Connect with us
Pubblicità

Spettacolo

Successo per la fiction su Chiara Lubich: è stato il programma più seguito con 5,6 milioni di spettatori

Pubblicato

-

La Rai può dirsi soddisfatta. La fiction su Chiara Lubich ha riscosso successo fra i telespettatori. E’ stata girata a Trento con la collaborazione della Trentino Film Commission e il sostegno della Fondazione Museo Storico del Trentino.

Il film tv Chiara Lubich L’amore vince Tutto, trasmesso domenica 3 gennaio da Rai1, è stato il programma più seguito della prima serata tv, con 5.641.000 spettatori e il 23% di share.

Chiara Lubich, intrepretata magistralmente da Cristiana Capotondi, è la fondatrice del Movimento dei Focolari, (nel centenario della sua nascita) che ad oggi conta circa due milioni di persone sparse in tutto il mondo.

Pubblicità
Pubblicità

L’attrice ha dichiarato di essere stata felice di interpretare Chiara Lubich, una donna contraddistinta, dice, “dalla semplicità, è la semplicità, unita a un pizzico di follia. Il movimento dei Focolari comprende due milioni di persone in più di 180 Paesi del mondo e Chiara riusciva a parlare con tutti, faceva già quegli incontri che noi oggi facciamo online, anche se solo in maniera radiofonica, perché sapeva che c’era bisogno di condividere certi valori, In quest’epoca in cui abbiamo smesso di farci domande e non riusciamo nemmeno ad affrontare certe tematiche, la figura di Chiara Lubich interpretata laicamente è fondamentale».

Durante la fiction emergono i suoi ideali di unità e di fratellanza, che durante la guerra (siamo a Trento nel 1943) appaiono quasi fuori luogo.

Chiara Lubich vuole portate un messaggio di pace e di speranza e viene aiutata da un gruppo di donne, anche loro contro i pregiudizi dell’epoca. E’ difficile che un gruppo di donne possa cambiare le cose, ma il messaggio che la Lubich ha portato avanti è andato oltre le voci e i pettegolezzi della Chiesa.

Pubblicità
Pubblicità

Chiara è una maestra delle elementari, che dopo aver letto il Vangelo, trova all’interno le risposte sulla sua vita. Decide quindi di dedicare la sua vita a Dio, aiutando i poveri e i bisognosi.

Si uniscono a lei una serie di donne, che si supportano l’un l’altra e aiutano tutti coloro che ne abbiano bisogno. Nel frattempo il movimento continua a crescere e attira l’attenzione della Chiesa.

Il film è molto intenso e arriva al cuore dei telespettatori. Ci sono stati però degli svarioni, senza i quali si sarebbe parlato di un capolavoro.

Nella prima scena della fiction, quando Chiara viene chiamata dai prelati del Sant’Uffizio in Vaticano, lei firma delle clausole con il nome di Chiara e non con quello di Silvia. In realtà il nome Chiara le verrà suggerito più avanti da un frate cappuccino, quando decide di dedicare la sua vita a Dio.

Quando prende i voti è il 7 dicembre 1943. Nella fiction si vede la Lubich che esce nel chiostro dei frati e si mette a ballare dalla gioia. Indossa solo una camicetta con le maniche corte, ma in realtà è pieno inverno.

Ci sono poi degli anacronismi rispetto al periodo in cui è vissuta Chiara. All’interno della chiesa dei frati francescani prende in mano una pacco di libri della messa con la copertina di plastica rossa, ma nel ’43 ancora non c’erano tali copertine.

Oppure il 2 settembre del 1943, la sirena dell’allarme aereo costringe la popolazione a cercare un rifugio. La maestra che insegna ai bambini nel convento dei frati, invita loro a prendere il cappotto e a mettersi a riparo dalle bombe. Il cappotto non si abbina però in pieno con il vestiario dell’epoca.

Non sono comunque questi gli episodi che hanno attirato l’interesse del pubblico. I messaggi di amore, pace e fratellanza sono stati recepiti e hanno colpito nel segno.

Ad affiancare la protagonista Cristiana Capotondi, nel cast artistico troviamo Aurora Ruffino nel ruolo di Ines, Miriam Cappa in quello di Giosy, Greta Ferro in quello di Graziella, Valentina Ghelfi nel ruolo di Natalia e Sofia Panizzi in quello di Dori. E ancora Eugenio Franceschini nelle vesti di Gino e Andrea Tidona in quelle del Vescovo De Ferrari.

“Chiara Lubich. L’amore vince tutto” è una coproduzione Rai Fiction – Eliseo Multimedia, prodotta da Luca Barbareschi. Il soggetto è di Giacomo Campiotti, Luisa Cotta Ramosino e Lea Tafuri che firmano anche la sceneggiatura insieme a Francesco Arlanch.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey
    L’anno del Covid è stato anche l’anno dello smart working, un’autentica rivoluzione per molti lavoratori e l’Istituto Mckinsey fa luce sulle trasformazioni a cui il mondo del lavoro dovrà adeguarsi. Il report Mckinsey Alla crisi... The post Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey appeared first on Benessere Economico.
  • Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo
    Le dinamiche di internet hanno ormai cambiato le logiche di progettazione e di prenotazione della vacanza. A questo, si aggiungono gli sconvolgimenti finanziari che sono alla base delle crisi economiche innescando meccanismo viziosi. Il mercato... The post Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo appeared first on Benessere Economico.
  • Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti
    Il mondo cambia in fretta, a volte più velocemente di quanto previsto. In questo senso l’arrivo del Covid ha straordinariamente accelerato tutti i processi: da quelli economici, ai naturali fino a quelli lavorativi. Il lavoro... The post Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti appeared first on Benessere […]
  • Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli
    Negli ultimi anni gli imprenditori agricoli under 35 sono aumentati del 12%. Per facilitare questa transizione verso la terra esistono possibilità come ISMEA che permette di aiutare, anche economicamente i giovani che scelgono questa strada.... The post Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli appeared first on Benessere Economico.
  • Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare
    La svolta crescente dell’online parla anche di risparmio e sostenibilità ecco perché le bollette cartacee sono ormai superate. L’arrivo del digitale ha convertito molti utenti ad entrare nel circuito delle bollette online, pagabili su rete... The post Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare appeared first on Benessere Economico.
  • Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco
    L’Agenzia delle Entrate rinforza l’organico e assume due mila “ agenti segreti” per potenziare la lotta all’evasione. Con i fondi del Recovery Fund arriveranno anche nuove assunzioni mirate proprio a rinforzare il campo della lotta... The post Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco appeared first on Benessere Economico.
  • Un ponte sottomarino galleggiante: l’incredibile scommessa della Norvegia
    Un tunnel che galleggia a mezz’acqua nel mezzo di un fiordo, con macchine che sfrecciano su entrambe le direzioni e poco sotto un abisso blu profondo oltre mille metri. Si tratta della scommessa della Norvegia, un progetto avveniristico essenziale per superare il principale problema di trasporto nel Paese. Lo studio realizzato da un team di […]
  • E’ consigliabile scegliere letture rilassanti, leggere brutte notizie fa male
    Leggere cattive notizie fa male. L’espressione che descrive la tendenza di continuare a guardare e navigare ossessivamente tra le notizie cattive anche se risultano tristi scoraggianti o deprimenti è stata rinominata dall’inglesismo: Doomscrolling. Il termine è composto da due parole: “doom” che riporta a tutto ciò che è catastrofico e, “ scrolling” si riferisce al […]
  • Le foreste rinascono dai fondi del caffè
    Troppe volte siamo stati abituati a gettare cose che, a differenza dall’aspetto, possono essere davvero utili per le persone, la natura e la vita. Così come risveglia milioni di persone in tutto il mondo, esattamente lo stesso può fare con le foreste: Il caffè o meglio il suo scarto può infatti essere davvero utile per […]
  • Vigilius Mountain Resort, dove purificarsi dallo stress della vita quotidiana
    Niente automobili, nessun rumore, niente stress. Solo natura e pace. Non ci sono strade che portano al Monte San Vigilio, si arriva solo dopo una breve salita in funivia. Qui l’aria sa di larice e di libertà. L’hotel a 5 stelle vigilius mountain resort si accoccola nella natura, diviene tutt’uno con essa, così semplice e […]

Categorie

di tendenza