Connect with us
Pubblicità

Piana Rotaliana

19 gennaio 2019: due anni senza Rodolfo Borga. Il ricordo degli amici

Pubblicato

-

Dopo una lunga malattia, a soli 56 anni, il 19 gennaio 2019 moriva il consigliere provinciale e fondatore di Civica Trentina Rodolfo Borga. Una figura politica difficile da dimenticare che ha lasciato un vuoto incolmabile nella politica e società trentina.

Rodolfo Borga poco prima della morte era stato indicato come vicepresidente della nuova giunta Fugatti, carica per la quale forse aveva combattuto per tutta la sua vita politica.

Maurizio Fugatti, suo grande amico, lo aveva scelto come suo vice alla luce anche delle numerose battaglie portate a termine fra i banchi delle minoranze in anni di opposizione ai governi di centro sinistra.

Pubblicità
Pubblicità

«La sua mancanza in questi due anni l’abbiamo sentita molto – dichiara il governatore Maurizio Fugatti – ci è mancata la sua visione dei rapporti istituzionali e del futuro dell’autonomia trentina. In questo anno difficilissimo la maggioranza e tutto il Trentino avrebbe tratto beneficio dalla sua presenza. Il suo comportamento saggio, concreto, popolare e autorevole avrebbe sicuramente aiutato tutti»

Come dicevamo, Borga non è stato dimenticato e a distanza di due anni sono ancora in molti a ricordarlo. Lo ricordano gli amici e i sostenitori dell’Area Civica di Mezzolombardo che in una nota scrivono: «nell’impossibilità di ritrovarsi comunitariamente per le vigenti restrizioni epidemiche, con questo breve pensiero desiderano ricordare pubblicamente l’amico Rodolfo Borga in occasione del secondo anniversario dalla scomparsa. La circostanza offre l’occasione per rinnovare sentimenti di vicinanza ai suoi familiari e parenti e per confermare la volontà di continuare la sua opera a tutti coloro che ne hanno apprezzato le qualità umane e l’esempio di totale dedizione alla comunità».

Anche Claudio Cia ha voluto ricordarlo con un pensiero: «Lo ricordo come persona intellettualmente onesta con un grande rispetto per le istituzioni. Testimone coraggioso di valori non negoziabili, come la famiglia, la vita nascente, il fine vita l’amore per la propria terra. Nel suo percorso politico ha sempre saputo mettere al primo posto gli ideali in cui credeva.»

Pubblicità
Pubblicità

«Sono già due anni – ricorda invece Walter Kaswalder –  da quando Rodolfo Borga ha lasciato il parlamento della vita. Davvero sembra ieri, perché forti e chiari rimangono il ricordo e l’impressione della vitalità e intelligenza dell’uomo e del politico. Borga era uno dei consiglieri provinciali più in vista per lucidità di analisi e brillantezza propositiva. Era appena giunto al traguardo della vittoria elettorale – per cui aveva lavorato intensamente – e alla soglia della vicepresidenza della Provincia Autonoma. Il Trentino è rimasto improvvisamente senza di lui ed oggi – anche a nome di tutti i colleghi consiglieri – desidero ricordarlo con ammirazione, rispetto ed affetto».  

Laureato in Giurisprudenza all’Università di Bologna era stato prima consigliere comunale a Mezzolombardo dal 1995 al 2000 e poi sindaco dal 2000 al 2008, il fondatore di Civica Trentina era residente proprio nel piccolo centro della piana Rotaliana dove viveva con la moglie e le due figlie.

Era stato consigliere provinciale già nella XIV legislatura (per il Popolo delle Libertà) e XV legislatura. Nell’ottobre del 2018 la terza rielezione. Garante delle minoranze nella sua ultima legislatura e componente della Prima Commissione permanente.

Uomo di destra. Aveva aderito ad Alleanza Nazionale, per approdare al PdL, quando AN decise improvvidamente di sciogliersi, per dar vita, con la Mussolini, il Partito Pensionati e Berlusconi al nuovo soggetto politico, che ebbe – come si sa – una travagliata ed effimera esistenza. Fu proprio con la lista del PdL che Rodolfo Borga entrò in consiglio provinciale. Prima era stato sindaco di Mezzolombardo.

Rodolfo Borga aveva scoperto di essere malato agli inizi del 2018, ma nonostante questo ha combattuto fino alle fine con coraggio e dignità, come peraltro aveva sempre fatto nella sua vita.

Grazie alla sua forza, e nonostante la sua terribile malattia, aveva lottato da par suo partecipando a ben due campagne elettorali, una della quali, quella delle provinciali del 21 ottobre pesantissima e molto delicata, ma che alla fine lo aveva visto fra i vincitori. 

La sua, a detta di molti, era una figura di altri tempi che difendeva l’autonomia del Trentino e il valore della famiglia naturale.

Uomo carismatico, fiero e coraggioso, con grandi valori e forte identità territoriale, era stato a capo di grandi battaglie politiche, specie nella sua ultima legislatura dove più volte insieme ad altri consiglieri provinciali di minoranza aveva messo a dura prova la tenuta della maggioranza di centro sinistra.

Borga  è stato per il Trentino uno dei consiglieri più competenti e preparati della storia della nostra provincia ed uno dei pochi uomini politici che poteva vantarsi di camminare sempre e dovunque a testa alta e senza paura.

Spesso poco incline a compromessi, schietto, corretto, forte ed onesto, e magari duro nei confronti di avversari e alleati, è stato uomo autorevole sia in politica che nella vita sociale la cui franchezza, a volte disarmante, è stata riconosciuta da tutti.

Il Trentino due anni fa ha perso un grande uomo, un politico che visto quanto successo sarebbe servito molto alla giunta Fugatti. Quel Trentino che adorava e che sognava completamente diverso da quello visto negli ultimi anni e governato prima da Dellai e poi da Rossi. Il 21 ottobre 2018 aveva raggiunto la vittoria ed era pronto a lavorare per farlo. Ma per ironia della sorte e del destino beffardo potrà vederlo cambiare solo dal Paradiso.

La sua scomparsa ha lasciato un vuoto incolmabile, tanta nostalgia e tristezza per quello che insieme a lui poteva essere e diventare.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob
    Il fenomeno criptovalute è così attuale e crescente, tanto da spingere il numero uno della Consob, Paolo Savona a lanciare un’allarme sulla situazione. La similitudine tra criptovalute e mutui subprime Savona infatti, ha dedicato un... The post Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta
    Il vecchio Bonus Renzi da 80 euro si evolve e diventa un Bonus Irpef da 100 euro. Con l’ultima legge di Bilancio infatti, vengono riviste le regole e il nome del vecchio bonus. A chi... The post Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta appeared first on Benessere Economico.
  • Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste
    Il Governo potrebbe estendere l’esenzione Imu, ampliando la categoria di soggetti che non saranno tenuti a versare la prima rata. Imu 2021, chi rientra nell’esenzione Un nuovo emendamento al Decreto Sostegni Bis potrebbe andare incontro... The post Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste appeared first on Benessere Economico.
  • P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti
    I ritardi, tipici della Pubblica Amministrazione potrebbero presto diventare un lontano ricordo. La notizia è stata raccontata dai dati diffusi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze riguardo i tempi medi impiegati durante l’anno 2020 dallo... The post P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti appeared first on […]
  • Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità
    Con le riaperture torna anche il Bonus Sanificazione e DPI anche per il 2021 per una ripartenza in sicurezza. Il Decreto Sostegni bis ripropone l’agevolazione per i titolari di partita Iva, seppur in una percentuale... The post Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità appeared first on Benessere Economico.
  • Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto
    Con l’arrivo delle nuove agevolazioni a fondo perduto per le partite Iva, scattano anche le regole per l’accesso al contributo. Le agevolazioni Le nuove attività ed imprese economiche hanno diritto ad un contributo a fondo... The post Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce il primo superstore senza casse: Amazon conquista con l’innovazione
    All’interno dell’immensa panoramica della distribuzione organizzata, mette piede con estrema originalità il colosso Amazon che, potenziando ulteriormente la sua offerta apre il primo negozio senza cassa. Dall’idea senza dubbio originale e molto innovativa nasce un Fresh store in cui i clienti possono fare comodamente la spesa e uscire direttamente dalla corsia dedicata: “ senza pagare”. […]
  • Valentino dice addio alle pellicce e corre alla ricerca di nuovi materiali
    Mentre a Parigi sfila l’alta moda,  la maison di Valentino si esibisce virtualmente a Roma a Galleria Colonna. Il contrasto tra sontuosità del luogo ed il minimalismo della collezione è netto e per la prima volta uomo e donna sfilano insieme, una moda che non ha bisogno di definizione. Una sfilata che racconta la celebrazione […]
  • Il futuro del mercato immobiliare passa dalla casa in legno: un’abitazione con molti vantaggi
    Il futuro del mercato immobiliare potrebbe spostarsi dal mattone ad un materiale tanto semplice quanto resistente e sostenibile, come il legno. In particolare, il legno è il materiale per eccellenza alleato della sostenibilità ambientale perché aiuta a raggiungere al meglio l’autosufficienza energetica, permettendo di ridurre gli sprechi. Infatti, grazie alla sua elevata capacità di isolare […]
  • Hotel Chalet Mirabell: lo spirito di Merano!
    Nell’esclusivo Hotel a 5 stelle Chalet Mirabell ad Avelengo vicino Merano è possibile trascorrere le giornate più belle dell’anno tra lusso e naturalezza alpina, ampi spazi aperti e natura incontaminata. “Qualche anno fa la nostra passione ci ha portati a trasformare il nostro residence alpino da 16 camere nell’hotel 5 stelle Mirabell in Alto Adige. Abbiamo […]

Categorie

di tendenza