Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Disabilità, il Sindaco di Cles attacca l’Adige: «Messaggio distorto e titolo diffamatorio e fuorviante»

Pubblicato

-

Il Sindaco di Cles Arch. Ruggero Mucchi ha indetto una conferenza stampa tenutasi lunedì 8 febbraio, per delucidazioni in merito alle Politiche dell’Amministrazione rispetto alle fasce deboli, pari opportunità e disabilità, in considerazione delle osservazioni al DUP da parte della minoranza nella dichiarazione del voto di astensione, riferito al dibattito riguardante l’approvazione del bilancio di previsione 2021/23, durante il quale la minoranza ha rilevato ‘scarsa attenzione alle categorie deboli ed alle pari opportunità‘, facendo specifici riferimenti alla disabilità; e riguardanti inoltre l’accento giornalistico alla notizia da parte del giornale l’Adige nel titolo dell’articolo del 30/1/2021.

Il Sindaco pone l’accento sull’articolo del quotidiano ‘L’Adige’ uscito sabato 30 gennaio scorso intitolato “Disabilità ignorata – Critiche al Sindaco” sottotitolo: “Sì a bilancio e programmazione fra le contestazioni della minoranza. Replica: contro le barriere spesi 100mila euro”.

A quanto pare, sembra proprio che chi ha intitolato questo articolo lo abbia letto sommariamente, e a detto articolo il Sindaco non ha nulla da ribattere, dichiarando che solo il titolo è discutibile, dandone una diversa interpretazione; per non parlare delle locandine con riportato il titolo a caratteri cubitali che erano esposte all’esterno di ogni edicola: “E’ un messaggio distorto, ‘Disabilità ignorata’ è un titolo diffamatorio e fuorviante, non è piacevole come Sindaco sentirsi criticato. L’Amministrazione da sempre pone attenzione alle categorie deboli, alla disabilità, questo titolo fa scaturire l’obbligo di precisare nei confronti della popolazione, che si è posta delle domande; è necessario dare delle spiegazioni. Non era indubbiamente intenzione della minoranza sollevare una questione così grave, e ne abbiamo avuto conferma. Fin dai cinque anni precedenti l’Amministrazione lavora a fianco della Comunità di Valle, all’ASL e al GSH a progetti concreti; gli Assessori Aldo Dalpiaz e Cristina Marchesotti vogliono sensibilizzare la popolazione sulle tematiche delle fasce deboli, mantenendo le stesse linee degli anni scorsi”, ribadisce il Sindaco.

Pubblicità
Pubblicità

Tutto ciò deriva senza dubbio da una interpretazione non corretta del preventivo di bilancio da parte della minoranza, infatti i progetti sono in cantiere ed i fondi preventivati e stanziati. Il Sindaco Mucchi spiega quali sono gli interventi programmati; per il CTL (Campo Sportivo) è previsto una rifacimento e potenziamento degli impianti sportivi, il velodromo, la nuova palestra ed altre opere; la questione più complessa e urgente è lo Spazio Giovani, che l’Assessore Marchesotti intende pianificare insieme alla Consulta Giovani. Si accentua un’apertura di dialogo con le minoranze, data anche la loro astensione al voto, pur avendo dato la loro conferma all’osservazione sull’operato della maggioranza, ma non ci sarà alcuna modifica sulle voci riguardanti le fasce deboli.

L’Assessore ai lavori pubblici, patrimonio e viabilità Aldo Dalpiaz sottolinea anch’esso la mal interpretazione dell’argomento in questione da parte delle minoranze, precisando che il suo ufficio lavora in collaborazione con le altri istituzioni fin dal 2015, puntando l’attenzione affinchè nessuno si senta discriminato. Precisa inoltre che saranno eseguiti lavori di miglioramento sull’illuminazione pubblica, sui percorsi pedonali, cercando di eliminare ostacoli fisici, e dove non è possibile, creare percorsi alternativi. “Per il triennio 2021/2022/2023 Sono stati stanziati 200mila Euro, 100mila per il 2021 e 50mila rispettivamente per il 2022 e 2023, da utilizzare in progetti a favore della disabilità”.

Ora la parola passa all’Assessore Cristina Marchesotti, che spiega dettagliatamente i progetti di cui di occupa: “Il mio Assessorato è molto vasto, cercherò di spiegare cosa è stato fatto e cosa stiamo facendo. I progetti sono tanti, e può essere difficile da capire per i non addetti ai lavori. Solo per un singolo progetto a volte servono due anni di lavoro, fatti di incontri, ricerca, ecc.. Fin dal primo mandato ho cercato di stimolare e sensibilizzare la cittadinanza, in collaborazione con l’ASL, il GSH, e le scuole.”

Pubblicità
Pubblicità

I progetti portati a termine sono molti, come ad esempio la mostra d’arte “Irregolari”,lo spettacolo del Liceo Russel “Cervella in città”, e lo show realizzato con ‘Stradanova Slow Theatre’ e gli utenti del Centro di Salute Mentale. Con la cooperativa GSH si è lavorato per lo sbarrieramento, realizzando due video: “Io stessa ho provato a girare in carrozzina, è difficilissimo, serve davvero un’abilità diversa” afferma la Marchesotti.

Cristina Marchesotti prosegue illustrando i vari punti; il progetto “Comunicazione Aumentativa Alternativa” a favore dell’autismo, in affiancamento con la Biblioteca, è un sistema usato da poco in Italia per tradurre frasi in simboli, indirizzato alle persone che non comunicano. ll “Centro aperto Gandalf” in collaborazione con la cooperativa La Coccinella, è un punto di incontro per ragazzi delle scuole primarie e secondarie, dove studiare, imparare, giocare, seguiti dagli educatori. Il progetto “Mentoring”, con l’aiuto del Consiglio Comunale dei Ragazzi, dedicato al bullismo, cerca giovani volontari che accompagnino bambini e ragazzi con problematiche sociali.

Riguardo a casa Juffmann, storica sede del ‘Circolo Pensionati’, ora trasferito al primo piano in attesa dell’inaugurazione rimandata causa emergenza Covid, è stato chiesta ai soci del circolo la disponibilità di ospitare anche persone con problemi psicofisici, o con difficoltà educative, sempre accompagnate dagli assistenti sociali, che verranno accolti negli ampi spazi della sede. Vi sono inoltre appartamenti occupati da famiglie particolarmente indigenti, alle quali è stato chiesto, in cambio dell’affitto (anche se agevolato), di restituire il dovuto tramite lavoro, una soluzione ideale per entrambe le parti.

Il progetto “Lavori socialmente utili” è improntato per dare priorità a persone che hanno maggiormente bisogno di impiego. In particolare per coloro che sono impiegate al Palazzo Assessorile è stato istituito un percorso formativo sul palazzo e sulla storia di Cles. Il progetto inerente gli ‘operai del verde’ è molto importante per il comune, questi addetti sono necessari perchè svolgono un lavoro molto importante per il decoro urbano.

L’Assessore Marchesotti conclude sottolineando che l’Assessorato alle politiche sociali si avvale della collaborazione con le varie cooperative sociali presenti sul territorio, con l’ASL, con la Comunità di Valle, e altre istituzioni, e porterà avanti i lavori a fianco degli Assessori Simona Malfatti e Stella Menapace .

La conferenza stampa è visibile sul canale YouTube del Comune di Cles

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Bear with Benefits: gli integratori a forma di orsetti gommosi
    Bears with Benefits sono degli orsetti gommosi ricchi di vitamine e minerali. Si tratta infatti di integratori alimentari con un complesso vitaminico e minerale altamente concentrato. Le formulazioni sono sviluppate in Germania e rispettano i più elevati standard di qualità. Durante la produzione, non vengono utilizzati antiagglomeranti, agenti di carica e allergeni: i prodotti sono […]
  • MasonBees: la casa delle api
    MasonBees Ltd. è nata come parte della Oxford Bee Company, ovvero un’organizzazione che ricerca il ciclo di vita delle Red Mason Bee. CJ Wildbird Foods Ltd. ha acquistato la Oxford Bee Company nel 2006 ed ha proseguito la ricerca, conducendo varie prove sul campo con le Red Mason Bees. Queste prove avevano lo scopo di […]
  • Dolomiti Wellness Hotel Fanes: un piccolo angolo di paradiso in Alta Badia
    Il Dolomiti Wellness Hotel Fanes è in una delle terrazze più assolate e panoramiche di San Cassiano, piccolo e grazioso villaggio di montagna, nelle Dolomiti a poco più di 1.500 metri s.l.m. in Alta Badia: cinque minuti per raggiungere il centro a piedi, isola pedonale ricca di vetrine e negozi, servizi ancillari e noleggio attrezzatura, […]
  • Abiby: la Beauty Box perfetta per chi vuole qualità e innovazione
    Abiby è il servizio in abbonamento che permette ogni mese di scoprire le migliori novità in ambito skincare, make-up e beauty con un’esperienza unica e a sorpresa. La missione di Abiby è quella di usare l’esperienza per far scoprire i migliori brand al mondo, quelli che da soli è difficile trovare. Come? Viaggiando costantemente alla ricerca di prodotti […]
  • Vinilia Wine Resort: immergiti nel cuore del Salento
    Vinilia Wine Resort è un’antica dimora risalente agli inizi del ‘900 quando era destinata ad essere la residenza estiva della nobile famiglia degli Schiavoni. Oggi, dopo un’attenta e raffinata attività di restauro conservativo, a cura della famiglia Parisi Lacaita, si appresta a diventare un punto di riferimento per l’accoglienza e per un’autentica esperienza nella terra […]
  • Natura, storia e paesaggi mozzafiato: questa è l’isola di Skye
    Skye è una delle migliori località da visitare in Scozia. È famosa per i suoi paesaggi mozzafiato e per la storia che ha alle spalle. L’isola di Skye è lunga 50 miglia ed è la più grande delle Ebridi Interne, ovvero un arcipelago situato al largo della costa occidentale della Scozia, a sud-est delle Ebridi Esterne. Insieme, […]
  • Tenuta Monacelli: che meraviglia il Salento!
    Masseria Monacelli, masseria fortificata del ‘600 e Masseria Giampaolo, esclusivo borgo del ‘400, si impongono con le loro torri di avvistamento nel cuore del Salento. Situate in prossimità dell’Abbazia romanico-bizantina S. Maria a Cerrate, oggi tra i beni del Fondo Ambiente Italiano, testimoniano tracce di storia. Entrambe custodiscono un prezioso frantoio ipogeo, le stanze di stoccaggio […]
  • Incanto e lusso al Castello di Guarene, in Piemonte
    Nel Settecento, il Castello fu la realizzazione di un sogno di Carlo Giacinto Roero, signore di Guarene. Il nobiluomo voleva una nuova e splendida dimora e se la costruì, la circondò di giardini e la arredò. Ne aveva la capacità e i mezzi: era un buon architetto, sia pure dilettante, un aristocratico di primo piano […]
  • Nina Trulli Resort: la masseria perfetta tra la Costa dei trulli e la Valle d’Itria
    Nina Trulli Resort è una masseria immersa nella tipica campagna pugliese, dalla Costa dei trulli a Valle d’Itria, e si trova a soli 5 Km dal mare. Nella zona di Monopoli, città dalle radicate tradizioni marinare anche conosciuta come Città delle cento contrade, è possibile fare letteralmente un tuffo nel passato pur senza mai rinunciare […]

Categorie

di tendenza