Connect with us
Pubblicità

Politica

Fratelli d’Italia Trentino dice no a gruppi estremisti dentro il movimento

Pubblicato

-

Fratelli d’Italia in Trentino dopo gli ottimi risultati raggiunti alle elezioni comunali di Trento continua la sua ristrutturazione sul territorio attraverso nuove adesioni e la costruzione di un nuovo programma politico in vista del prossimo appuntamento elettorale del 2023.

Il partito dopo essere stato preso in mano dal senatore Andrea De Bertoldi ha cominciato a volare cavalcando l’onda nazionale del suo leader Giorgia Meloni. Alle comunali ha quintuplicato i voti e da pochi giorni è nato il gruppo consiliare in consiglio provinciale dove attraverso la voce del consigliere Claudio Cia potrà presentare istanze, interrogazioni, disegni si legge e quant’altro.

Oggi, e questa è una certezza, Fratelli d’Italia è una realtà oltre che nazionale, anche provinciale, dopo il periodo buoi della conduzione di Marika Poletti.

Pubblicità
Pubblicità

Svilupparsi sul territorio, aumentare i consensi ed essere presenti nella vita politica del paese significa anche modulare per il bene della società la propria struttura, ma non certo i propri valori.

In questi giorni dentro il partito c’è un forte dibattito in corso circa l’ammissione o meno di persone che rivendicano la propria vicinanza al nazismo o ideologie similari. I nomi che girano sono i soliti, vecchie conoscenze che hanno militato in molti partiti e che non sono mai riusciti a trovare la propria casa ideologica. Stupisce però che fra di loro ci sia una figura femminile con tanto di tessera del partito che in passato ha militato in forze politiche moderate.

In poche parole Fratelli d’Italia, nonostante sia un partito di destra, intende bloccare i soggetti legati ideologicamente ad idee estremiste che intendono ritagliarsi degli spazi all’interno del movimento.

Pubblicità
Pubblicità

«Ci è giunta poi notizia da persone del territorio che nella stessa formazione politica in Trentino Alto Adige sia in corso un aggressivo tentativo di scalata interna, attraverso il tesseramento, da parte di noti gruppi di estremisti trentini, i quali hanno già in passato tentato di ritagliarsi uno spazio in altri partiti del Centrodestra» la denuncia arriva dal Dottor Eyal Mizrahi (foto)– Presidente Associazione Amici di Israele (ADI) e da Davide Romano – Segretario nazionale ADI e Presidente Centro Studi Brigata Ebraica.

E ancora: «La vicinanza a posizioni suprematiste, talvolta addirittura del nazismo, l’adulazione dei suoi protagonisti, la celebrazione delle ricorrenze, nonché l’apologia dell’antisemitismo, così come le offese allo Stato d’Israele, sono atteggiamenti perpetrati negli anni da quest’ultimi nel corso della loro attività politica di gruppo, il tutto è ben documentato dalle loro  esternazioni sui social.»

«Sappiamo che i vertici locali del partito, di concerto con quelli nazionali – aggiungono Mizrahi  e Romano – stanno fronteggiando la situazione con decisione cercando di scongiurare l’opa sul partito da parte di questi gruppi di estremisti. Questa determinazione non può che rincuorarci, quello invece che desta ancora preoccupazione, è che un partito che sta raccogliendo sempre più consensi, abbia purtroppo ancora al suo interno una minoranza tra i suoi dirigenti che sia a livello nazionale che locale (come nel caso del Trentino per una nota dirigente locale che ha sollecitato l’adesione di questo gruppo) intende dare cittadinanza agli estremisti. Sollecitiamo con forza una netta presa di posizione da parte dei vertici locali e nazionali del partito, a partire da Giorgia Meloni, affinché si faccia definitivamente chiarezza su quale sia la posizione del suo movimento.  La vicinanza a Israele dimostrata anche di recente non può che rincuorarci a tal proposito, nonché sul positivo esito di questa spiacevole vicenda.»

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Lavoratori dello spettacolo, in arrivo un Ddl con sostegni e tutele
    In arrivo un disegno di legge temporaneo per rimediare alla discontinuità del lavoro nel mondo dello spettacolo. Una sorta di bonus contributivo per pareggiare, dal punto di vista pensionistico i lavoratori dello spettacolo per gli... The post Lavoratori dello spettacolo, in arrivo un Ddl con sostegni e tutele appeared first on Benessere Economico.
  • Arriva il primo noleggio auto con rata decrescente e pagabile anche in bitcoin
    Dal lavoro alla vita privata, fino al tempo libero: flessibilità è sicuramente la parola dell’anno, tanto da arrivare ad influenzare anche il mondo del noleggio. Anche questo settore infatti, negli ultimi anni ha declinato la... The post Arriva il primo noleggio auto con rata decrescente e pagabile anche in bitcoin appeared first on Benessere Economico.
  • Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey
    L’anno del Covid è stato anche l’anno dello smart working, un’autentica rivoluzione per molti lavoratori e l’Istituto Mckinsey fa luce sulle trasformazioni a cui il mondo del lavoro dovrà adeguarsi. Il report Mckinsey Alla crisi... The post Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey appeared first on Benessere Economico.
  • Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo
    Le dinamiche di internet hanno ormai cambiato le logiche di progettazione e di prenotazione della vacanza. A questo, si aggiungono gli sconvolgimenti finanziari che sono alla base delle crisi economiche innescando meccanismo viziosi. Il mercato... The post Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo appeared first on Benessere Economico.
  • Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti
    Il mondo cambia in fretta, a volte più velocemente di quanto previsto. In questo senso l’arrivo del Covid ha straordinariamente accelerato tutti i processi: da quelli economici, ai naturali fino a quelli lavorativi. Il lavoro... The post Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti appeared first on Benessere […]
  • Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli
    Negli ultimi anni gli imprenditori agricoli under 35 sono aumentati del 12%. Per facilitare questa transizione verso la terra esistono possibilità come ISMEA che permette di aiutare, anche economicamente i giovani che scelgono questa strada.... The post Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli appeared first on Benessere Economico.
  • Un ponte sottomarino galleggiante: l’incredibile scommessa della Norvegia
    Un tunnel che galleggia a mezz’acqua nel mezzo di un fiordo, con macchine che sfrecciano su entrambe le direzioni e poco sotto un abisso blu profondo oltre mille metri. Si tratta della scommessa della Norvegia, un progetto avveniristico essenziale per superare il principale problema di trasporto nel Paese. Lo studio realizzato da un team di […]
  • E’ consigliabile scegliere letture rilassanti, leggere brutte notizie fa male
    Leggere cattive notizie fa male. L’espressione che descrive la tendenza di continuare a guardare e navigare ossessivamente tra le notizie cattive anche se risultano tristi scoraggianti o deprimenti è stata rinominata dall’inglesismo: Doomscrolling. Il termine è composto da due parole: “doom” che riporta a tutto ciò che è catastrofico e, “ scrolling” si riferisce al […]
  • Le foreste rinascono dai fondi del caffè
    Troppe volte siamo stati abituati a gettare cose che, a differenza dall’aspetto, possono essere davvero utili per le persone, la natura e la vita. Così come risveglia milioni di persone in tutto il mondo, esattamente lo stesso può fare con le foreste: Il caffè o meglio il suo scarto può infatti essere davvero utile per […]
  • Vigilius Mountain Resort, dove purificarsi dallo stress della vita quotidiana
    Niente automobili, nessun rumore, niente stress. Solo natura e pace. Non ci sono strade che portano al Monte San Vigilio, si arriva solo dopo una breve salita in funivia. Qui l’aria sa di larice e di libertà. L’hotel a 5 stelle vigilius mountain resort si accoccola nella natura, diviene tutt’uno con essa, così semplice e […]

Categorie

di tendenza