Connect with us
Pubblicità

Trento

Nevica su tutto il Trentino, 35 cm in città e oltre 70 in quota. La situazione della viabilità aggiornata

Pubblicato

-

La precipitazione nevosa continua a interessare gran parte del territorio provinciale.

Pur registrando alcune chiusure nella rete viaria, nel complesso non vi sono problemi rilevanti alla circolazione, considerati i bassi volumi di traffico presenti.

Per quanto riguarda invece le ferrovie, RFI ha comunicato la cancellazione di tutti i treni in circolazione sulla linea Bassano-Trento. Si registrano finora tra i 30-35 cm di accumulo di nuova neve nei fondovalle e tra i 50-70 cm nelle tratte più in quota.

Pubblicità
Pubblicità

Lungo l’intera rete viaria provinciale sono impegnati da ieri, su più turni, circa 500 operatori tra cantonieri del Servizio Gestione Strade e addetti delle ditte appaltatrici dell’attività di manutenzione invernale, con oltre 300 mezzi (autocarri e trattori), attrezzati con lame e spargitori in azione.

In montagna sono da questa mattina sono all’opera anche le frese per gli allargamenti della carreggiata. Sotto la situazione aggiornata alle 11.00 di stamane 

Alta Valsugana – Nevicata in corso su tutta la Valsugana con accumulo di nuova neve tra i 30-35 cm. Nelle tratte in quota della Panarotta, Val dei Mocheni, Altopiano di Pinè e Lavarone l’accumulo di neve varia tra 50-60 cm.

Pubblicità
Pubblicità

Sempre lungo la S.S. 47 della Valsugana, prestare particolare attenzione alla possibile formazione di buche e localizzati dissesti nella piattaforma stradale. Chiuso per lavori lungo la S.S. 47 della Valsugana, lo svincolo per Civezzano – Pinè, solo nella direzione Trento – Padova, come alternativa utilizzare lo svincolo successivo per la zona industriale di Cirè. Chiusa per pericolo valanghe la S.P. 133 di Monterovere (Menador), per Luserna utilizzare la S.S. 349 Val D’assa Pedemontana Costo. Presenza di senso unico alternato per lavori lungo la SP 108 a valle dell’abitato di Centa San Nicolò e lungo la SS 349 Val D’Assa Pedemontana Costo a monte di loc. Pian dei Pradi. Si evidenzia il divieto di transito per i mezzi pesanti complessi (autotreni e autoarticolati) lungo la SS 350 Folgaria – Val D’Astico, tra Nosellari di Folgaria e Lastebasse (confine provinciale).

Trento – Monte Bondone – Paganella – Nevicata in corso su tutta la Valle dell’Adige con accumulo di nuova neve tra i 25-30 cm. In quota nella Paganella e nel Monte Bondone, l’accumulo di nuova neve è tra i 40-50 cm. Chiusa per pericolo valanghe la SP 25 di Garniga tra loc. Garniga Vecchia e loc. Viote. Presenza di senso unico alternato per lavori lungo la S.P. 58 di Faedo tra Faedo e località Pineta e lungo la S.P. 106 di San Michele all’Adige, a sud dell’abitato.

Rovereto – Vallagarina – Vallarsa – Brentonico – Nevicata in corso in Vallagarina da 600 metri di quota. In valle l’accumulo di nuova neve è tra i 25 -30 cm. In quota a Passo Coe, Pian delle Fugazze e nelle tratte più a monte dell’Altopiano di Brentonico, l’accumulo varia tra 60-70 cm. Chiuse per pericolo valanghe le seguenti tratte dell’alta Vallarsa: SS 46 del Pasubio, tra loc. Piano e il passo di Pian delle Fugazze (confine provinciale); SS 46 del Pasubio, diramazione Ossario; SP 219 di Camposilvano. Causa le chiusure è momentaneamente interrotto il collegamento con la provincia di Vicenza attraverso la Vallarsa. Chiusa per pericolo valanghe anche la SP 211 dei Monti Lessini.
Si rammentano infine le chiusure stagionali fino al confine di provincia, della S.P. 3 del Monte Baldo da loc. San Valentino e della S.P. 138 del Passo della Borcola da loc. Incapo a Terragnolo.

Val di Non e Sole – Nevica su tutto il territorio delle valli di Non e Sole, con accumuli compresi complessivi compresi tra i 30 ed i 50 cm. Da questa mattina è stato attivato il posto di presidio a Maso Milano in comune di Campodenno. Permane la chiusura della S.S. 42 nel tratto tra Fucine e Passo Tonale per autotreni ed autoarticolati. Al momento non si registrano particolari problemi per la circolazione.

Valli Giudicarie – Val Rendena – Nevica debolmente a quote superiori ai 500–600 metri. Fino ad ora sono caduti tra i 30 ed i 40 cm di neve. Verso le ore 10.30 è stata chiusa per slavina e pericolo valanghe la SS 237 tra l’innesto della S.P. 34 dir Ragoli e località Ponte Pià. Permane inoltre la chiusura della S.P. 34 tra l’abitato di Stenico ed il bivio per la Val d’Algone, per pericolo valanghe.

Alto Garda – Ledro – Valle di Cavedine e Val di Gresta – In val di Ledro al momento le precipitazioni si sono attenuate. Nelle altre zone del Settore nevica a quote superiori ai 700-800 metri. Da ieri sono caduti tra i 10 cm nella zona di Lagolo, 40 cm a Passo Bordala e fino a circa 60 cm nella zona di Tremalzo. È stata chiusa per pericolo valanghe la SP 85 nel tratto tra località Viote del Monte Bondone e Lagolo. Non sono segnalate particolari criticità per la circolazione.

Bassa Valsugana e Primiero – Precipitazioni nevosa di debole intensità, oltre i 650 m accumuli di neve di circa 30/40 cm, sul Passo Rolle e Passo Cereda accumuli di neve di circa 40/50 cm. Chiusa per pericolo valanghe la SS 50 del Grappa e passo Rolle nel tratto dal km 87,00 a monte di San Martino al km 95,00 passo Rolle lato Primiero. Permangono le chiusure per pericolo valanghe della la SP 79 del Brocon dal km 24,200 al km 26,700 lato Vanoi e della SP 221 della Val Noana al km 1,200 circa.

Si rammenta la chiusura stagionale della S.P.31 del passo Manghen da località Baessa (km 15+500) a località Ponte Stue nel Comune di Castello-Molina di Fiemme (km 32+500). Permane per lavori il senso unico alternato sulla SP 79 del Brocon nel tratto dal km 15,200 al km 15,600 prima del bivio per la frazione Ronco Chiesa nel comune di Canal San Bovo. Non si registrano particolari criticità per il transito veicolare che risulta limitato.

Valli di Fiemme e Fassa – Precipitazioni nevosa di debole intensità, accumuli di neve di circa 20/25 cm in Val di Cembra e Val di Fimme, circa 25/35 cm in Val di Fassa. Sui Passi accumuli di neve di circa 30-40 cm.

Chiusa per pericolo valanghe il passo Pordoi sulla SS 48 delle Dolomiti al km 76,400 circa lato in provincia di Belluno. Permane la chiusura per pericolo valanghe sul passo Fedaia sulla SS 641 dal km 11 circa, loc. Diga; Permangono per lavori il divieto di transito sulla SS 50 del Grappa e passo Rolle al km 105,200 loc. Forte Buso; senso unico alternato sulla SS 612 della Val di Cembra al km 43,700 tra Molina e Castello di Fiemme. Non si registrano particolari criticità per il transito veicolare che risulta limitato.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Una Borsa Nazionale del Legno per sopperire la mancanza di materie prime
    Quella del legno è una filiera in affanno, alla costante ricerca di materie prime che scarseggiano o costano troppo per fronteggiare una domanda in costante ascesa. Carenza di materie prime La domanda supera l’offerta a... The post Una Borsa Nazionale del Legno per sopperire la mancanza di materie prime appeared first on Benessere Economico.
  • Contratto di rioccupazione e sgravi contributivi: le novità proposte dal Decreto Sostegni Bis
    In attesa della prima scadenza a fine giugno del blocco dei licenziamenti, per dare una spinta all’occupazione e scongiurare un boom di licenziamenti, il Governo sta pensando ad un “contratto rioccupazione”. Contratto di rioccupazione, cos’è... The post Contratto di rioccupazione e sgravi contributivi: le novità proposte dal Decreto Sostegni Bis appeared first on Benessere Economico.
  • Il turismo enogastronomico cresce anche in pandemia : le tendenze e i cambiamenti del prossimo futuro
    Le esperienze enogastronomiche sono ormai parte integrante dell’esperienza turistica offerta dal nostro Paese, tanto che il covid non è riuscito a fermare la sua potenza economica e il suo appeal commerciale. Rapporto sul Turismo Enogastronomico... The post Il turismo enogastronomico cresce anche in pandemia : le tendenze e i cambiamenti del prossimo futuro appeared first […]
  • Recuperare e riconvertire gli edifici dismessi: un’opportunità per il turismo
    Sicuramente, uno dei settori più colpiti dalla pandemia è stato quello del turismo. Per questo motivo sono stati stanziati 130 milioni di euro da investire nel settore, valorizzando i servizi di ospitalità collegati alla trasformazione... The post Recuperare e riconvertire gli edifici dismessi: un’opportunità per il turismo appeared first on Benessere Economico.
  • Dichiarazione redditi precompilata: quando scattano i controlli e come evitarli
    Dal 10 maggio l’Agenzia delle Entrate ha reso disponibile, nella sezione dedicata del sito internet, la dichiarazione dei redditi precompilata. Solo dal 19 maggio sarà invece possibile modificare, integrare ed inviare la Dichiarazione. In alcuni... The post Dichiarazione redditi precompilata: quando scattano i controlli e come evitarli appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce Open-Es: la piattaforma per lo sviluppo sostenibile aperta a tutte le imprese
    Il tema del cambiamento climatico, obiettivo mondiale per i prossimi anni ha ribaltato l’intera economia compresa di piccoli investitori costretti ad organizzarsi verso il nuovo cambiamento. Questo è il motivo che ha spinto Boston Consulting... The post Nasce Open-Es: la piattaforma per lo sviluppo sostenibile aperta a tutte le imprese appeared first on Benessere Economico.
  • Hotel Sonnenhof: un’oasi di wellness in una location strategica
    Hotel Sonnenhof si trova sulla strada del sole della Val Pusteria e spicca per un design alpino-moderno, un’oasi del wellness semplicemente stupenda e un panorama che non ha eguali. Il nome di questo hotel di Brunico è tutto un programma: soleggiata, infatti, non è solo la posizione del Hotel Sonnenhof – wellness hotel in Alto […]
  • Al Hotel Winkler al Plan de Corones il concetto di vacanza trova un altro livello
    L’Hotel Winkler al Plan de Corones non è un hotel qualsiasi, si tratta infatti di un hotel benessere in Alto Adige con 5 stelle, ma anche uno sport hotel nelle leggendarie Dolomiti, un family resort che propone tanto spazio per grandi e piccoli, un design hotel nel cuore della natura. La particolarità di questo hotel […]
  • Purmontes: uno chalet di lusso in Alto Adige
    Naturale. Autentica. Contemporanea. Senza tempo. Pregiata. Questi sono gli aggettivi che definiscono il nuovo modo d’intendere un’esperienza di villeggiatura esclusiva, nello chalet Purmontes, uno chalet di lusso in Alto Adige. Purmontes spicca per un concetto unico che fonde l’uomo e la natura in un Tutto armonioso. La modernità è sapientemente combinata al passato, le tradizioni […]
  • Hotel Lanerhof, in Val Pusteria per rilassarsi con ogni comfort
    “Sempre sorprendente, sempre diverso, sempre unico e assolutamente indimenticabile. Questa è la vera vacanza all’Hotel Lanerhof, alle porte delle Dolomiti!” Situato nel pittoresco paesino di Mantana, un luogo delizioso dove è possibile ritirarsi in totale distensione per godersi al meglio la magia della varietà. In questo hotel in Val Pusteria è possibile fare esperienze esclusive […]

Categorie

di tendenza