Connect with us
Pubblicità

Telescopio Universitario

Università e Coronavirus: esami a distanza devastanti e con conseguenze disastrose. Ma pochi ne parlano

Pubblicato

-

La pandemia del coronavirus ha trasformato la vita lavorativa e sociale di milioni di persone. In mesi di lockdown e restrizioni, si è parlato tanto di scuola ma si è parlato poco di Università.

Non si è calcolato il danno per gli studenti in conseguenza delle Università chiuse. Forse non c’è stata una seria discussione sulle vere conseguenze disastrose che questo isolamento avrà sulle vite di milioni di studenti e quindi inevitabilmente sul futuro dell’Italia.

Tuttavia, qualcosa è cambiato con la seconda ondata e con la lenta comprensione di differenziare. Le misure di sicurezza. Infatti con il nuovo Dpcm in vigore dal 16 gennaio 2021 ci sono alcune novità per le Università rispetto al precedente, ove si prevede che le lezioni possano riprendere anche in presenza, alternando questa modalità con quella a distanza.

Pubblicità
Pubblicità

“Le Università, sentito il Comitato Universitario Regionale di riferimento, predispongono, in base all’andamento del quadro epidemiologico, piani di organizzazione della didattica e delle attività curriculari, da svolgersi a distanza o in presenza, che tengono conto delle esigenze formative e dell’evoluzione del quadro pandemico territoriale e delle corrispondenti esigenze di sicurezza sanitaria […]”.

Le Università “devono assicurare laddove ritenuto necessario e in ogni caso individuandone le relative modalità, il recupero delle attività formative, nonché di quelle curriculari, ovvero di ogni altra prova o verifica, anche intermedia, che risultino funzionali al completamento del percorso didattico; le assenze maturate dagli studenti di cui alla presente lettera non sono computate ai fini della eventuale ammissione a esami finali nonché ai fini delle relative valutazioni.”

Si è finalmente capito che non è possibile tenere i docenti lontani dagli studenti e gli studenti lontani dagli altri studenti per un periodo troppo lungo. La didattica online è sicuramente utile, ma se è integrativa della didattica in presenza. Ed invece si procede anche con gli esami online che scatenato ansie ed angosce negli studenti costretti a rispondere alle domande dei docenti davanti al p.c. dentro una cucina sigillata.

Pubblicità
Pubblicità

Nel caso di alcun esami a Trento, i docenti per non correre il pericolo che lo studente copi, hanno voluto fare la prova di esame attraverso un cellulare.  Nella stanza in cui si sostiene la prova, poi, non devono essere presenti «altre persone» né «libri, quaderni o appunti» con il docente che, a sua discrezione, «potrà chiedere allo studente di inquadrare la scrivania per mostrare che sia vuota e che le pareti intorno siano vuote o comunque senza fogli appesi».

I docenti dovranno invitare i ragazzi a «mantenere lo sguardo verso lo schermo, onde evitare la consultazione di materiale non ammesso». Nessuna distrazione, nessuna furbata.

Sono in molti a chiedersi il perché, visto i grandi spazi a disposizione dell’ateneo trentino, gli esami non vengano fatti in presenza mantenendo il distanziamento. Si potrebbe a riguardo fare l’esame con tanto di microfono in mano rimanendo anche a 50 metri di distanza. E rimane incomprensibile il perché non venga fatto. 

Fino ad ora non c’è stata una seria discussione sulle vere conseguenze disastrose che la chiusura di scuole e università avrà sulle vite di milioni di studenti e, inevitabilmente, sul futuro del Paese.  Come recuperare le ore perdute di lezioni in presenza e come ricostruire la rete di rapporti umani con compagni e professori dopo quasi un anno di «isolamento»?

Come immaginare un ritorno alla «normalità» dopo una lunga assenza che ha aumentato la dipendenza da computer e dispositivi?  Come favorire un riequilibrio in cui il virtuale venga ridimensionato rispetto alla vita reale ?

L’Università ha una funzione essenziale nella formazione: senza l’esperienza comunitaria viene meno una delle componenti fondamentali della crescita umana e culturale.

Riportare, in sicurezza, gli studenti negli atenei è una priorità come quella di tenere aperti gli ospedali. Con l’inizio del prossimo semestre a fine febbraio, l’auspicio è quello di tornare a vedere gli studenti e le studentesse in via Verdi, a Povo, a Mesiano, a Rovereto.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Vado a vivere in un faro!
    Quante volte, leggendo Virginia Woolf o Jules Verne, avete fantasticato su come potrebbe essere vivere in un faro con la sola compagnia del vento e del mare? I fari, nell’immaginario collettivo, sono luoghi straordinari al confine fra mito e realtà, unico baluardo di salvezza per i navigatori durante le notti di tempesta. In realtà, senza […]
  • Hotel e Ristorante Villa Madruzzo: dove ricaricare le batterie a pochi chilometri da Trento
    A quattro chilometri dal centro di Trento si trova uno degli hotel più gettonati del momento: Villa Mandruzzo. Complici anche il ristorante e la meravigliosa area benessere, Villa Mandruzzo è presto diventato uno degli hotel più raccomandati tra coloro che vogliono venire a Trento per godersi alcuni giorni di meritato relax o anche solo per […]
  • Viaggio in Grecia, scegli il fascino mistico di Rodi
    La Grecia è uno di quei luoghi da sogno che tutti dovremmo visitare almeno una volta nella vita. Uno di quei paradisi terrestri neanche troppo lontani dall’Italia che con la sua storia, la sua cultura, il paesaggio naturale, incanta tutti, senza distinzione. Dalle città che hanno fatto la storia come la capitale Atene, simbolo dei […]
  • HP Reinvent: arrivano i nuovi PC per lo smart working
    Grandi novità in arrivo da parte di HP, azienda leader nel settore tecnologico. Durante l’attesissimo evento HP Reinvent dedicato ai propri partner, l’azienda ha lanciato nuovi Pc destinati allo smart working. Ma non solo: l’evento è stato utile per svelare tanti nuovi dispositivi e soluzioni per aiutare le aziende ed i professionisti a migliorare la […]
  • Abbigliamento casual uomo, tutte le dritte per non sbagliare
    Tutti pazzi per l’abbigliamento casual che non è solo comodo ma è anche fashion. Non bisogna confondere, infatti, che casual non è il sinonimo di trasandato e di un abbigliamento approssimativo. Non c’è pensiero più sbagliato perché oggi indossare abiti casual vuol dire vestirsi alla moda, in chiave moderna e innovativa, con uno stile senza […]
  • Isola in Irlanda cerca custodi: l’occasione per cambiare stile di vita per sei mesi
    La meta ideale per chi vuole entrare a contatto con la natura più incontaminata, allontanarsi dai ritmi frenetici della città, godendosi contemporaneamente un’esperienza di vita unica, si trova a Great Blasket Island, al largo della costa irlandese, dove è stata data l’opportunità attraverso un annuncio di lavoro, di cambiare stile di vita per sei mesi. […]
  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]

Categorie

di tendenza