Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Baby gang, a Rovereto è allarme sociale: «Fenomeno che prova quanto grave sia l’emergenza educativa»

Pubblicato

-

Continua  il fenomeno «baby gang» a Rovereto colpita negli ultimi giorni da due episodi che devono far riflettere e che creano un forte allarme sociale.

La baby gang composta da ragazzi fra i 14 ed i 19 anni non è nuova ad episodi di violenza. I ragazzi spacciano, picchiano, spaventano e compiono atti di vandalismo per rompere la noia giornaliera. Spesso ad essere presi di mira sono i più deboli, e sempre in minoranza numerica. A volte l’assalto avviene in 10 contro uno o due. Le scene sono spesso riprese anche dai telefonini per poi rimbalzare sui gruppi social di Telegram oppure Whatsapp

In un caso sono stati coinvolti anche due giovani trentenni che sono intervenuti per separare i contendenti ricevendo in cambio pugni e calci. La coppia, dopo essere finita in ospedale, ha denunciato il fatto facendo emergere il drammatico disagio giovanile presente nella città della Quercia.

Pubblicità
Pubblicità

Il gruppi di piccoli criminali stazioni  tra vicolo Parolari, via Manzoni e il parcheggio dell’Urban City, un triangolo che per i coetanei della città è diventato un luogo a rischio. Mesi fa alcuni ristoratori e negozianti dopo aver assistito a scene da far west avevano lanciato l’allarme che però è rimasto inascoltato.

Nel web sta girando uno dei tanti video dove si vede un pestaggio violentissimo di un 15 enne subito nell’area giochi del parchetto della Cassa Rurale, in via Manzoni. Il ragazzo viene picchiato da due ragazzi più grandi davanti alla clac composta da una quindicina di coetanei che gridano e bestemmiano.

E il tutto nasce per un piccolo screzio su Instagram

Pubblicità
Pubblicità

Il capogruppo consiliare della lega Mara Dalzocchio parla di crisi valoriale in corso da decenni e che, purtroppo, spesso né la famiglia né la scuola non riescono più ad arginare. Le nuove generazioni si trovano così, loro malgrado, prive di riferimenti solidi e questo, inevitabilmente, comporta delle conseguenze, tra cui appunto il bullismo e le baby gang, che sovente altro non sono che mali che allignano proprio laddove c’è un vuoto educativo che non solo non si riesce a colmare ma del quale, spesso, neppure ci si rende conto.

«In seconda battuta – aggiunge Dalzocchio –  non si può non segnalare la necessità di un contrasto all’uso e all’abuso di alcool e droghe – incluse quelle talvolta, irresponsabilmente, definite «leggere» -, dato che il ricorso a tali sostanze è spesso un fattore detonante la delinquenza giovanile. Su questo aspetto, così come su quello della sicurezza, come Lega siamo da anni in prima linea, ma è evidente che resta ancora moltissimo lavoro da fare, tanto più laddove ci sono contesti urbani che somigliano sempre più, e in peggio, a quelli metropolitani».

Ma oggi tutti si stupiscono non pensando che già anni fa, in tempi non sospetti, Mara Dalzocchio denunciava come a Rovereto la delinquenza avrebbe presto raggiunto livelli propri, appunto, delle grandi città. «Purtroppo non sbagliavo e, – sottolinea l’esponente leghista – complici fattori quali l’immigrazione incontrollata e il dilagare dello spaccio, il radicarsi del fenomeno ha suffragato le più cupe previsioni. Per questo, ora auspico che, al di là delle divergenze politiche, il Comune roveretano, in sinergia con Provincia e Forze dell’ordine, possa dare priorità a questo tema.»

E ancora: «Affermo questo nella piena consapevolezza che, se da un lato le istituzioni non possono certo – da sole – colmare la crisi educativa in corso, dall’altro possono tuttavia dare un segnale importante, dal quale tutta la cittadinanza può trarre ispirazione e coraggio per far sì che ai nostri giovani possano essere trasmessi quei valori e quei principi in assenza dei quali essi non solo rischiano di subire il fascino del degrado e della violenza, ma saranno privati di basi indispensabili per costruirsi un futuro degno di tale nome».

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Dolomiti Wellness Hotel Fanes: un piccolo angolo di paradiso in Alta Badia
    Il Dolomiti Wellness Hotel Fanes è in una delle terrazze più assolate e panoramiche di San Cassiano, piccolo e grazioso villaggio di montagna, nelle Dolomiti a poco più di 1.500 metri s.l.m. in Alta Badia: cinque minuti per raggiungere il centro a piedi, isola pedonale ricca di vetrine e negozi, servizi ancillari e noleggio attrezzatura, […]
  • Abiby: la Beauty Box perfetta per chi vuole qualità e innovazione
    Abiby è il servizio in abbonamento che permette ogni mese di scoprire le migliori novità in ambito skincare, make-up e beauty con un’esperienza unica e a sorpresa. La missione di Abiby è quella di usare l’esperienza per far scoprire i migliori brand al mondo, quelli che da soli è difficile trovare. Come? Viaggiando costantemente alla ricerca di prodotti […]
  • Vinilia Wine Resort: immergiti nel cuore del Salento
    Vinilia Wine Resort è un’antica dimora risalente agli inizi del ‘900 quando era destinata ad essere la residenza estiva della nobile famiglia degli Schiavoni. Oggi, dopo un’attenta e raffinata attività di restauro conservativo, a cura della famiglia Parisi Lacaita, si appresta a diventare un punto di riferimento per l’accoglienza e per un’autentica esperienza nella terra […]
  • Natura, storia e paesaggi mozzafiato: questa è l’isola di Skye
    Skye è una delle migliori località da visitare in Scozia. È famosa per i suoi paesaggi mozzafiato e per la storia che ha alle spalle. L’isola di Skye è lunga 50 miglia ed è la più grande delle Ebridi Interne, ovvero un arcipelago situato al largo della costa occidentale della Scozia, a sud-est delle Ebridi Esterne. Insieme, […]
  • Tenuta Monacelli: che meraviglia il Salento!
    Masseria Monacelli, masseria fortificata del ‘600 e Masseria Giampaolo, esclusivo borgo del ‘400, si impongono con le loro torri di avvistamento nel cuore del Salento. Situate in prossimità dell’Abbazia romanico-bizantina S. Maria a Cerrate, oggi tra i beni del Fondo Ambiente Italiano, testimoniano tracce di storia. Entrambe custodiscono un prezioso frantoio ipogeo, le stanze di stoccaggio […]
  • Incanto e lusso al Castello di Guarene, in Piemonte
    Nel Settecento, il Castello fu la realizzazione di un sogno di Carlo Giacinto Roero, signore di Guarene. Il nobiluomo voleva una nuova e splendida dimora e se la costruì, la circondò di giardini e la arredò. Ne aveva la capacità e i mezzi: era un buon architetto, sia pure dilettante, un aristocratico di primo piano […]
  • Nina Trulli Resort: la masseria perfetta tra la Costa dei trulli e la Valle d’Itria
    Nina Trulli Resort è una masseria immersa nella tipica campagna pugliese, dalla Costa dei trulli a Valle d’Itria, e si trova a soli 5 Km dal mare. Nella zona di Monopoli, città dalle radicate tradizioni marinare anche conosciuta come Città delle cento contrade, è possibile fare letteralmente un tuffo nel passato pur senza mai rinunciare […]
  • Il paese più felice del mondo? La Finlandia!
    La classifica del World Happiness Report parla chiaro: per il terzo anno di fila il posto più felice del mondo sarebbe la Finlandia. Il World Happiness Report è una classifica redatta dalla United Nations Sustainable Development Solutions Network in base ai dati del Gallup World Poll. Mentre il primo posto vede i colori della bandiera […]
  • Il posto perfetto per staccare dal mondo? Le Isole Lofoten!
    Se pensi che i fiordi norvegesi siano belli, potrebbe interessarti fare una bella vacanza alle Isole Lofoten. Un luogo da sogno, un arcipelago simile a un’appendice di montagne frastagliate incredibilmente belle che si protendono nel Mare di Norvegia a ovest di Narvik. Le varie isole sono unite dalla E10, un’impresa di ingegneria altrettanto impressionante come […]

Categorie

di tendenza