Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Niente maggioranza per il governo Conte al Senato. È l’inizio della fine

Pubblicato

-

In Senato la maggioranza non raggiunge i sospirati 161 voti e quindi le cose si complicano. E di molto anche. Per Giuseppe Conte una caporetto annunciata in una giornata carica di tensione. Ora la parola passa al capo dello Stato Sergio Mattarella in un momento molto delicato per il paese che si ritrova una maggioranza fragilissima ed instabile. 

Incassata la maggioranza assoluta alla Camera, con 321 voti ieri (il plenum dell’assemblea è di 630), il premier Giuseppe Conte ieri ha affrontato la prova del Senato, dove i numeri a sostegno del governo erano molto più risicati.

Italia viva, dopo l’abbandono del governo, ha annunciato la propria astensione nel voto finale e questo ha consentito all’esecutivo di ottenere la fiducia con una maggioranza relativa: non era richiesto un quorum minimo ed è sufficiente superare l’opposizione anche di un solo voto.

Pubblicità
Pubblicità

Le voci si sono altalenate per tutto il giorno e la fiducia è oscillata tra i 152 e i 159 senatori: quelli di M5S , Pd e Leu a cui si sarebbero dovuti aggiungere tra i 12 e i 15 voti provenienti dal gruppo Misto o di transfughi da altri gruppi e 7 dal gruppo delle Autonomie.

Ma poi il pallottoliere ipotetico e virtuale si è trasformato in realtà e alle 21.30 è arrivato il risultato tanto atteso. Conte ottiene la fiducia con 156 voti, ma la maggioranza assoluta è molto lontana. Un governo che si regge su 3 senatori a vita che non saranno mai in aula durante i lavori parlamentari e su altri 2 transfughi di Forza Italia espulsi subito dal partito.

A sostegno del premier si sono schierati i deputati di Pd e M5S con il supporto di LeU, il gruppo Autonomie e il Maie; tra i sostenitori come detto  anche tre senatori a vita: Liliana Segre, Elena Cattaneo e Mario Monti.

Pubblicità
Pubblicità

Ci sono però state delle sorprese nei votanti a favore del governo; due sono infatti stati i deputati “dissidenti” di Forza Italia che si sono schierati dalla parte della maggioranza. Tajani ha fatto subito sapere che i due azzurri sono stati espulsi dal partito.

16 gli astenuti, tutti i senatori di Italia Viva tranne uno, Riccardo Nencini, il socialista odiato dai grillini (fino a poco tempo fa) che ha sostenuto l’esecutivo. Un maggioranza traballante e tenuta in piedi a fatica dai cosi detti «responsabili». L’inizio insomma della fine del governo. 

Dure le accuse di Renzi che si è così espresso nei confronti del Presidente :”Ora si accinge alla terza maggioranza diversa ma ci risparmi di dire che l’agenda di Biden è la sua agenda dopo aver detto che l’agenda di Trump era la sua agenda.” Poi il leader di Italia Viva continua :”Se va alla scuola di Siri e si dice populista, ora non si può dire antipopulista. Non può cambiare le idee per mantenere la poltrona.

Lei ha avuto paura di salire al Colle perché ha scelto un arrocco che spero sia utile per lei ma credo sia dannoso per le istituzioni”, ha aggiunto l’ex presidente del Consiglio.  “La crisi istituzionale non è aperta ma l’Italia vive una crisi sanitaria ed economica”, spiega Renzi sottolineando come l’Italia sia il Paese con il “più alto numero di morti di Covid in rapporto alla popolazione”. “Sono mesi che chiediamo una svolta, non è vero che siamo stati irresponsabili, siamo stati fin troppo pazienti. Questo è un “kairos”, un momento opportuna, ora o mai più si può fare una discussione”, ha proseguito.

I contrari sono stati 140: tutto il centro destra e misti meno i due (ex) azzurri Maria Rosaria Rossi e Andrea Causin. Mentre 16 si sono astenuti.  In Senato quindi il governo non ha la maggioranza.

Il commento di Matteo Salvini è stato :”Ci rivolgeremo a Mattarella. C è un governo che non ha la maggioranza al Senato e sta in piedi con chi cambia casacca.” E ancora: “Ha cambiato la terza maggioranza in tre anni, ha governato con Matteo Salvini – ha aggiunto ancora Renzi -. Oggi so che è il punto di riferimento del progressismo e ne sono contento, ma ha firmato i decreti Salvini e quota 100. Ora si accinge alla terza maggioranza diversa ma ci risparmi di dire che l’agenda Biden è la sua agenda dopo aver detto che l’agenda di Trump era la sua sua agenda. Se va all’assemblea generale dell’Onu e rivendica il sovranismo, non può dirsi antisovranista, se va alla scuola di Siri e si dice populista, ora non può dirsi antipopulista. Non può cambiare le idee per mantenere la poltrona”. 

Il premier Conte che ieri mattina poteva ritenersi soddisfatto per la vittoria ottenuta alla Camera con 321 voti a favore, non può dirsi lo stesso del risultato al senato.

La maggioranza infatti, non essendo assoluta, vacilla e non garantisce stabilità al secondo governo di Conte senza Renzi. Il premier sembra dunque essersi liberato del fiorentino per ora ma la tenuta del suo governo è fragile. Un governo debolissimo e fragile imbrigliato dai «voltagabbaba» e ricattabile in qualsiasi momento.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Gig Economy, un fenomeno da controllare e regolamentare: i pro e contro
    Da qualche anno il mondo del lavoro è stato travolto dalla Gig Economy dividendo l’opinione pubblica e l’economia. Cos’è la Gig Economy Nonostante l’arrivo della Gig Economy sia un fenomeno relativamente recente, negli ultimi 10... The post Gig Economy, un fenomeno da controllare e regolamentare: i pro e contro appeared first on Benessere Economico.
  • Arriva GOL, un programma per il reinserimento lavorativo delle categorie svantaggiate e fragili: come funziona
    Dal Governo nasce il programma GOL, Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori che punta a rilanciare l’occupazione in Italia, con un investimento di 4.9 miliardi di euro da investire tra il 2021 e il 2025. I... The post Arriva GOL, un programma per il reinserimento lavorativo delle categorie svantaggiate e fragili: come funziona appeared first on […]
  • Pubblica Amministrazione, possibilità di delegare l’identità digitale per accedere ai servizi online
    Da qualche settimana, è stata introdotta la possibilità di delegare una persona di fiducia all’esercizio dei servizi online pubblici. Identità digitale o SPID a cosa serve Il Sistema Pubblico di Identità Digitale, ovvero Spid permettere... The post Pubblica Amministrazione, possibilità di delegare l’identità digitale per accedere ai servizi online appeared first on Benessere Economico.
  • Smart Working, verso sgravi contributivi per le aziende ed agevolazioni fiscali per i lavoratori
    Dal Governo si lavora a nuove regole per lo smart working post emergenza covid-19, tra queste la riduzione delle tasse in busta paga e sgravi per le imprese. Da luglio, Camera e Senato hanno presentato... The post Smart Working, verso sgravi contributivi per le aziende ed agevolazioni fiscali per i lavoratori appeared first on Benessere […]
  • Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse
    Una delle novità anticipata dall’ex Ministro dell’università, Manfredi e concretizzata dall’attuale Cristina messa prevede ad allargare la no tax area per gli studenti universitari, comprendo i costi fino alla fascia reddituale di 22 mila euro.... The post Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse appeared […]
  • Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli
    Dall’Unione Europa arriva il via libera agli aiuti di Stato per le imprese italiane colpite economicamente dalla pandemia Covid-19. I gravi effetti economici causati dall’arrivo del Coronavirus stanno avendo ancora pesanti ripercussioni per le attività... The post Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli appeared first on Benessere Economico.
  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]

Categorie

di tendenza