Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Trasporto urbano e nuovo parcheggio a Priò: la minoranza di Predaia interroga la giunta

Pubblicato

-

Il servizio di trasporto urbano per il collegamento delle frazioni e la possibile realizzazione di un nuovo parcheggio in via Roda, nella frazione di Priò.

Sono queste le due tematiche su cui si è concentrata l’attenzione del gruppo consiliare “Identità Predaia-Predaia Giovane”, composto dai consiglieri Loris Odorizzi, Alice Brida, Alberto Corazzolla, Marco Gilli, Andrea Preti e Martina Zadra, che nei giorni scorsi ha presentato due interrogazioni indirizzate alla sindaca di Predaia Giuliana Cova.

TRASPORTO URBANO: «PERCHÉ È STATO INTERROTTO IL SERVIZIO?» – In primo luogo i 6 firmatari intendono far luce sulle motivazioni che hanno indotto la giunta comunale a decidere di interrompere il servizio innovativo (primo sull’intero territorio provinciale quando partì nel 2016) di trasporto urbano tra le frazioni di Predaia.

Pubblicità
Pubblicità

Un servizio che «ha di fatto eliminato le barriere della mobilità interna comunale per molti giovani ed anziani, contribuendo ad accrescerne lo spirito di comunità – sostiene il gruppo di minoranza –. Con grande rammarico abbiamo appreso che, a partire dal 1° gennaio 2021, per volontà della giunta tale servizio non è più operativo. Consapevoli del calo di traffico nel corso dell’anno 2020 dovuto alle restrizioni per il contenimento della pandemia, riteniamo però immotivata l’interruzione di un servizio pubblico senza averne previsto uno sostitutivo».

Questo “blocco”, secondo i consiglieri di Identità Predaia e Predaia Giovane, rischierebbe di mettere ancora più in difficoltà chi questo servizio lo utilizzava «quale unica possibilità di mobilità».

«Una decisione che avrebbe meritato il coinvolgimento del Consiglio al fine di individuare possibili alternative e che toglie un servizio alla collettività – si legge nell’interrogazione –. Ciò stride con quanto espresso nel programma elettorale della lista “Predaia in Comune”, oggi maggioranza, e dalla stessa confermato nelle linee programmatiche di mandato 2020-2025 presentate durante la seduta pubblica del consiglio comunale di data 30 novembre 2020, dove tra gli obiettivi dei servizi al cittadino si legge: “Migliorare la rete di trasporto leggero già presente sul territorio comunale, armonizzandone gli orari con le attività e le necessità del territorio”».

Pubblicità
Pubblicità

Per questo la minoranza di Predaia ha depositato un’interrogazione, nella quale si chiede alla giunta quali siano le ragioni che hanno determinato la volontà di chiudere il servizio, se siano giunte richieste o lamentele specifiche in merito all’’interruzione del servizio e perché non si sia ritenuto opportuno coinvolgere il Consiglio Comunale.

I 6 consiglieri intendono sapere, inoltre, per quale motivo non si sia ritenuto opportuno, prima di eliminare un servizio, prevederne la sostituzione con un altro.

«L’attuale servizio – si legge in conclusione – usufruiva del Fondo provinciale per il sostegno di specifici servizi comunali, con una copertura di spesa a carico della Provincia Autonoma di Trento del 50%, che per l’anno 2020 è stata di 39.718.38 euro. Si è verificato che futuri servizi di trasporto, anche a chiamata, possano godere della stessa copertura? Come e quando si pensa, citando l’avviso agli utenti presente sul sito comunale, di “valutare l’attivazione di un nuovo servizio su prenotazione, più efficace e flessibile”?».

UN NUOVO PARCHEGGIO A PRIÒ – Nelle linee programmatiche di mandato 2020-2025 è prevista la realizzazione di un parcheggio in via Roda nella frazione di Priò.

Su questo punto i consiglieri di minoranza di Predaia intendono fare chiarezza, dal momento che in quest’area è presente un immobile di proprietà privata che da anni versa in condizione di abbandono.

«Tale situazione di degrado crea notevole disagio alla comunità di Priò – sostiene il gruppo “Identità Predaia-Predaia Giovane” –. Le recenti abbondanti nevicate ne hanno ulteriormente compromesso la stabilità, con il conseguente rischio di crollo e i relativi problemi di sicurezza pubblica che ne possono derivare».

Per questo motivo è stata presentata l’interrogazione, nella quale viene chiesto a sindaco e giunta se siano stati presi contatti per acquisire l’immobile e se si ritenga di dover intervenire per la messa in sicurezza dell’area.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Affitto con riscatto, un’ottima opportunità per acquistare casa
    Una possibile alternativa per acquistare casa potrebbe essere l’affitto con riscatto. Negli ultimi anni, la mancanza di liquidità, le garanzie delle banche sempre più stringenti e gli alti tassi di intesse, incidono negativamente sull’acquisto di... The post Affitto con riscatto, un’ottima opportunità per acquistare casa appeared first on Benessere Economico.
  • Attivata la seconda sessione di contributi a fondo perduto per Associazioni sportive, come funziona
    Dopo i danni subiti dalle associazioni sportive a causa delle restrizioni dovute all’emergenza covid, il Dipartimento per lo Sport della Presidenza del CdM ha destinato un fondo di 50 milioni per Ssd e Asd. Contributi... The post Attivata la seconda sessione di contributi a fondo perduto per Associazioni sportive, come funziona appeared first on Benessere […]
  • Reddito di libertà, attivata la procedura per l’invio delle domande
    Dopo l’annuncio di qualche mese fa, il reddito di libertà ora è pronto per essere erogato a tutte le donne in difficoltà e vittime di violenza. Reddito di libertà, cos’è La misura che prevede un... The post Reddito di libertà, attivata la procedura per l’invio delle domande appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022
    Manca poco all’arrivo del Bonus idrico che permette di ricevere un rimborso di 1000 euro per chi sostituisce rubinetti di bagno e cucina. Ad oggi anche se sembra tutto pronto per l’avvio della nuova agevolazione,... The post Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo
    Il futuro dell’economia, dovrà evolversi tenendo conto della missione che ormai accomuna tutti gli stati del mondo, la sostenibilità. Di fatto, per avvicinarsi verso un’economia circolare che riduca la produzione dei rifiuti, garantisca uno sviluppo... The post Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo appeared first on Benessere Economico.
  • Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi
    Dopo le difficoltà iniziali, il Bonus terme ha riscontrato un a grande affluenza, tanto da esaurire i fondi nel giro di poche ore. Un boom di adesioni che però ha lasciato milioni di italiani esclusi... The post Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi appeared first on Benessere Economico.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

Categorie

di tendenza