Connect with us
Pubblicità

Politica

Claudio Cia entra in Fratelli d’Italia, Agire per il Trentino non esiste più. Urso: «Missione compiuta»

Pubblicato

-

«Mi ero riproposto di costruire i gruppi consiliari di Fratelli d’Italia al comune di Trento e alla provincia autonoma di Trento, missione compiuta!». Il senatore Adolfo Urso, visibilmente soddisfatto conclude così la conferenza stampa che sancisce il passaggio del consigliere provinciale Claudio Cia in Fratelli d’Italia decretando così a fine del percorso politico di «Agire per il Trentino». Il senatore non ha mancato di ricordare anche che oggi il suo partito è il secondo dell’alleanza di centro centro destra e il terzo in assoluto a livello nazionale. 

Insieme a Cia confluiscono nel partito di Giorgia Meloni quasi tutti gli esponenti di Agire per il Trentino con l’esclusione di Mauro Corazza e Michael Moser. Il simbolo del movimento sparisce dallo scenario politico trentino.

La scelta di Claudio Cia non è stata istintiva ma frutto di molti incontri partiti l’indomani dei risultati delle elezioni comunali di settembre dove Agire per il Trentino aveva deluso. «Avevo capito che il movimento da me fondato nel 2016 era giunto alla fine della corsa» – ha spiegato in conferenza stampa.

Pubblicità
Pubblicità

Una decisione che chi è vicino a lui definisce sofferta e non priva di grandi riflessioni, alcune delle quali potevano portarlo anche alla fine della sua carriera politica. «Dopo le elezioni comunali mi sono ritrovato stanchissimo, demotivato e privo di entusiasmo. Avevo deciso di smettere con la politica e tornare al mio lavoro» – Confida Cia a margine della conferenza stampa. 

Questo malessere evidentemente è stato colto dall’amico Andrea De Bertoldi, che oltre ad essere un suo amico, era stato anche l’unico a difenderlo dopo la sua cacciata da parte di Baracetti, avvenuta come tutti sanno, in piena campagna elettorale per le elezioni del sindaco di Trento.

«Sono state le grandi convergenze politiche e la condivisione dei valori cristiani e sociali che mi hanno guidato nella scelta di entrare in Fratelli d’Italia, insieme alla grande stima che porto per Giorgia Meloni, Adolfo D’Urso  e Andrea De Bertoldi. Da oggi il logo di Agire non esiste più. Spero di essere un valore aggiunto per un movimento in forte ascesa provinciale e nazionale. Dentro questo movimento porto la mia storia politica personale, la mia sensibilità e la carica di consigliere provinciale.» 

Pubblicità
Pubblicità

Fra i vertici del movimento della Meloni non si nasconde la grande soddisfazione per un “acquisto” che porta il partito ad avere una importante rappresentanza in consiglio provinciale dove non succedeva da anni dopo le «disgraziate» stagioni di Marka Poletti e soci.

La scelta non sarà indolore per Claudio Cia, che dovrà probabilmente lasciare la carica di assessore regionale. «Alle cariche non ci penso, se la maggioranza regionale mi chiedere di dare le dimissioni da assessore lo farò sena esitare»

E ancora: «La scelta è stata legata ai temi valoriali che da sempre mi lega a Fratelli d’Italia, ma anche alla consapevolezza che oggi essere in un grande partito nazionale aiuta a combattere meglio le grandi battaglie politiche e a difendere al meglio l’autonomia del Trentino.» 

Claudio Cia ha poi riassunto la storia politica di Agire per il trentino che in questi anni ha lavorato tanto non raccogliendo però il dovuto e sperato consenso fra i cittadini.

«Oggi dobbiamo essere realisti perché il forte polarizzazione della politica ha portato ad avere esigenze diverse da quelle che riescono a raccogliere i movimenti civici. C’è bisogno di più incisività e la mia è una scelta politica nei confronti di chi ha sempre avuto un forte impegno sul territorio e una politica coerente rispettosa delle istituzioni. Continuerò ad essere me stesso difendendo a Roma la nostra autonomia». Quella di Claudio Cia con Fratelli d’Italia è una amicizia che non è mai venuta a mancare in questi ultimi anni: «Ricordo che nel 2015 i primi a proporre la mia candidatura a sindaco era stato proprio Fratelli d’Italia» – ha concluso Cia

Andrea De Bertoldi ha sottolineato con soddisfazione che è terminata la prima fase del percorso politico della destra in Trentino. «Nasce il gruppo provinciale di Fratelli di Italia, nasce una nuova alleanza. Il forte senso identitario, le radici cristiane e sociali e un grande rapporto di amicizia, hanno unito il percorso politico con Claudio Cia, Il governo provinciale ora non avrà più solo l’impegno di Claudio Cia, ma anche il sostegno di un partito che è il terzo d’Italia in termini di consenso. La sua adesione segna la forte crescita del partito in Trentino»

Il senatore De Bertoldi ha lasciato trasparire che nelle prossime settimane altre importanti personalità politiche potrebbero confluire nel movimento di Giorgia Meloni

«L’adesione di Claudio Cia e del movimento civico Agire per il Trentino – spiega il senatore Urso –  conferma la capacità di aggregazione e di crescita di Fratelli d’Italia, che finalmente avrà anche una sua rappresentanza istituzionale. In poche settimane abbiamo mobilitato il partito, creando liste aperte e competitive che ci hanno consentito di raggiungere un grande risultato nelle elezioni comunali segnando il massimo storico della destra alle amministrative.

Ora possiamo contare su decine di consiglieri comunali e circoscrizionali nei principali comuni del Trentino, abbiamo realizzato decine di circoli e oltre 500 nuovi iscritti al partito. La adesione di Cia e del suo movimento è una ulteriore spinta a far di più e meglio per dare piena rappresentanza a chiunque voglia costruire una alternativa credibile alla sinistra, nel solco dell’impegno civile e politico, siamo una forza politica aperta e inclusiva e ci aspettiamo altre adesioni a breve soprattutto da parte di coloro che hanno avuto una esperienza civica che sicuramente va valorizzata in un contesto più ampio quale oggi può fare proprio il nostro movimento guidato da Giorgia Meloni»

Presenti alla conferenza stampa anche il capogruppo del partito in consiglio comunale Pino Urbani: «Con lui da anni condivido molte cose, quando la famiglia si allarga è sempre un fatto positivo, quanto poi le energie sono limpide e competenti meglio ancora. Auspico ora che molti altri militanti delle liste civiche facciano lo stesso passo di Claudio per così metterci in grado di governare il Trentino.»

Roberto Biscaglia, il coordinatore provinciale del partito: «Salutiamo con piacere l’arrivo di Claudio Cia che vede rafforzato il nuovo piano valoriale del movimento e che ci permette di dialogare con una vasta platea di cittadini, moderati, cattolici e liberali. Con lui ci lega anche un ottimo rapporto umano.»

Christian Zanetti: «Fratelli d’Italia mi ha fatto sentire a casa, siamo una grande famiglia che sta crescendo ed ora lo faremo da dentro le istituzioni»

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Lavoratori dello spettacolo, in arrivo un Ddl con sostegni e tutele
    In arrivo un disegno di legge temporaneo per rimediare alla discontinuità del lavoro nel mondo dello spettacolo. Una sorta di bonus contributivo per pareggiare, dal punto di vista pensionistico i lavoratori dello spettacolo per gli... The post Lavoratori dello spettacolo, in arrivo un Ddl con sostegni e tutele appeared first on Benessere Economico.
  • Arriva il primo noleggio auto con rata decrescente e pagabile anche in bitcoin
    Dal lavoro alla vita privata, fino al tempo libero: flessibilità è sicuramente la parola dell’anno, tanto da arrivare ad influenzare anche il mondo del noleggio. Anche questo settore infatti, negli ultimi anni ha declinato la... The post Arriva il primo noleggio auto con rata decrescente e pagabile anche in bitcoin appeared first on Benessere Economico.
  • Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey
    L’anno del Covid è stato anche l’anno dello smart working, un’autentica rivoluzione per molti lavoratori e l’Istituto Mckinsey fa luce sulle trasformazioni a cui il mondo del lavoro dovrà adeguarsi. Il report Mckinsey Alla crisi... The post Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey appeared first on Benessere Economico.
  • Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo
    Le dinamiche di internet hanno ormai cambiato le logiche di progettazione e di prenotazione della vacanza. A questo, si aggiungono gli sconvolgimenti finanziari che sono alla base delle crisi economiche innescando meccanismo viziosi. Il mercato... The post Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo appeared first on Benessere Economico.
  • Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti
    Il mondo cambia in fretta, a volte più velocemente di quanto previsto. In questo senso l’arrivo del Covid ha straordinariamente accelerato tutti i processi: da quelli economici, ai naturali fino a quelli lavorativi. Il lavoro... The post Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti appeared first on Benessere […]
  • Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli
    Negli ultimi anni gli imprenditori agricoli under 35 sono aumentati del 12%. Per facilitare questa transizione verso la terra esistono possibilità come ISMEA che permette di aiutare, anche economicamente i giovani che scelgono questa strada.... The post Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli appeared first on Benessere Economico.
  • Un ponte sottomarino galleggiante: l’incredibile scommessa della Norvegia
    Un tunnel che galleggia a mezz’acqua nel mezzo di un fiordo, con macchine che sfrecciano su entrambe le direzioni e poco sotto un abisso blu profondo oltre mille metri. Si tratta della scommessa della Norvegia, un progetto avveniristico essenziale per superare il principale problema di trasporto nel Paese. Lo studio realizzato da un team di […]
  • E’ consigliabile scegliere letture rilassanti, leggere brutte notizie fa male
    Leggere cattive notizie fa male. L’espressione che descrive la tendenza di continuare a guardare e navigare ossessivamente tra le notizie cattive anche se risultano tristi scoraggianti o deprimenti è stata rinominata dall’inglesismo: Doomscrolling. Il termine è composto da due parole: “doom” che riporta a tutto ciò che è catastrofico e, “ scrolling” si riferisce al […]
  • Le foreste rinascono dai fondi del caffè
    Troppe volte siamo stati abituati a gettare cose che, a differenza dall’aspetto, possono essere davvero utili per le persone, la natura e la vita. Così come risveglia milioni di persone in tutto il mondo, esattamente lo stesso può fare con le foreste: Il caffè o meglio il suo scarto può infatti essere davvero utile per […]
  • Vigilius Mountain Resort, dove purificarsi dallo stress della vita quotidiana
    Niente automobili, nessun rumore, niente stress. Solo natura e pace. Non ci sono strade che portano al Monte San Vigilio, si arriva solo dopo una breve salita in funivia. Qui l’aria sa di larice e di libertà. L’hotel a 5 stelle vigilius mountain resort si accoccola nella natura, diviene tutt’uno con essa, così semplice e […]

Categorie

di tendenza