Connect with us
Pubblicità

Trento

Operazione “Revenge”: 26 colpi in Trentino, in manette banda di ladri sinti

Pubblicato

-

Nelle prime ore della mattinata i Carabinieri dei Comandi Provinciali di Cuneo e Asti, assieme a quelli della Compagnia di Cles, hanno dato esecuzione a 5 misure cautelari in carcere, emesse dal Giudice per le Indagini Preliminari di Trento, su richiesta della Procura per associazione per delinquere finalizzata alla commissione di 27 reati predatori (1 rapina e 26 furti in abitazione) soprattutto in danno di anziani, perpetrati tra le province di Trento e Brescia, da aprile 2019 a gennaio 2020.

I provvedimenti cautelari, eseguiti oggi, concludono una articolata indagine condotta dalla Compagnia di Cles con la Sezione Operativa di Trento denominata Revenge, che ha consentito di documentare l’attività di un’associazione criminale dedita ai reati contro il patrimonio, i cui membri nel corso di vere e proprie trasferte criminali, hanno messo a segno numerosi colpi in Trentino.

Gli obiettivi erano principalmente ville isolate della Val di Non, dove sono stati perpetrati 10 furti nei Comuni di Predaia (5), Sanzeno (3), Ton e Sarnonico, ma anche in altre località della Provincia (16), come Arco (3), Riva del Garda (5), Cavedine, Ala (3), Pieve di Bono-Prezzo, Sella Giudicarie, Tenno e Nago Torbole.

Pubblicità
Pubblicità

In totale 26 colpi in Provincia di Trento e un ulteriore furto -in itinere- in un’abitazione di Puegnago del Garda (BS).

L’operazione ha preso le mosse dall’analisi di alcuni furti, condotti contro le residenze di anziani, in 5 occasioni, infatti, gli arrestati avevano depredato le abitazioni di ultrasessantenni, dopo averli raggirati, fingendosi dipendenti dell’acquedotto. 

Lo stratagemma consisteva nel bussare alla loro porta, per presentarsi quale tecnico della società erogatrice e segnalare la presenza di mercurio o altri inquinanti nell’acqua, che avrebbero certamente intaccato gioielli, denaro e documenti presenti in casa.

Pubblicità
Pubblicità

Contemporaneamente veniva suggerito alle vittime che sarebbe bastato collocare questi beni nel frigorifero, per preservarli da qualsiasi rischio, dopodiché un complice, approfittando della distrazione dei proprietari, si impossessava del bottino, allontanandosi.

Non è accaduto questo però il 19 giugno 2019 a Cavedine, quando due della banda si sono introdotti nell’abitazione di una coppia di anziani coniugi e dopo aver immobilizzato le vittime, minacciandole con una pistola, le hanno rapinate di denaro e gioielli, per circa 100 mila euro.

Il gruppo criminale, dove non trovava persone in casa, forzati gli infissi, entrava per cercare la cassaforte e, individuata, la apriva con il flex.

Le indagini dei Carabinieri di Cles sono risalite alle identità dei ladri grazie all’attenta analisi dei siti internet –dediti alla vendita di autovetture di grossa cilindrata – identiche a quelle con targhe contraffatte, utilizzate per questi reati.

Tramite il raffronto di annunci ed estrapolazioni dai sistemi pubblici di videosorveglianza, gli investigatori sono riusciti a individuare un gruppo piemontese, di origini sinti, gravitante su Alba (CN) e Asti, che aveva rapporti con il proprietario dell’auto riconosciuta.

La presenza di personaggi legati al mondo dei furti, tra cui un Sorvegliato Speciale, ha consentito quindi di avviare i successivi servizi di osservazione e pedinamento, con il supporto di attività tecniche e intercettazioni, che hanno condotto a raccogliere gravi indizi di colpevolezza a loro carico.

Nel corso delle trasferte i criminali utilizzavano sistemi ricetrasmittenti per comunicare e captare le trasmissioni delle forze dell’ordine, celando arnesi e refurtiva in appositi vani delle autovetture.

Il provento dell’attività delittuosa, sinora censito dall’indagine, ammonta a circa 185 mila euro.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Dolomiti Wellness Hotel Fanes: un piccolo angolo di paradiso in Alta Badia
    Il Dolomiti Wellness Hotel Fanes è in una delle terrazze più assolate e panoramiche di San Cassiano, piccolo e grazioso villaggio di montagna, nelle Dolomiti a poco più di 1.500 metri s.l.m. in Alta Badia: cinque minuti per raggiungere il centro a piedi, isola pedonale ricca di vetrine e negozi, servizi ancillari e noleggio attrezzatura, […]
  • Abiby: la Beauty Box perfetta per chi vuole qualità e innovazione
    Abiby è il servizio in abbonamento che permette ogni mese di scoprire le migliori novità in ambito skincare, make-up e beauty con un’esperienza unica e a sorpresa. La missione di Abiby è quella di usare l’esperienza per far scoprire i migliori brand al mondo, quelli che da soli è difficile trovare. Come? Viaggiando costantemente alla ricerca di prodotti […]
  • Vinilia Wine Resort: immergiti nel cuore del Salento
    Vinilia Wine Resort è un’antica dimora risalente agli inizi del ‘900 quando era destinata ad essere la residenza estiva della nobile famiglia degli Schiavoni. Oggi, dopo un’attenta e raffinata attività di restauro conservativo, a cura della famiglia Parisi Lacaita, si appresta a diventare un punto di riferimento per l’accoglienza e per un’autentica esperienza nella terra […]
  • Natura, storia e paesaggi mozzafiato: questa è l’isola di Skye
    Skye è una delle migliori località da visitare in Scozia. È famosa per i suoi paesaggi mozzafiato e per la storia che ha alle spalle. L’isola di Skye è lunga 50 miglia ed è la più grande delle Ebridi Interne, ovvero un arcipelago situato al largo della costa occidentale della Scozia, a sud-est delle Ebridi Esterne. Insieme, […]
  • Tenuta Monacelli: che meraviglia il Salento!
    Masseria Monacelli, masseria fortificata del ‘600 e Masseria Giampaolo, esclusivo borgo del ‘400, si impongono con le loro torri di avvistamento nel cuore del Salento. Situate in prossimità dell’Abbazia romanico-bizantina S. Maria a Cerrate, oggi tra i beni del Fondo Ambiente Italiano, testimoniano tracce di storia. Entrambe custodiscono un prezioso frantoio ipogeo, le stanze di stoccaggio […]
  • Incanto e lusso al Castello di Guarene, in Piemonte
    Nel Settecento, il Castello fu la realizzazione di un sogno di Carlo Giacinto Roero, signore di Guarene. Il nobiluomo voleva una nuova e splendida dimora e se la costruì, la circondò di giardini e la arredò. Ne aveva la capacità e i mezzi: era un buon architetto, sia pure dilettante, un aristocratico di primo piano […]
  • Nina Trulli Resort: la masseria perfetta tra la Costa dei trulli e la Valle d’Itria
    Nina Trulli Resort è una masseria immersa nella tipica campagna pugliese, dalla Costa dei trulli a Valle d’Itria, e si trova a soli 5 Km dal mare. Nella zona di Monopoli, città dalle radicate tradizioni marinare anche conosciuta come Città delle cento contrade, è possibile fare letteralmente un tuffo nel passato pur senza mai rinunciare […]
  • Il paese più felice del mondo? La Finlandia!
    La classifica del World Happiness Report parla chiaro: per il terzo anno di fila il posto più felice del mondo sarebbe la Finlandia. Il World Happiness Report è una classifica redatta dalla United Nations Sustainable Development Solutions Network in base ai dati del Gallup World Poll. Mentre il primo posto vede i colori della bandiera […]
  • Il posto perfetto per staccare dal mondo? Le Isole Lofoten!
    Se pensi che i fiordi norvegesi siano belli, potrebbe interessarti fare una bella vacanza alle Isole Lofoten. Un luogo da sogno, un arcipelago simile a un’appendice di montagne frastagliate incredibilmente belle che si protendono nel Mare di Norvegia a ovest di Narvik. Le varie isole sono unite dalla E10, un’impresa di ingegneria altrettanto impressionante come […]

Categorie

di tendenza