Connect with us
Pubblicità

Trento

Walter Ferrazza è il nuovo presidente del Parco Naturale Adamello Brenta

Pubblicato

-

Walter Ferrazza, 47enne sindaco di Bocenago, è il neopresidente del Parco Naturale Adamello Brenta

Walter Ferrazza, sindaco di Bocenago, è il nuovo presidente del Parco Naturale Adamello Brenta.

È stato eletto, con 25 voti di preferenza, dal neocostituito Comitato di Gestione riunitosi ieri sera, giovedì 4 febbraio, in municipio a Strembo.

Dei 29 membri dell’organo, erano presenti in 28. All’inizio ha presieduto la seduta Joseph Masè, presidente uscente.

Pubblicità
Pubblicità

In apertura è intervenuto, in collegamento da remoto attraverso la piattaforma zoom, Mario Tonina assessore all’urbanistica, ambiente e cooperazione della PAT con funzione di vicepresidente, per un saluto ai presenti.

Dopo un augurio a quelli che saranno i nuovi organi per un buon lavoro alla guida del Parco Adamello Brenta, ha ricordato brevemente le motivazioni che hanno portato alla nuova riforma, che vede l’attuale comitato ridotto da 66 a 29 componenti; alcune tra queste, la necessità di snellire gli adempimenti burocratici e amministrativi di un organo piuttosto complesso e di responsabilizzare i delegati ad avere un ruolo sempre più importante e incisivo nelle scelte dell’Ente Parco.

Tonina ha poi chiuso il suo intervento garantendo la presenza della Provincia Autonoma di Trento nel supportare il Parco nell’espletamento delle sue azioni fondanti; la provincia lavorerà in sinergia per raggiungere obiettivi comuni e dare il giusto sostegno a un ente territorialmente così importante e strategico.

Pubblicità
Pubblicità

È dunque Walter Ferrazza, 47 anni, ingegnere ambientale e del territorio, il nuovo presidente del Parco. Ferrazza è al suo terzo mandato come primo cittadino, ma con una presenza nell’ambiente politico da oltre 20 anni, e succede a Joseph Masè in carica dal 2016 ad oggi.

La candidatura del sindaco di Bocenago è stata presentata dell’area territoriale della Rendena, attraverso Manrico Moschetti; Ferrazza ha ottenuto 25 voti a seguito della presentazione del suo documento programmatico che è andato a toccare molti aspetti, articolati in particolare su 5 asset che possono essere così riassunti: cuore, competenza, condivisione, continuità e coerenza.

«È con il cuore – ha detto il neopresidente – che si accettano sfide importanti come quella di guidare un ente tanto complesso, quanto stimolante. È importante avere competenza: la valorizzazione e conservazione del territorio passano innanzitutto attraverso importanti azioni di ricerca scientifica ed educazione ambientale che devono necessariamente basarsi su un concetto di tutela attiva. Fondamentale è poi la condivisione, intesa come concertazione e pianificazione strategica con gli enti locali del territorio. La continuità con le attività e le progettualità intraprese nel passato è un elemento imprescindibile per garantire efficienza ed efficacia nell’operatività di un ente che opera sul territorio da molti anni. La coerenza, infine, è il principio ispiratore che dovrà fungere da faro nell’espletamento delle azioni che il Parco vorrà portare avanti».

Sono molteplici, inoltre, le azioni concrete sulle quali il presidente vorrà investire: turismo verde con proposte di fruizione lungo tutto l’anno, mobilità 2.0, manutenzione ordinaria e straordinaria del territorio, attività di comunicazione costanti che permettano all’ente di dare e avere visibilità su un panorama di respiro nazionale ma non solo; ancora investimento in attività di autofinanziamento che offrano all’ente nuove stimoli e nuove opportunità.

A chiusura della presentazione del programma di Walter Ferrazza, si sono susseguiti alcuni interventi tra i presenti in sala: Sergio Merz, ambientalista rappresentante della Lipu, Marco Frenez, rappresentante della SAT, Giovanna Molinari, delegato dell’area territoriale del Chiese, e Franco Tessadri, rappresentante anch’egli delle associazioni ambientaliste.

Dopo la nomina del presidente, è stata eletta la nuova Giunta Esecutiva, composto da 6 membri, come stabilito dalla riforma normativa recentemente entrata in vigore: Monica Marinelli, vicesindaco di Ville d’Anaunia che ricoprirà il ruolo di vicepresidente del Parco, per l’area della Val di Non; Cornelia Donini per l’area della Paganella, Giovanna Molinari per l’area del Chiese, Piero Bertolini, rappresentante della Comunità delle Regole Spinale Manez, Achille Onorati per l’area di Comano e Manrico Moschetti per l’area della Rendena.

Nelle designazioni si è andati ben oltre la quota di genere prevista dalla legge; la nuova Giunta vede infatti tra i suoi assessori ben tre 3 donne, una delle quali (Marinelli, appunto) eletta anche vicepresidente.

Alla giunta partecipano, con funzioni di supporto e senza diritto di voto, i responsabili dei servizi provinciali competenti in materia di aree protette, di foreste e fauna, di urbanistica e tutela del paesaggio.

Walter Ferrazza ha quindi ricevuto la fiducia del Comitato di Gestione che gli ha affidato l’ente per i prossimi 5 anni.

Il neo presidente ha ringraziato Joseph Masè e la precedente Giunta per aver guidato l’ente con passione e lungimiranza, oltre ad avere augurato ai dipendenti dell’Ente e alla sua squadra un buon lavoro.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Lavoratori dello spettacolo, in arrivo un Ddl con sostegni e tutele
    In arrivo un disegno di legge temporaneo per rimediare alla discontinuità del lavoro nel mondo dello spettacolo. Una sorta di bonus contributivo per pareggiare, dal punto di vista pensionistico i lavoratori dello spettacolo per gli... The post Lavoratori dello spettacolo, in arrivo un Ddl con sostegni e tutele appeared first on Benessere Economico.
  • Arriva il primo noleggio auto con rata decrescente e pagabile anche in bitcoin
    Dal lavoro alla vita privata, fino al tempo libero: flessibilità è sicuramente la parola dell’anno, tanto da arrivare ad influenzare anche il mondo del noleggio. Anche questo settore infatti, negli ultimi anni ha declinato la... The post Arriva il primo noleggio auto con rata decrescente e pagabile anche in bitcoin appeared first on Benessere Economico.
  • Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey
    L’anno del Covid è stato anche l’anno dello smart working, un’autentica rivoluzione per molti lavoratori e l’Istituto Mckinsey fa luce sulle trasformazioni a cui il mondo del lavoro dovrà adeguarsi. Il report Mckinsey Alla crisi... The post Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey appeared first on Benessere Economico.
  • Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo
    Le dinamiche di internet hanno ormai cambiato le logiche di progettazione e di prenotazione della vacanza. A questo, si aggiungono gli sconvolgimenti finanziari che sono alla base delle crisi economiche innescando meccanismo viziosi. Il mercato... The post Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo appeared first on Benessere Economico.
  • Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti
    Il mondo cambia in fretta, a volte più velocemente di quanto previsto. In questo senso l’arrivo del Covid ha straordinariamente accelerato tutti i processi: da quelli economici, ai naturali fino a quelli lavorativi. Il lavoro... The post Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti appeared first on Benessere […]
  • Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli
    Negli ultimi anni gli imprenditori agricoli under 35 sono aumentati del 12%. Per facilitare questa transizione verso la terra esistono possibilità come ISMEA che permette di aiutare, anche economicamente i giovani che scelgono questa strada.... The post Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli appeared first on Benessere Economico.
  • Un ponte sottomarino galleggiante: l’incredibile scommessa della Norvegia
    Un tunnel che galleggia a mezz’acqua nel mezzo di un fiordo, con macchine che sfrecciano su entrambe le direzioni e poco sotto un abisso blu profondo oltre mille metri. Si tratta della scommessa della Norvegia, un progetto avveniristico essenziale per superare il principale problema di trasporto nel Paese. Lo studio realizzato da un team di […]
  • E’ consigliabile scegliere letture rilassanti, leggere brutte notizie fa male
    Leggere cattive notizie fa male. L’espressione che descrive la tendenza di continuare a guardare e navigare ossessivamente tra le notizie cattive anche se risultano tristi scoraggianti o deprimenti è stata rinominata dall’inglesismo: Doomscrolling. Il termine è composto da due parole: “doom” che riporta a tutto ciò che è catastrofico e, “ scrolling” si riferisce al […]
  • Le foreste rinascono dai fondi del caffè
    Troppe volte siamo stati abituati a gettare cose che, a differenza dall’aspetto, possono essere davvero utili per le persone, la natura e la vita. Così come risveglia milioni di persone in tutto il mondo, esattamente lo stesso può fare con le foreste: Il caffè o meglio il suo scarto può infatti essere davvero utile per […]
  • Vigilius Mountain Resort, dove purificarsi dallo stress della vita quotidiana
    Niente automobili, nessun rumore, niente stress. Solo natura e pace. Non ci sono strade che portano al Monte San Vigilio, si arriva solo dopo una breve salita in funivia. Qui l’aria sa di larice e di libertà. L’hotel a 5 stelle vigilius mountain resort si accoccola nella natura, diviene tutt’uno con essa, così semplice e […]

Categorie

di tendenza