Connect with us
Pubblicità

Politica

Disagi agli uffici postali: approvata la mozione di Claudio Cia (FdI) per ripristinare la piena operatività.

Pubblicato

-

E’ stata approvata nel corso della seduta odierna del Consiglio provinciale la proposta di mozione presentata dal consigliere Claudio Cia (Fratelli d’Italia) e mirata intervenire sulla problematica delle aperture a singhiozzo degli uffici postali e della limitazione della fascia oraria, che ormai da mesi stanno provocano la concentrazione dell’utenza che, a causa delle disposizioni di contingentamento degli ingressi, si ritrova ad aspettare in interminabili code fuori dagli uffici, con i disagi del caso oltre che possibili assembramenti

Il dispositivo, modificato in aula, prevede l’impegno per la Giunta provinciale di “avviare un confronto con Poste italiane affinché vengano poste in essere le azioni necessarie a ripristinare la piena operatività della rete degli uffici postali, parzialmente ridotta a causa della pandemia da Covid 19, nell’ambito delle trattative avviate per la eventuale revisione/verifica di rinnovo della convenzione in essere tra Provincia e Poste italiane”.

Soddisfazione per l’approvazione da parte di Claudio Cia, che ha evidenziato come gli attuali disagi penalizzano in particolar modo gli anziani, abituati a rivolgersi a tali uffici per poter usufruire di servizi essenziali e costretti ad estenuanti file all’aperto nei giorni di apertura, con una situazione che si riflette drammaticamente anche sui lavoratori, già pesantemente sollecitati, e che in molti uffici si ritrovano da soli allo sportello.

Pubblicità
Pubblicità

Il consigliere di Fratelli d’Italia ha ricordato inoltre come durante la prima ondata dei contagi da Covid-19, nel mese di marzo 2020, i servizi servizi postali in Trentino erano stati fortemente ridotti, con uffici chiusi e orari tagliati: una scelta necessaria, assunta nel rispetto della tutela della salute dei lavoratori e di tutti i cittadini durante la fase più drammatica dell’emergenza.

Da giugno 2020 gli orari di molti uffici postali del Trentino sono stati modificati, con l’obiettivo dichiarato di “ritornare all’apertura sei giorni su sette”. Nella pratica però – ha verificato il consigliere – molto difficile trovare uffici aperti sei giorni su sette, altrettanto difficile è individuare sportelli con apertura pomeridiana, o semplicemente capire quale sia il giorno di apertura, visto che molti uffici sono aperti a giorni alterni.

Quindi sul territorio trentino ad oggi si hanno degli uffici aperti solo lunedì, mercoledì e venerdì (mattina), altri aperti solo martedì, giovedì e sabato (mattina), alcuni periferici aperti una sola mattina alla settimana, pochi quelli aperti dal lunedì al sabato (mattina), rarissimi quelli con apertura pomeridiana dal lunedì al venerdì.

Pubblicità
Pubblicità

Secondo il consigliere di Fratelli d’Italia si tratta evidentemente di una organizzazione definita a livello centrale, che non tiene conto delle caratteristiche territoriali ed orografiche del territorio trentino, che porta al peggioramento generale del servizio e genera disorientamento

Da qui la proposta di dialogo con Poste italiane, agganciandosi al fatto che la Provincia di Trento ha già collaborato con le Poste per trovare un punto di incontro tra le esigenze aziendali e l’interesse delle istituzioni territoriali di garantire un elevato livello di diffusione dei servizi: si pensi ad esempio all’intervento finanziario per oltre 10,6 milioni di euro in tre anni, che nel 2018 la Provincia ha sostenuto per integrare il servizio postale universale, ad esempio per garantire il servizio giornaliero di consegna dei quotidiani e della posta urgente. Un intervento che avrebbe dovuto – così veniva annunciato dall’allora Giunta provinciale – “aprire la strada a nuove assunzioni”.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Affitto con riscatto, un’ottima opportunità per acquistare casa
    Una possibile alternativa per acquistare casa potrebbe essere l’affitto con riscatto. Negli ultimi anni, la mancanza di liquidità, le garanzie delle banche sempre più stringenti e gli alti tassi di intesse, incidono negativamente sull’acquisto di... The post Affitto con riscatto, un’ottima opportunità per acquistare casa appeared first on Benessere Economico.
  • Attivata la seconda sessione di contributi a fondo perduto per Associazioni sportive, come funziona
    Dopo i danni subiti dalle associazioni sportive a causa delle restrizioni dovute all’emergenza covid, il Dipartimento per lo Sport della Presidenza del CdM ha destinato un fondo di 50 milioni per Ssd e Asd. Contributi... The post Attivata la seconda sessione di contributi a fondo perduto per Associazioni sportive, come funziona appeared first on Benessere […]
  • Reddito di libertà, attivata la procedura per l’invio delle domande
    Dopo l’annuncio di qualche mese fa, il reddito di libertà ora è pronto per essere erogato a tutte le donne in difficoltà e vittime di violenza. Reddito di libertà, cos’è La misura che prevede un... The post Reddito di libertà, attivata la procedura per l’invio delle domande appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022
    Manca poco all’arrivo del Bonus idrico che permette di ricevere un rimborso di 1000 euro per chi sostituisce rubinetti di bagno e cucina. Ad oggi anche se sembra tutto pronto per l’avvio della nuova agevolazione,... The post Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo
    Il futuro dell’economia, dovrà evolversi tenendo conto della missione che ormai accomuna tutti gli stati del mondo, la sostenibilità. Di fatto, per avvicinarsi verso un’economia circolare che riduca la produzione dei rifiuti, garantisca uno sviluppo... The post Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo appeared first on Benessere Economico.
  • Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi
    Dopo le difficoltà iniziali, il Bonus terme ha riscontrato un a grande affluenza, tanto da esaurire i fondi nel giro di poche ore. Un boom di adesioni che però ha lasciato milioni di italiani esclusi... The post Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi appeared first on Benessere Economico.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

Categorie

di tendenza