Connect with us
Pubblicità

Trento

“Il Trentino sarà territorio sostenibile e aperto alla nuova mobilità”

Pubblicato

-

Autobus urbani elettrici, filiera dell’idrogeno, piste ciclopedonali, sistema di trasporto alternativo e mobilità dolce. Il futuro, scandito dallo sviluppo sostenibile, della mobilità di prossima generazione è già realtà in Trentino.

A ribadirlo è il vicepresidente della Provincia autonoma di Trento e assessore all’urbanistica e ambiente, Mario Tonina, che ieri ha partecipato a “Una certa idea di futuro”, format online di Confindustria e all’ultimo incontro dal titolo “Next Generation Mobility: Scenarios (after) in the Black Swan”. Il Trentino, ha confermato Tonina, investirà in maniera convinta nel digitale, in un’economia circolare e ad emissioni zero.

Ci stiamo già lavorando, ad incominciare dall’Università di Trento”, ha aggiunto Tonina che ha fatto riferimento al Recovery Fund: “Fra le sei voci in cui la Conferenza delle Regioni ha suddiviso i vari progetti (fra cui quelli della Provincia autonoma di Trento) finanziabili con i soldi del Recovery Fund ci sono la digitalizzazione, innovazione e competitività del sistema produttivo; rivoluzione verde e transizione ecologica; infrastrutture per una mobilità sostenibile. Il Trentino è appieno dentro la nuova agenda nazionale”.

Pubblicità
Pubblicità

La nuova mobilità arriverà in Trentino in un contesto mondiale in un mondo sempre più attento allo sviluppo sostenibile e alle nuove priorità della salute comune. Su questo assunto si sono confrontati ieri i relatori che hanno preso parte al webinarNext Generation Mobility: Scenarios (after) in the Black Swan”, promosso da Confindustria Trento e Università degli Studi di Trento, a chiudere il primo – ma non ultimo – ciclo di appuntamenti con le idee intitolato “Una certa idea di futuro”.

Grazie alla moderazione di Alessandro Garofalo, esponenti del mondo politico e imprenditoriale hanno parlato di infrastrutture e di tecnologie, e più in generale di sfide, di rischi e opportunità che ci attendono, con la prospettiva temporale dei prossimi dieci anni, su scala globale e locale, toccando quindi le ricadute sul mondo Trentino.

Di stimolo alle riflessioni degli ospiti del webinar, i contenuti dell’intervento del protagonista internazionale dell’appuntamento Emilio Rossi, presidente e cfo della ZF Automotive Italia, Gruppo ZF, membro dal 2019 del Consiglio direttivo dell’Anfia, l’Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica.

Pubblicità
Pubblicità

Una premessa: la pandemia ha innescato una crisi strutturale in cui la domanda è crollata, i mezzi finanziari per investire mancano, le dinamiche proprie della globalizzazione sono saltate. Viviamo un tempo volatile, incerto, complesso e ambiguo. “Per uscire da questa tempesta perfettaha detto Rossioccorre un nuovo modo di vivere il mondo: regole trasparenti negli scambi internazionali, investimenti pubblici capaci di creare valore aggiunto, un sostegno reale all’industria che crea lavoro e sviluppo, politiche attive e di previdenza sociale. Bisogna investire sulle persone, affinché possano continuare a governare le macchine, e investire sulle buone idee. Con un fuoco fortissimo sulle infrastrutture, sull’economia circolare e sulla sostenibilità”.

Quali sono le caratteristiche della Next generation mobility? “La nuova mobilitàha spiegato Rossiunisce al minore impatto la maggiore digitalizzazione”. Immaginiamo un panorama popolato da auto autonome, digitalizzate e elettrifiche. Auto che evitano gli incidenti perché prevedono le collisioni, auto che anticipano guasti e crash perché provvedono alla manutenzione, auto sicure e stabili, efficienti e intelligenti. Una produzione che ha costi altissimi, e che però va perseguita e incentivata, con politiche pubbliche in grado di supportare la domanda e un’industria forte, capace di ridisegnarsi, e ancora investimenti in ricerca e sviluppo, in formazione e nuove competenze”.

La mobilità futura ha bisogno di essere supportata dal punto di vista infrastrutturaleha spiegato Diego Cattoni, amministratore delegato di Autostrada del Brennero Spa -. Su questo fronte, il nostro contributo è tutto in un piano che si estrinseca in due aree principali: l’evoluzione tecnologica e l’attenzione all’ambiente. Autostrada del Brennero vuole costruire il primo ‘green corridor’ a emissioni nocive zero e a incidenti zero. Il nostro piano di mobilità sostenibile prevede il potenziamento della disponibilità dei servizi di ricarica per l’alimentazione elettrica, e un progetto entusiasmante per la mobilità ad idrogeno verde che contempla la produzione, lo stoccaggio e la distribuzione in cinque punti di rifornimento.

Lavoriamo inoltre a un piano per l’interconnessione tra mezzi pesanti per migliorare la sicurezza e i consumi. La previsione di una crescita tumultuosa delle merci in transito sull’asse del Brennero rende inoltre necessario implementare l’infrastruttura ferroviaria, alla quale Autostrada del Brennero partecipa, per concorrere a uno switch dalla gomma alla rotaia, per il quale si prevede ugualmente l’introduzione dell’alimentazione a idrogeno”.

È dunque intervenuto Mario Tonina, vicepresidente della Provincia autonoma di Trento e Assessore all’urbanistica, Ambiente e Cooperazione: “L’ambienteha dettopuò essere considerato come una leva per la crescita economica: ecco allora che la nuova mobilità diventa una delle opportunità più attraenti per coniugare la necessità di crescita economica con sostenibilità.

La giunta provinciale ha approvato il documento preliminare per la Strategia provinciale per lo Sviluppo Sostenibile che individua cinque modelli per il Trentino del futuro: una Strategia integrata e coordinata ad ogni livello, che orienta gli strumenti programmatori e operativi di questa legislatura. Se vogliamo un Trentino più connesso, non possiamo prescindere da investimenti sulla mobilità e sulle reti di trasporto e digitali strategiche.

Un Trentino connesso deve investire in mobilità sostenibile, connettività regionale e tecnologie dell’informazione e della comunicazione come strumenti di inclusione, coesione territoriale e infrastrutture strategiche. In questo contesto ricordo la valenza strategica della circonvallazione ferroviaria di Trento sia per il corridoio europeo sia per il capoluogo, nel più ampio progetto di recupero dell’areale ferroviario e dell’eliminazione del transito merci in concomitanza con l’apertura del tunnel ferroviario del Brennero”.

All’appuntamento hanno preso parte inoltre il presidente di Confindustria Trento Fausto Manzana, Flavio Deflorian, professore del Dipartimento di Ingegneria Industriale di Università di Trento, e Paolo Bosetti, professore del Dipartimento di Ingegneria Industriale di Università di Trento, che ha raccontato l’esperienza del progetto promosso nell’ambito della formula SAE, la Society of Automotive Engineers.

A chiudere i lavori Marcello Lunelli, del consiglio di presidenza dell’Associazione degli industriali di Trento, che ha annunciato un secondo ciclo della serie di appuntamenti con le idee nella formula avviata con successo con il primo ciclo appena concluso.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Castello Bonaria: nell’Alta Maremma un Luxury SPA Resort di eccellenza
    Meta ideale per chi sogna una vacanza in cui i tempi vengono scanditi dal silenzio e dall’armonia della natura, il Castello Bonaria offre agli ospiti anche un Centro Benessere, una piscina e un Ristorante con terrazza sulle colline toscane: tutto quello che serve per un Luxury SPA Resort di eccellenza. Adagiato tra vigneti e uliveti, il […]
  • AVA&MAY: home decor e candele dai profumi esotici
    A chi non piacciono le candele? A chi non piace entrare in casa e sentire subito il profumo fresco di pulito e di casa? Quanto si parla di candele, profumi e prodotti per la casa, si va subito a pensare ad Ava&May, un brand relativamente giovane ma di altissima qualità e dai prodotti con profumi […]
  • VIDEO – Scegliere il mondo come ufficio e diventare nomadi digitali: intervista ad Armando Costantino
    Negli ultimi anni, la tentazione sempre più frequente del “mollo tutto” combinata  all’aumento dello smart working ha creato una nuova tendenza all’interno del panorama lavorativo: i nomadi digitali, conosciuti anche come fulltimers. Persone che hanno scelto di spostare la loro casa in camper e il loro ufficio nel mondo, investendo su loro stessi per riprendersi […]
  • Vado a vivere in un faro!
    Quante volte, leggendo Virginia Woolf o Jules Verne, avete fantasticato su come potrebbe essere vivere in un faro con la sola compagnia del vento e del mare? I fari, nell’immaginario collettivo, sono luoghi straordinari al confine fra mito e realtà, unico baluardo di salvezza per i navigatori durante le notti di tempesta. In realtà, senza […]
  • Hotel e Ristorante Villa Madruzzo: dove ricaricare le batterie a pochi chilometri da Trento
    A quattro chilometri dal centro di Trento si trova uno degli hotel più gettonati del momento: Villa Mandruzzo. Complici anche il ristorante e la meravigliosa area benessere, Villa Mandruzzo è presto diventato uno degli hotel più raccomandati tra coloro che vogliono venire a Trento per godersi alcuni giorni di meritato relax o anche solo per […]
  • Viaggio in Grecia, scegli il fascino mistico di Rodi
    La Grecia è uno di quei luoghi da sogno che tutti dovremmo visitare almeno una volta nella vita. Uno di quei paradisi terrestri neanche troppo lontani dall’Italia che con la sua storia, la sua cultura, il paesaggio naturale, incanta tutti, senza distinzione. Dalle città che hanno fatto la storia come la capitale Atene, simbolo dei […]
  • HP Reinvent: arrivano i nuovi PC per lo smart working
    Grandi novità in arrivo da parte di HP, azienda leader nel settore tecnologico. Durante l’attesissimo evento HP Reinvent dedicato ai propri partner, l’azienda ha lanciato nuovi Pc destinati allo smart working. Ma non solo: l’evento è stato utile per svelare tanti nuovi dispositivi e soluzioni per aiutare le aziende ed i professionisti a migliorare la […]
  • Abbigliamento casual uomo, tutte le dritte per non sbagliare
    Tutti pazzi per l’abbigliamento casual che non è solo comodo ma è anche fashion. Non bisogna confondere, infatti, che casual non è il sinonimo di trasandato e di un abbigliamento approssimativo. Non c’è pensiero più sbagliato perché oggi indossare abiti casual vuol dire vestirsi alla moda, in chiave moderna e innovativa, con uno stile senza […]
  • Isola in Irlanda cerca custodi: l’occasione per cambiare stile di vita per sei mesi
    La meta ideale per chi vuole entrare a contatto con la natura più incontaminata, allontanarsi dai ritmi frenetici della città, godendosi contemporaneamente un’esperienza di vita unica, si trova a Great Blasket Island, al largo della costa irlandese, dove è stata data l’opportunità attraverso un annuncio di lavoro, di cambiare stile di vita per sei mesi. […]

Categorie

di tendenza