Connect with us
Pubblicità

Trento

Neve da Record a Trento ieri. Città completamente in tilt, cittadini inferociti con il Sindaco

Pubblicato

-

Per la nuova giunta Ianeselli un battesimo di fuoco dove però molte cose non hanno funzionato come dovevano. Era dal 2006 che a Trento e nel fondovalle non nevicava così tanto. Seppur prevista in parte dai meteorologi la copiosa neve ha preso tutti alla sprovvista Sindaco e collaboratori compresi.

A Trento sono caduti oltre 50 centimetri di neve, in alcuni paesi della Valsugana 70 a Riva del Garda e Arco quasi 35. Non era mai successo.

Sembrava che il piano emergenza neve del comune di Trento, fosse a prova di “neve” ed invece così non è stato. Paralisi della tangenziale, parcheggi inutilizzabili, molteplici problematiche per i pedoni hanno caratterizzato una giornata da dimenticare. Situazioni critiche che si sono portate avanti per ore in molti luoghi della città.

Pubblicità
Pubblicità

Nel pomeriggio sono scesi in strada centinaia di cittadini che hanno deciso di fare da soli visto che da parte del comune non arrivava nessuna notizia.

Sin dalle prime ore della mattina si è subito capito che sarebbe stata una giornata da lacrime e sangue, specie per gli automobilisti.

Il traffico dalle 8.00 del mattino è rimasto paralizzato per ore sulla tangenziale nord. Poi la viabilità è andata letteralmente in tilt sulla statale della Valsugana intasando la tangenziale del capoluogo e la statale del Brennero.

Pubblicità
Pubblicità

Il sindaco in un comunicato ha spiegato che la macchina del comune si è messa in moto alle 3.30 del mattino e che tra le 4 a le 5 gli operai del comune hanno provveduto alla ri – salatura delle strade. Poi dalle 6 i mezzi spazzaneve sono stati attivati sia sulla collina che in città.

Dalle 7.30 quattro squadre di spalatori sono entrati in azione in città; a questi sono stati affiancati anche tutti i giardinieri per procedere alla pulizia di aree e percorsi difficilmente accessibili dai mezzi (scalinate, rampe pedonali, ecc.).

Il Sindaco ha parlato di 100 mezzi (tra quelli dotati di lame e gli spargisale), diventati nel pomeriggio 136, e una quarantina di spalatori operativi, il problema è che nessuno li ha visti e le lamentele inferocite dei cittadini si sono fatte sentire fin dalle prime ore del mattino. 40 spalatori per una città come Trento, sobborghi compresi, sono apparsi davvero il nulla. E si è visto. 

Durante tutta la giornata nonostante lo spiegamento di uomini e mezzi le carreggiate sono rimaste coperte da parecchi centimetri di neve che hanno reso a volte insufficiente anche la dotazione di pneumatici invernali. Molti hanno deciso di montare le catene anche in città creando letteralmente il caos.

Molti i mezzi pesanti bloccati a Trento e nelle valli che hanno bloccato il traffico in attesa dell’intervento dei vigili del fuoco.

Ma per ironia della sorte nelle valli i problemi sono stati minimi, mentre nel capoluogo si è vissuta una giornata drammatica.

Lamentele sono arrivate a anche dai movimenti politici. Fratelli d’Italia per voce del coordinatore del comitato cittadino Roberto Biscaglia ha parlato di «Giunta comunale inadeguata a gestire una nevicata in una città alpina!».

«La sua amministrazione comunale non può trovarsi impreparata di fronte ad una singola nevicata di 6 ore, peraltro ampiamente preannunciata ed esattamente prevista come tempistica. Un evento nevoso straordinario può cogliere impreparata una città di mare, ma non Trento dove tali fenomeni possono e dovrebbero essere la normalità in dicembre» – ha spiegato l’esponente di Fratelli d’Italia 

Il consigliere comunale della lega Alessandro Saltori parla invece di delusione: «Oggi sono davvero deluso da chi ha il compito di coordinare i lavori di sgombero neve. Più di un mese fa ho fatto appello con una domanda di attualità proprio per far in modo che tutto questo non accadesse in un periodo di emergenza sanitaria! In alcune vie della collina, da quando ha iniziato a nevicare, non è passato nessuno per migliorare la viabilità e questo è davvero inaccettabile! Si ringraziano sempre e comunque gli operatori che da questa notte stanno lavorando. Questa sera in consiglio comunale qualcuno ci deve delle risposte»

Ma non finita del tutto. Le gelate della notte nelle prossime ore potrebbero creare dei problemi ancora più grossi con ammassamenti di neve in mezzo alle strade e sui marciapiedi impossibili da spostare. Domani e giovedì uscirà il sole e forse scioglierà qualche cumulo di neve ma poi con venerdì sera è in arrivo nuovamente il maltempo con pioggia e neve per circa 10 giorni.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • VIDEO – Scegliere il mondo come ufficio e diventare nomadi digitali: intervista ad Armando Costantino
    Negli ultimi anni, la tentazione sempre più frequente del “mollo tutto” combinata  all’aumento dello smart working ha creato una nuova tendenza all’interno del panorama lavorativo: i nomadi digitali, conosciuti anche come fulltimers. Persone che hanno scelto di spostare la loro casa in camper e il loro ufficio nel mondo, investendo su loro stessi per riprendersi […]
  • Vado a vivere in un faro!
    Quante volte, leggendo Virginia Woolf o Jules Verne, avete fantasticato su come potrebbe essere vivere in un faro con la sola compagnia del vento e del mare? I fari, nell’immaginario collettivo, sono luoghi straordinari al confine fra mito e realtà, unico baluardo di salvezza per i navigatori durante le notti di tempesta. In realtà, senza […]
  • Hotel e Ristorante Villa Madruzzo: dove ricaricare le batterie a pochi chilometri da Trento
    A quattro chilometri dal centro di Trento si trova uno degli hotel più gettonati del momento: Villa Mandruzzo. Complici anche il ristorante e la meravigliosa area benessere, Villa Mandruzzo è presto diventato uno degli hotel più raccomandati tra coloro che vogliono venire a Trento per godersi alcuni giorni di meritato relax o anche solo per […]
  • Viaggio in Grecia, scegli il fascino mistico di Rodi
    La Grecia è uno di quei luoghi da sogno che tutti dovremmo visitare almeno una volta nella vita. Uno di quei paradisi terrestri neanche troppo lontani dall’Italia che con la sua storia, la sua cultura, il paesaggio naturale, incanta tutti, senza distinzione. Dalle città che hanno fatto la storia come la capitale Atene, simbolo dei […]
  • HP Reinvent: arrivano i nuovi PC per lo smart working
    Grandi novità in arrivo da parte di HP, azienda leader nel settore tecnologico. Durante l’attesissimo evento HP Reinvent dedicato ai propri partner, l’azienda ha lanciato nuovi Pc destinati allo smart working. Ma non solo: l’evento è stato utile per svelare tanti nuovi dispositivi e soluzioni per aiutare le aziende ed i professionisti a migliorare la […]
  • Abbigliamento casual uomo, tutte le dritte per non sbagliare
    Tutti pazzi per l’abbigliamento casual che non è solo comodo ma è anche fashion. Non bisogna confondere, infatti, che casual non è il sinonimo di trasandato e di un abbigliamento approssimativo. Non c’è pensiero più sbagliato perché oggi indossare abiti casual vuol dire vestirsi alla moda, in chiave moderna e innovativa, con uno stile senza […]
  • Isola in Irlanda cerca custodi: l’occasione per cambiare stile di vita per sei mesi
    La meta ideale per chi vuole entrare a contatto con la natura più incontaminata, allontanarsi dai ritmi frenetici della città, godendosi contemporaneamente un’esperienza di vita unica, si trova a Great Blasket Island, al largo della costa irlandese, dove è stata data l’opportunità attraverso un annuncio di lavoro, di cambiare stile di vita per sei mesi. […]
  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]

Categorie

di tendenza