Connect with us
Pubblicità

Trento

Giornale Trentino, buco da 5 milioni. Ebner: «Perdevamo 4.500 euro ogni giorno da 4 anni, la situazione era insostenibile»

Pubblicato

-

Stamane Alessia Ambrosi presidente della quinta Commissione permanente ha ospitato le consultazioni in merito alle recenti vicende che hanno interessato il quotidiano il Trentino, chiuso – come si ricorda – una decina di giorni fa.

Michl Ebne editore del gruppo Athesia ha rinnovato il rammarico del cda della società per una decisione “molto sofferta, non presa a ciel sereno, ma imposta dalla situazione difficilissima del mercato, aggravata dal Covid”.

L’acquisizione da parte di Athesia risale al 2016, anno il cui il gruppo Espresso voleva liberarsene. Nessuno si fece avanti e allora lo comprò l’Athesia.

Pubblicità
Pubblicità

Ebner ha snocciolato tutte le iniziative organizzate per il suo rilancio con l’apertura delle sedi di Rovereto e Riva, con l’aumento dell’organico nelle sedi esterne, la modernizzazione di tutta struttura tecnologica, l’investimento sulla grafica e il raddoppio degli inserti a prezzo invariato, l’acquisto del settimanale Bazar inserito nel quotidiano con 4 edizioni all’anno, il nuovo settimanale Monitor con 52 edizioni all’anno e tutta una serie di interventi per migliorare la vendita del giornale, come la veicolazione di prodotti collaterali (libri, cd) per rendere il prodotto più appetibile e interessante.

Dopo tutte queste attività la grave perdita è però rimasta. I numeri sono da capogiro, si tratta infatti – ha sottolineato Ebner –  di una perdita di oltre 5 milioni di euro dall’acquisizione, con l’azzeramento di tutto il patrimonio netto e la necessità di ricostituzione del capitale sociale da parte degli azionisti.

Il Trentino ha perso 1 milione 643.00 euro nel 2019 e perde 1,6 milioni nel 2020, ne avrebbe perso nella previsione più ottimistica altrettanti nel 2021. Ma anche negli anni precedenti le perdite si attestano sempre intorno a 1,6 milioni di euro.

Pubblicità
Pubblicità

Per capirci si trattava di una perdita di 4500 euro al giorno per 365 giorni all’anno. Tra il 2016 e il 18 anche l’Adige era in vendita, ma nessuno si faceva avanti per l’acquisto. L’unica proposta è stata nel luglio 2018 quella di Athesia.

«Molti sostenevano l’idea di fare un giornale unico. Il sottoscritto ha tenuto il giornale in vita, nonostante i notevoli costi. Oggi tanti si mettono dalla parte dei giornalisti, ma dov’erano quando Fraccaro definiva “inaccettabile” l’acquisto dell’Adige da parte di Athesia’?» ha chiesto Ebner.

«Il politico Fraccaro non si è mai reso disponibile ad un incontro nonostante 18 richieste scritte. Questo vale anche per latri interventi politici che osteggiavano le azioni di salvataggio dell’Athesia: sarebbe stato più utile sottoscrivere abbonamenti e promuovere il quotidiano perché i giornali vivono con abbonamenti, pubblicità e acquisti in edicola, ha aggiunto. Entrambe le proprietà delle società Seta spa e Sie sono state riportate in Regione, ha continuato Ebner, per dire la vicinanza e la responsabilità dell’editore».

E ancora: «dopo la fusione, il cda ha visto al suo interno una maggioranza di consiglieri trentini. Con l’inasprimento del Covid, tuttavia, Ebner ha detto che la situazione è precipitata evidenziando una incontenibile emorragia diffusionaria e pubblicitaria, che ha visto venire meno di moltissimi clienti tradizionali. Per anni abbiamo garantito l’occupazione di 41 persone al Trentino e ad oggi 11 amministrativi 3 grafici, 8 commerciali stanno continuando ad operare senza interruzione, mentre per i 19 giornalisti stiamo valutando alcune opzioni. Inutile ricordare che da un anno la redazione era in solidarietà per arginare il pesante calo dei ricavi: quello della chiusura è solo l’epilogo di una situazione ormai insostenibile».

Particolarmente interessante la risposta data alla domanda del consigliere Cavada che aveva chiesto il perché dell’acquisto di due testate uguali con la stessa linea editoriale in difesa del centro sinistra.

Ebner ha replicato a Cavada, sulla linea editoriale, osservando che l’esperienza di lungo corso nell’editoria, ha permesso di fare delle attente valutazioni sulla sensibilità dei lettori ed “abbiamo fatto una scelta di continuità” ha detto,che il cambio di linea politica non avrebbe permesso”. Abbiamo confermato il cda, il direttore, i ruoli che i giornalisti avevano all’interno dei giornali ed anche la linea editoriale. La differenziazione della linea politica avrebbe portato alla discontinuità, ha chiarito.

Alle sollecitazioni di Coppola sulla fine che faranno i giornalisti ha risposto che c’è una interlocuzione in corso con i giornalisti, nello stesso pomeriggio di oggi è programmato un incontro in cui saranno valutate le diverse opzioni. Condivido le preoccupazioni sui collaboratori delle valli e dato che il sito Trentino rimane attivo e manteniamo di fatto in vita la testata, dovremo rafforzare quel contesto. Non sarà un rapporto uno ad uno, ma permetterà di mantenere in parte la storia del giornale Trentino ed adeguarsi al contempo alle nuove generazioni e ai nuovi modi di fruire l’informazione.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti
    Il mondo cambia in fretta, a volte più velocemente di quanto previsto. In questo senso l’arrivo del Covid ha straordinariamente accelerato tutti i processi: da quelli economici, ai naturali fino a quelli lavorativi. Il lavoro... The post Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti appeared first on Benessere […]
  • Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli
    Negli ultimi anni gli imprenditori agricoli under 35 sono aumentati del 12%. Per facilitare questa transizione verso la terra esistono possibilità come ISMEA che permette di aiutare, anche economicamente i giovani che scelgono questa strada.... The post Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli appeared first on Benessere Economico.
  • Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare
    La svolta crescente dell’online parla anche di risparmio e sostenibilità ecco perché le bollette cartacee sono ormai superate. L’arrivo del digitale ha convertito molti utenti ad entrare nel circuito delle bollette online, pagabili su rete... The post Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare appeared first on Benessere Economico.
  • Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco
    L’Agenzia delle Entrate rinforza l’organico e assume due mila “ agenti segreti” per potenziare la lotta all’evasione. Con i fondi del Recovery Fund arriveranno anche nuove assunzioni mirate proprio a rinforzare il campo della lotta... The post Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco appeared first on Benessere Economico.
  • Rivoluzione demografica, la tendenza si sposta verso la Silver Economy
    Negli ultimi decenni la struttura demografica e sociale dell’Europa e del mondo è cambiata in profondità e questa dinamica continuerà a prestare i suoi effetti anche in futuro. Per questo motivo, le istituzioni comunitarie devono... The post Rivoluzione demografica, la tendenza si sposta verso la Silver Economy appeared first on Benessere Economico.
  • Cambiamento climatico come opportunità di investimento: i settori più richiesti nei prossimi anni
    Con le esigenze dei Paesi costretti ad evolversi per adattarsi ai tempi e al mondo che si trasforma, il cambiamento climatico diventa un’opportunità di investimento a lungo termine. Un occasione per tutti di cogliere questo... The post Cambiamento climatico come opportunità di investimento: i settori più richiesti nei prossimi anni appeared first on Benessere Economico.
  • Un ponte sottomarino galleggiante: l’incredibile scommessa della Norvegia
    Un tunnel che galleggia a mezz’acqua nel mezzo di un fiordo, con macchine che sfrecciano su entrambe le direzioni e poco sotto un abisso blu profondo oltre mille metri. Si tratta della scommessa della Norvegia, un progetto avveniristico essenziale per superare il principale problema di trasporto nel Paese. Lo studio realizzato da un team di […]
  • E’ consigliabile scegliere letture rilassanti, leggere brutte notizie fa male
    Leggere cattive notizie fa male. L’espressione che descrive la tendenza di continuare a guardare e navigare ossessivamente tra le notizie cattive anche se risultano tristi scoraggianti o deprimenti è stata rinominata dall’inglesismo: Doomscrolling. Il termine è composto da due parole: “doom” che riporta a tutto ciò che è catastrofico e, “ scrolling” si riferisce al […]
  • Le foreste rinascono dai fondi del caffè
    Troppe volte siamo stati abituati a gettare cose che, a differenza dall’aspetto, possono essere davvero utili per le persone, la natura e la vita. Così come risveglia milioni di persone in tutto il mondo, esattamente lo stesso può fare con le foreste: Il caffè o meglio il suo scarto può infatti essere davvero utile per […]
  • Vigilius Mountain Resort, dove purificarsi dallo stress della vita quotidiana
    Niente automobili, nessun rumore, niente stress. Solo natura e pace. Non ci sono strade che portano al Monte San Vigilio, si arriva solo dopo una breve salita in funivia. Qui l’aria sa di larice e di libertà. L’hotel a 5 stelle vigilius mountain resort si accoccola nella natura, diviene tutt’uno con essa, così semplice e […]

Categorie

di tendenza