonamento che permette ogni mese di scoprire le migliori novità in ambito skincare, make-up e beauty con un’esperienza unica e a sorpresa. La missione di Abiby è quella di usare l’esperienza per far scoprire i migliori brand al mondo, quelli che da soli è difficile trovare. Come? Viaggiando costantemente alla ricerca di prodotti […]
  • Vinilia Wine Resort: immergiti nel cuore del Salento
    Vinilia Wine Resort è un’antica dimora risalente agli inizi del ‘900 quando era destinata ad essere la residenza estiva della nobile famiglia degli Schiavoni. Oggi, dopo un’attenta e raffinata attività di restauro conservativo, a cura della famiglia Parisi Lacaita, si appresta a diventare un punto di riferimento per l’accoglienza e per un’autentica esperienza nella terra […]
  • Natura, storia e paesaggi mozzafiato: questa è l’isola di Skye
    Skye è una delle migliori località da visitare in Scozia. È famosa per i suoi paesaggi mozzafiato e per la storia che ha alle spalle. L’isola di Skye è lunga 50 miglia ed è la più grande delle Ebridi Interne, ovvero un arcipelago situato al largo della costa occidentale della Scozia, a sud-est delle Ebridi Esterne. Insieme, […]
  • Tenuta Monacelli: che meraviglia il Salento!
    Masseria Monacelli, masseria fortificata del ‘600 e Masseria Giampaolo, esclusivo borgo del ‘400, si impongono con le loro torri di avvistamento nel cuore del Salento. Situate in prossimità dell’Abbazia romanico-bizantina S. Maria a Cerrate, oggi tra i beni del Fondo Ambiente Italiano, testimoniano tracce di storia. Entrambe custodiscono un prezioso frantoio ipogeo, le stanze di stoccaggio […]
  • Incanto e lusso al Castello di Guarene, in Piemonte
    Nel Settecento, il Castello fu la realizzazione di un sogno di Carlo Giacinto Roero, signore di Guarene. Il nobiluomo voleva una nuova e splendida dimora e se la costruì, la circondò di giardini e la arredò. Ne aveva la capacità e i mezzi: era un buon architetto, sia pure dilettante, un aristocratico di primo piano […]
  • Nina Trulli Resort: la masseria perfetta tra la Costa dei trulli e la Valle d’Itria
    Nina Trulli Resort è una masseria immersa nella tipica campagna pugliese, dalla Costa dei trulli a Valle d’Itria, e si trova a soli 5 Km dal mare. Nella zona di Monopoli, città dalle radicate tradizioni marinare anche conosciuta come Città delle cento contrade, è possibile fare letteralmente un tuffo nel passato pur senza mai rinunciare […]

Categorie

di tendenza