Connect with us
Pubblicità

Società

Ecco i miti natalizi meno conosciuti (e più inquietanti)

Pubblicato

-

Le leggende di Babbo Natale e della Befana appartengono all’infanzia di ciascuno di noi. Il primo vola su una slitta trainata dalle sue renne lasciando cadere i doni nelle ciminiere delle case la notte tra il 24 e il 25 dicembre, la seconda si manifesta in sella alla sua scopa per consegnare dolci o carbone (a seconda della condotta “segnalata” dai genitori) il giorno dell’Epifania.

Ad altre latitudini esistono però anche altri personaggi folkloristici degni di nota. Il nome di Belsnickel, avvistato in Germania lungo il Reno ma anche in alcune comunità tedesche della Pennsylvania, ricorderà qualcosa soprattutto ai fan della serie tv “The Office”, in quanto travestimento più volte rievocato dal personaggio di Dwight Schrute. Abbigliato con indumenti di pelliccia con campanelli attaccati e una maschera, ha un comportamento a metà tra Babbo Natale e la Befana. Come quest’ultima consegna dolci ai bambini buoni, al contrario di Santa Claus annuncia il suo arrivo bussando alla porta. Le differenze? I “cattivi” non ricevono il carbone, ma delle autentiche frustate.

Krampus è invece conosciuto anche in Italia, da chi vive in Friuli e Trentino. Il suo nome significa “artiglio” e questa bestia dalle lunghe corna, con pelo caprino e lingua biforcuata, viene considerata l’aiutante di Babbo Natale. La sua notte, in Germania, è il 5 dicembre.

Pubblicità
Pubblicità

Nei Paesi Bassi si aggira invece Sinterklaas, una versione “papale” di Babbo Natale, con un cappello che ricorda la tiara del Pontefice. La sua stagione inizia a fine novembre, quando arriva in barca manifestandosi insieme al suo cavallo bianco e all’aiutante Zwarte Piet, per unirsi alla parata del paese. Il suo giorno è il 6 dicembre: i bambini lasciano carote o avena e Sinterklaas li ricompensa con doni e caramelle.

In Islanda il personaggio più famoso è Grýla insieme ai suoi 13 figli. Durante i 13 giorni che precedono il Natale, sono loro a far visita ai bambini. A quelli bravi viene elargito un dono, ai meno fortunati giunge in dote una patata marcia. Secondo il mito pagano che l’accompagna, Grýla mangerebbe invece stufati i bambini cattivi.

Ancora più inquietante è il mito di Frau Perchta. Questa strega natalizia ha il compito di valutare pigrizia e cattive azioni compiute durante l’anno: in loro presenza, è lei ad aprire la pancia dello sfortunato con un lungo coltello, sostituendo gli organi vitali vengono così sostituiti con spazzatura e paglia.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]

Categorie

di tendenza