Connect with us
Pubblicità

Correva l anno....

29 anni fa a Trento l’omicidio di Anna Maria Ropele tutt’ora irrisolto

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Il giorno 9 gennaio del 1992 poco dopo le 9.00 del mattino Anna Maria Ropele, 38 anni, fu trovata in un lago di sangue nel suo appartamento di Trento, in Corso Buonarroti. 

Il suo omicidio, tutt’ora irrisolto a 29 anni di distanza, rappresenta per Trento il delitto perfetto che negli anni è stato portato anche sul palco dei teatri trentini. (NdR – crimini e criminali noir a Teatro – Fraccalossi)

Anna Maria Ropele dopo aver lavorato per strada sul marciapiede in corso Buonarroti all’altezza di via Dosso Dossi, da tempo riceveva i suoi clienti in un bell’appartamento «adescandoli» a bordo di una enorme Mercedes parcheggiata appunto nel posto di lavoro. Era stata la prima prostituta a Trento a decidere di ricevere i clienti in un appartamento. 

Pubblicità
Pubblicità

A trovarla morta suo marito, Mario Romani, 41 anni che aveva sposato la donna nel 1975. Da cinque anni l’ uomo però viveva separato a Rimini e raramente s’incontrava con la donna.

Proprio perché quel giorno Anna Maria Ropele non rispondeva al telefono, Mario Romani si era precipitato dalla Romagna a Trento, facendo la macabra scoperta.

Fin da subito la pista investigativa confermò che la vittima probabilmente conosceva il suo assassino. Forse era un cliente. Dopo essere entrato nell’appartamento l’assassino colpì la donna con due o tre pugnalate, una delle quali mortali, incurante delle grida dell’ aggredita. Unico segnale – riportarono durante le indagini gli inquilini che abitavano nello stesso stabile – fu l’abbaiare del suo cane.

Indagato per l’omicidio fu anche il marito Mario Romani che però dimostrò attraverso degli scontrini autostradali di non essere a Trento la notte del drammatico fatto. A far deviare su di lui i sospetti degli inquirenti era stata la scoperta degli averi di Anna Maria Ropele che si era scoperto possedere numerosi appartamenti, altri beni di valore e numerosi soldi depositati su dei conti correnti. Per l’epoca, una vera fortuna, della quale beneficerà proprio il marito. 

Della mano dell’omicida non si saprà mai nulla. Il tragico episodio merita alcune note aggiuntive perché la donna di 38 anni, roveretana, sposata, per certi aspetti è lo specchio non deformante di una fetta della società trentina di allora che grazie a questo omicidio scopriva in modo trasparente quello che molti già sapevano ma che per pudore oppure ipocrisia non ammettevano.

Anna Maria Ropele – lo scriverà in un libro Luigi Sardi (NdR – delitti e misteri) era diventata famosa per il letto rotondo, tutto rosa, come erano rosa i tendaggi, sormontato da un grande specchio incorniciato da una decorazione luminosa e un correre di neon blu disegnati dall’amante, conosciutissimo professionista di Trento. A modo suo, per il periodo, inventò le prime strategie che oggi chiameremmo di marketing oppure una grande attenzione alle pubbliche relazioni.

Sui giornali di allora venne soprannominata “bocca di rosa” scomodando anche Fabrizio de Andrè  pare perché svolgesse la sua professione per vocazione, che però le avrebbe assicurato una vecchiaia tranquilla ed economicamente dignitosa.

Ma la donna riconosciuta anche per quel «vocione» grosso come quello degli uomini era anche impegnata nel sociale in favore degli animali e contro la prostituzione che stava in quegli anni affacciandosi a Trento in arrivo dall’Africa. Per anni si era anche battuta per fondare un sindacato in difesa delle prostitute.

Sotto la palazzina dove fu trovata morta la vittima

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Ambiente Abitare19 minuti fa

Rotta attraverso Bocca di Caset, riapre la stazione del MUSE che studia gli uccelli migratori

Trento30 minuti fa

Ubriachi e drogati alla guida: denunciate tre persone in val di Non

Giudicarie e Rendena40 minuti fa

Nuova legge «slot machine»: arrivano le prime sanzioni in Trentino

Val di Non – Sole – Paganella1 ora fa

Terribile caduta per due motociclisti a Vermiglio: in azione anche l’elisoccorso

L'Editoriale1 ora fa

Cara Sara Ferrari, io voto centro destra e non sono fascista

Trento2 ore fa

Coronavirus in Trentino: un decesso e 105 nuovi contagi nelle ultime 24 ore

Trento2 ore fa

Anche piazza Cesare Battisti ostaggio di degrado e spacciatori. Le drammatiche testimonianze dei residenti

Alto Garda e Ledro4 ore fa

Il Festival Confluenze torna a colorare la Valle dei Laghi dal 16 al 21 agosto 2022

Rovereto e Vallagarina7 ore fa

Vallagarina: 2 arresti e due denunce per spaccio

Val di Non – Sole – Paganella7 ore fa

Molveno, perde il controllo dell’auto e finisce contro la roccia: 22enne elitrasportato al Santa Chiara

eventi7 ore fa

“Valentin Silvestrov & Friends”: un evento storico straordinario, in esclusiva mondiale a Cles

Alto Garda e Ledro7 ore fa

Riva del Garda: bagno di folla per l’Assunta – la Foto Gallery

Politica8 ore fa

PD nel caos: addio al parlamento per Monica Cirinnà

Val di Non – Sole – Paganella9 ore fa

“Anna Toscani e la famiglia Valenti di Monclassico”: il Centro Studi per la Val di Sole presenta l’ultimo libro di Franco Pedrotti

Val di Non – Sole – Paganella9 ore fa

“Note nella notte” – concerto in notturna al Lago di Tovel del coro Lago Rosso

Rovereto e Vallagarina3 giorni fa

Tragico incidente nella notte a Isera, perde la vita un 21 enne di Avio

Val di Non – Sole – Paganella5 giorni fa

Mamma orsa in giro con i cuccioli a Spormaggiore – IL VIDEO

Trento2 giorni fa

Rischia di travolgere i bambini, bloccato dai genitori: «Sono soggetto alla 104, non possono farmi nulla»

Trento5 giorni fa

Tutti animalisti con gli orsi degli altri

Rovereto e Vallagarina3 giorni fa

Noriglio in mano alle baby gang e al degrado. La denuncia di Andrea Bertotti

Fiemme, Fassa e Cembra4 settimane fa

Trentasette anni fa la tragedia di Stava: per non dimenticare!

Trento5 giorni fa

Mega rissa tra stranieri in centro storico nella notte – IL VIDEO

eventi5 giorni fa

Miss Italia: è Eleonora Lepore di San Candido «Miss Schenna»

Val di Non – Sole – Paganella6 giorni fa

Per ferragosto a Cles quattro giorni di eventi ‘fantastici’

Trento2 giorni fa

Vittoria De Felice contro il PD Trentino: «Partito borghese che non vede i veri problemi della gente»

Trento5 giorni fa

Morì durante una pratica sadomaso a Trento: assicurazioni condannate a risarcire la famiglia

Rovereto e Vallagarina5 giorni fa

Ritrovato dopo due giorni il corpo di Willy, il ragazzo annegato nel lago di Lavarone

fashion4 giorni fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

Val di Non – Sole – Paganella5 giorni fa

Escono di strada con la moto, deceduti due motociclisti

Fiemme, Fassa e Cembra2 giorni fa

Miss Italia torna a Moena: la reginetta è Giulia Barberini. Eletta anche la Soreghina 2023

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza