Connect with us
Pubblicità

Correva l anno....

32 anni fa la tragedia delle isole Azzorre dove morirono 6 trentini

Pubblicato

-

Alle 13.10 di mercoledì 8 febbraio 1989 l’aereo partito dall’aeroporto di Orio al Serio si schiantò quattro ore dopo, contro la collina di Pico Alto. Alle Azzorre era previsto uno scalo tecnico sulla rotta per Santo Domingo.

A bordo del boing 707 ci sono 144 persone, tra loro anche 6 trentini: Guido Lazzeri di Padergnone, contitolare con il fratello Cesare del ristorante da Valentino in località due Laghi.

Le sorelle Ottilia e Bruna Baratto di Civezzano insieme alla cugina Adriana Baratto di Pergine Valsugana note commercianti che avevano atteso per anni di poter fare questo viaggio. Luciano Pilati e Bruno Emerenziani di Cles, entrambi 26 enni collaboratori della rispettive aziende famigliari.

Pubblicità
Pubblicità

Per loro non c’è nessun scampo. Non ci sono superstiti. L’impatto non lascia scampo a nessuno, muoiono tutti, passeggeri ed equipaggio e ci vorranno un po’ di giorni per recuperare i resti, sparsi per un raggio di 6 chilometri.

I familiari si affidarono a un vestito o a un pezzo tra gli effetti personali per riconoscere il proprio congiunto. A dieci dei 144 morti (137 passeggeri e 7 membri dell’equipaggio), non fu possibile nemmeno dare un nome.

È stata una tragedia che ha segnato profondamente la città di Trento e tutta la provincia.

Sull’aereo viaggiavano cittadini di undici regioni d’Italia: Lombardia (che, con oltre cinquanta vittime era stata la regione più colpita), Veneto, Piemonte, Emilia Romagna, Lazio, Trentino, Sicilia, Marche, Molise, Campania e Puglia.

Grazie al ritrovamento della Scatola nera, le indagini portarono ad una conclusione molto più banale quanto ancora più tragica. Ci fu un’incomprensione tra i membri dell’equipaggio e la torre di controllo determinata dalla sovrapposizione nelle comunicazioni che intercorsero nei minuti precedenti al disastro.

La sovrapposizione di comunicazioni impedì all’equipaggio di sentire la parte conclusiva della trasmissione del controllore di volo che chiedeva conferma della quota e a quest’ultimo di capire l’intenzione dell’equipaggio di scendere a 2000 piedi.

Questa tragica incomprensione determinò un’incorretta altitudine del velivolo aggravata da un’inesatta comunicazione della pressione atmosferica. La commissione di inchiesta ha determinato che l’incidente era dovuto al mancato rispetto da parte dell’equipaggio delle condizioni di sicurezza che hanno portato alla discesa volontaria del velivolo a 2000 piedi quando la minima altitudine per il settore era di 3000 piedi.

Va inoltre rilevato che è stata rilevata una discrepanza tra la pressione atmosferica comunicata dal controllore (1027 millibar) e quella reale (1018).

Questa differenza avrebbe provocato il fatto che l’altimetro di bordo dell’aereo indicava un’altezza superiore di 80 metri a quella reale, aggravando l’errore del primo ufficiale.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande
    Bonus Partite Iva Il bonus, messo a disposizione del Governo è un sussidio erogato a favore dei soggetti esercenti di titolari di partita Iva, soggetti esercenti di attività di impresa che hanno subito perdite a... The post Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande appeared first on Benessere Economico.
  • Cambia la lotteria degli scontrini, ipotesi estrazione istantanea dal 2022
    Il programma lotteria degli scontrini che ha accompagnato molti italiani per tutto il 2021, potrebbe subire dei cambiamenti a partire dal 2022. A differenza del cashback, la lotteria degli scontrini infatti, è stata confermata anche... The post Cambia la lotteria degli scontrini, ipotesi estrazione istantanea dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • P. Iva, quando arrivano i contributi fondo perduto fino a 150 mila euro
    Dopo l’ok ufficiale da parte dell’Unione Europea, i contributi a fondo perduto per le P.Iva disposti dal Decreto Sostegni Bis vengono sbloccati e arriveranno entro l’anno. I dettagli della misura Il sostegno finanziato con 4,5... The post P. Iva, quando arrivano i contributi fondo perduto fino a 150 mila euro appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus Natale, a dicembre voucher e bonus per pensionati e categorie meno abbienti
    Con l’avvicinarsi delle festività si incomincia a parlare di Bonus Natale, una misura di sostegno al reddito introdotta dalla legge finanziaria del 2001 e rifinanziata nell’ultimo decreto legge. Si tratta quindi di un voucher, erogato... The post Bonus Natale, a dicembre voucher e bonus per pensionati e categorie meno abbienti appeared first on Benessere Economico.
  • Il ritmo dell’inflazione preoccupa, aumentano anche i prezzi del carrello della spesa
    Anche nel mese di ottobre il tasso di inflazione ha continuato a salire. In particolare, per il quarto mese consecutivo l’ISTAT ha registrato una crescita più alta di quanto previsto in precedenza. L’aumento del prezzo... The post Il ritmo dell’inflazione preoccupa, aumentano anche i prezzi del carrello della spesa appeared first on Benessere Economico.
  • Cybersicurezza, forte carenza nel settore: i profili più richiesti
    L’accelerazione verso un mondo sempre più digitalizzato ha portato come conseguenza anche ad un aumento della criminalità online. Nei primi mesi del 2021 l’Italia è stata uno dei Paesi al mondo più colpito dalle minacce... The post Cybersicurezza, forte carenza nel settore: i profili più richiesti appeared first on Benessere Economico.

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

di tendenza