Connect with us
Pubblicità

Fiemme, Fassa e Cembra

Mobilità in Val di Fassa: priorità al progetto Bus Rapid Transit per il potenziamento del trasporto extraurbano su gomma

Pubblicato

-

Migliorare il sistema della mobilità della valle di Fassa, generando ricadute positive tanto sulle comunità locali quanto sui turisti, e guardando alla sfida posta dalle Olimpiadi invernali del 2026.

Significa in primo luogo investire nel trasporto pubblico su gomma, ovvero nel cosiddetto Bus Rapid Transit, per il quale sono disponibili 60 milioni di euro, 38 dei quali saranno utilizzati per realizzare opere infrastrutturali, e di corsia riservata al passaggio dei bus su circa 18 chilometri di strada, dei 40 complessivi che interessano il tragitto Fiemme-Fassa.

Altri 20 milioni di euro circa serviranno invece per il rinnovo del materiale rotabile, che attualmente consta di 35 autobus attestati a Predazzo. La Provincia lascia aperta la possibilità di valutare anche altri interventi, integrativi rispetto al BRT, come quelli centrati sul potenziamento dei collegamenti a fune, caldeggiati dalla Comunità, se saranno reperite altre fonti di finanziamento a copertura di almeno una parte dei costi.

Pubblicità
Pubblicità

Nel frattempo, prende corpo la nuova ipotesi progettuale riguardante la variante Campitello-Canazei che, come già illustrato la scorsa settimana, prevede la suddivisione dell’opera in due unità funzionali distinte. Queste le principali conclusioni emerse dall’incontro di oggi pomeriggio fra il presidente della Provincia Maurizio Fugatti, assieme ai dirigenti generali del Dipartimento Umst mobilità Roberto Andreatta e dell’Agenzia provinciale per le opere pubbliche Luciano Martorano, e i sindaci della valle di Fassa, assieme al procurador del Comun general de Fascia Giuseppe Detomas. L’incontro faceva seguito a quello organizzato la scorsa settimana con i sindaci della valle di Fiemme.

Abbiamo ricevuto dallo Stato un finanziamento globale sul tema Olimpiadi di 120 milioni. – ha detto il presidente Fugatti –  Al suo interno una quota di 60 milioni verrà destinata al miglioramento e potenziamento della mobilità nel suo complesso, con ricadute positive che rimarranno ovviamente anche ‘a regime’. Il progetto BRT è quello che la Provincia sottopone ora ai territori interessati per una valutazione congiunta. Sono state prospettate anche altre ipotesi di mobilità, interessanti e moderne, che presentano però attualmente un limite oggettivo determinato dalla sostenibilità finanziaria. Non è detto che alcune di esse, in particolare quelle che ipotizzano il potenziamento degli impianti a fune, non possano esser complementari al disegno riguardante il trasporto pubblico su gomma, che rimane strategico. Se ci fossero anche altri canali di finanziamento, ad esempio di provenienza europea, saremmo disposti a considerarli. Il Recovery Fund, invece, per come è costituito oggi non può essere utilizzato perché ha tempi di appalto molto stretti rispetto ad un’opera come questa”.

Andreatta ha ripercorso brevemente la strada fatta fino all’adozione con decreto dell’ipotesi progettuale cosiddetta BRT. Nel 2010 la valle di Fassa aveva avvertito fortemente l’esigenza di migliorare il trasporto pubblico. In seguito il potenziamento dell’offerta centrata sui bus ha creato una vera e propria cultura dell’utilizzo di questo sistema di trasporto. Da qui, nel 2017, all’inizio dei ragionamenti  per il suo potenziamento, attraverso in particolare l’uso di messi più capienti e confortevoli, anche con entrata a raso per facilitare l’utenza con mobilità di ridotta, e quindi con il miglioramento di parte dei tracciati stradali, con lo sviluppo di corsie differenziate, nuove stazioni e parcheggi di assestamento. “L’obiettivoha sottolineato Andreattaè innanzitutto il miglioramento del trasporto extraurbano su gomma, servizio ‘universale’ per eccellenza, che certamente rimane il cuore dell’offerta di trasporto pubblico”.

Pubblicità
Pubblicità

Questo modello ha aggiunto Martoranoprevede un significativo miglioramento dei tempi di percorrenza del traffico pubblico e al tempo stesso nessun peggioramento di quelli del traffico privato, anzi un leggero miglioramento anche qui, poiché le soluzioni adottate riducono l’impatto del traffico pubblico sulla viabilità generale”.

Prossimamente, con  una apposita riunione, il progetto verrà esaminato nel dettaglio assieme ai sindaci, i quali, assieme al procuratore Detomas, continueranno comunque a lavorare per l’elaborazione di altre progettualità soprattutto nel campo della mobilità su fune, integrate con le infrastrutture già esistenti.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • VIDEO – Scegliere il mondo come ufficio e diventare nomadi digitali: intervista ad Armando Costantino
    Negli ultimi anni, la tentazione sempre più frequente del “mollo tutto” combinata  all’aumento dello smart working ha creato una nuova tendenza all’interno del panorama lavorativo: i nomadi digitali, conosciuti anche come fulltimers. Persone che hanno scelto di spostare la loro casa in camper e il loro ufficio nel mondo, investendo su loro stessi per riprendersi […]
  • Vado a vivere in un faro!
    Quante volte, leggendo Virginia Woolf o Jules Verne, avete fantasticato su come potrebbe essere vivere in un faro con la sola compagnia del vento e del mare? I fari, nell’immaginario collettivo, sono luoghi straordinari al confine fra mito e realtà, unico baluardo di salvezza per i navigatori durante le notti di tempesta. In realtà, senza […]
  • Hotel e Ristorante Villa Madruzzo: dove ricaricare le batterie a pochi chilometri da Trento
    A quattro chilometri dal centro di Trento si trova uno degli hotel più gettonati del momento: Villa Mandruzzo. Complici anche il ristorante e la meravigliosa area benessere, Villa Mandruzzo è presto diventato uno degli hotel più raccomandati tra coloro che vogliono venire a Trento per godersi alcuni giorni di meritato relax o anche solo per […]
  • Viaggio in Grecia, scegli il fascino mistico di Rodi
    La Grecia è uno di quei luoghi da sogno che tutti dovremmo visitare almeno una volta nella vita. Uno di quei paradisi terrestri neanche troppo lontani dall’Italia che con la sua storia, la sua cultura, il paesaggio naturale, incanta tutti, senza distinzione. Dalle città che hanno fatto la storia come la capitale Atene, simbolo dei […]
  • HP Reinvent: arrivano i nuovi PC per lo smart working
    Grandi novità in arrivo da parte di HP, azienda leader nel settore tecnologico. Durante l’attesissimo evento HP Reinvent dedicato ai propri partner, l’azienda ha lanciato nuovi Pc destinati allo smart working. Ma non solo: l’evento è stato utile per svelare tanti nuovi dispositivi e soluzioni per aiutare le aziende ed i professionisti a migliorare la […]
  • Abbigliamento casual uomo, tutte le dritte per non sbagliare
    Tutti pazzi per l’abbigliamento casual che non è solo comodo ma è anche fashion. Non bisogna confondere, infatti, che casual non è il sinonimo di trasandato e di un abbigliamento approssimativo. Non c’è pensiero più sbagliato perché oggi indossare abiti casual vuol dire vestirsi alla moda, in chiave moderna e innovativa, con uno stile senza […]
  • Isola in Irlanda cerca custodi: l’occasione per cambiare stile di vita per sei mesi
    La meta ideale per chi vuole entrare a contatto con la natura più incontaminata, allontanarsi dai ritmi frenetici della città, godendosi contemporaneamente un’esperienza di vita unica, si trova a Great Blasket Island, al largo della costa irlandese, dove è stata data l’opportunità attraverso un annuncio di lavoro, di cambiare stile di vita per sei mesi. […]
  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]

Categorie

di tendenza