Connect with us
Pubblicità

Trento

Ieri ancora disagi in città, Silvia Zanetti: «È stato o no predisposto un piano per questa annunciata emergenza?»

Pubblicato

-

La situazione fa ancora fatica a tornare alla normalità. Il giorno dopo la grande nevicata i mezzi e gli uomini dell’amministrazione comunale hanno lavorato incessantemente per liberare strade e marciapiedi.

Nel primo pomeriggio di ieri  sono stati utilizzati i mezzi pesanti per togliere lo strato di neve ghiacciata che rappresenta un problema soprattutto nella zona sud della città.

Ieri mattina è stato anche completamente liberato dalla neve il piazzale limitrofo alla BLM Group arena dove vengono effettuati i tamponi drive-through.

Pubblicità
Pubblicità

Una volta che strade e marciapiedi saranno resi agibili, il compito successivo sarà quello di portare via e smaltire l’enorme quantità di neve caduta ieri in sole dodici ore.

In prossimità dell’Obi tre tir aspettavano che venisse liberato dalla neve il piazzale di via Marconi per poter scaricare le merci. Le pale meccaniche munite di lama hanno infatti cominciato a sgomberare la neve solo in prossimità degli orari di apertura.

Un autotreno invece, facendo manovra verso il cavalcavia di Martini di Nassiriya, è stato costretto a chiamare i vigili del fuoco per farsi trainare. Il traffico nella zona nord della città è stato bloccato per parecchi minuti.

Gli spazzaneve, per liberare le strade, hanno sepolto nella neve le auto parcheggiate. Disagi di questo tipo si sono avuti in via Degasperi, viale Verona e via Verdi. I cittadini hanno fatto fatica a liberare le auto e in alcuni casi sono stati aiutati dai passanti e dalla polizia stradale.

I bar di piazza Duomo non hanno aperto nemmeno per l’asporto. Sono stati impegnati a liberare i plateatici sommersi nella neve. I negozi del centro sono invece rimasti aperti ma la gente all’interno era veramente poca. Ieri sono scesi in campo anche gli scout e i pompieri per spalare. Ma alcune domande vanno poste alla giunta: come mai sono stati allertati solo 40 spalatori? Dov’erano i 136 mezzi spartineve che dovevano liberare le strade?

Si registrano anche oltre una trentina di entrate al pronto soccorso del santa Chiara per cadute sul ghiaccio nel capoluogo. Le polemiche politiche contro la giunta – ritenuta incompetente e poco organizzata  pur sapendo bene l’entità della nevicata in arrivo – continuano e si aggiungono alle proteste dei cittadini.

Anche la consigliera Silvia Zanetti di «Si può Fare!» è intervenuta su quanto successo ricordando che già dalle prime ore di lunedì sono cominciate le prime avvisaglie di «quegli enormi disagi che i cittadini di Trento iniziano a non tollerare oltre».

Zanetti smentisce anche il sindaco Ianeselli: «Sembra incredibile che a Trento, città alpina per eccellenza, il Comune si sia trovato di fatto impreparato a gestire questo tipo di emergenza naturale, peraltro prevista con largo anticipo. Ci chiediamo allora: quanti mezzi ha impiegato il Comune, quanti addetti e se, come pare sono stati insufficienti, perché non raddoppiarli?»

E ancora si chiede: «Perché i marciapiedi non sono stati liberati e le persone sono costrette a camminare sulla carreggiata? In altre zone la neve è stata battuta anziché rimossa, con il pericolo di formazione di lastre di ghiaccio. In altri sobborghi ci sono cumuli di neve nel bel mezzo dei marciapiedi. I cittadini sono increduli, le segnalazioni non cessano: fermate degli autobus piene di neve, marciapiedi non sgomberati, passaggi di spazzaneve sulla carreggiata che lasciano dietro di loro esattamente lo stesso strato di neve preesistente. Neppure il rifiuto organico viene regolarmente ritirato dai condomini per l’impossibilità dell’accesso dei mezzi. La domanda che sorge spontanea è evidente: è stato o no predisposto un piano per questa annunciata emergenza? Se anche ci fosse un piano dettagliato, forse qualcosa non ha funzionato? Dopotutto, a prescindere dai dati che ci verranno forniti, la realtà nei vari quartieri di Trento, soprattutto periferici, è stata ed è ben diversa.»

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE!
    Le soluzione di YWN – la rete nazionale delle imprese Il mondo del lavoro è oggi tormentato da una miriade di problemi ulteriormente aggravati dalla pandemia che ci accompagna ormai da quasi due anni. La... The post RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE! appeared first on Benessere Economico.
  • IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA
    La motivazione del personale strategia centrale nel business plan della ripresa. Condividere sorrisi, esperienze, riflessioni per consolidare lo spirito di squadra e la voglia di normalità negli ambienti di lavoro diventa oggi la leva principale... The post IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA appeared first on Benessere Economico.
  • Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti
    Dal 1 ottobre, come annunciato, sono scattati gli aumenti in bolletta per gas ed elettricità rispettivamente del 14,4% e del 29,8% per la famiglia tipo. Per contenere l’emergenza, il Governo ha stanziato oltre 3 miliardi... The post Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti appeared first on Benessere Economico.
  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto
    Da pochi giorni è stato firmato il decreto per sbloccare gli aiuti del Fondo impresa donna. Fondo impresa donna, cos’è Il decreto firmato dal Mise, rende completamente operativo il Fondo Impresa Donna che sblocca una... The post Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto appeared […]
  • Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione
    Una recente sentenza della Cassazione cambia in una parte dei redditi dei lavoratori dipendenti, inserendo la possibilità di tassare le mance. Perchè le mance si possono tassare Infatti, secondo la sentenza 26512, il pagamento delle... The post Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione appeared first on Benessere Economico.
  • Appartamenti moderni fatti in tubi di cemento, Hong Kong trova la soluzione per la crisi immobiliare
    L’improvviso aumento della popolazione, ha portato Hong Kong ad attraversare una crisi immobiliare dettata proprio dalla crescita della domanda di alloggi. Di conseguenza, con i prezzi immobiliari alle stelle e i sempre più scarsi spazi disponibili, l’architetto James Law ha trovato una soluzione davvero innovativa per risolvere il problema della carenza di appartamenti. L’architetto ha […]
  • Verso una caricabatterie universale per tutti i dispositivi mobili, la proposta dell’UE
    Da una proposta presentata dalla Commissione Europea, spunta la possibilità di un carica batterie universale e utilizzabile per qualsiasi dispositivo mobile. Con l’obiettivo di ridurre i rifiuti, la proposta punta quindi ad armonizzare i cavi di ricarica su una serie di dispositivi elettronici venduti nell’Unione Europea. In particolare, è stato proposto di puntare sull’utilizzo del […]
  • In Cile, il meraviglioso hotel interamente ecologico costruito con container ricilati
    Negli ultimi anni, il mondo dei viaggi tende sempre di più verso la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente tanto che la ricerca di spostamenti meno inquinanti, i cottage o le casette in legno immerse nella natura, sono diventate una vera e propria tendenza. La ricerca di alloggi in strutture sempre più originali è in […]
  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]

Categorie

di tendenza