Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Mauro Romano, a 43 anni dal rapimento del piccolo più vicini alla verità?

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

E’ stata data una svolta decisiva al caso che vedeva un bambino, Mauro Romano, rapito nel 1977 e secondo tutti morto.

Secondo le più recenti indagini si è invece ricostruita la dinamica del rapimento; il bimbo non sarebbe stato ucciso dall’uomo che l’ha rapito ma sarebbe stato consegnato ad altri due personaggi probabilmente affiliati alla mafia.

Data la conferma di questo scambio per i genitori di Mauro torna la speranza ed anche il sospetto sorto nel 1999 che il bambino fosse stato preso come figlio adottivo dal terzo uomo più ricco di Dubai.

Pubblicità
Pubblicità

Secondo le ultime dichiarazioni dell’avvocato La Scala, dopo quarantaquattro anni di indagini, interrogatori ed arresti sarebbe emersa la verità sul caso.

Mauro era un bambino di sei anni, rapito nel 1977 e per i più era stato ucciso; il caso era stato archiviato ma i genitori del piccolo, dato che il suo corpo non è stato rinvenuto, hanno deciso di non desistere e di continuare nella loro ricerca.

Dopo queste quattro decadi e vari interrogatori sembra ora che Mauro non sia stato ucciso ma venduto a due individui. La vicenda del bambino scomparso nella provincia di Lecce è alquanto controversa e secondo molti le indagini e l’archiviazione sarebbero stati frettolosi.

Pubblicità
Pubblicità

Il 21 giugno 1977 Mauro Romano stava giocando con i suoi amici nei pressi di Racale quando gli si è avvicinato un individuo a lui molto noto, un amico di famiglia che il piccolo chiamava “zio”, non per legami di consanguineità ma per amicizia.

Lo “zio” era riuscito a convincere il bambino a salire sulla sua ape-car con la quale lo portava spesso a divertirsi ma questa volta per non tornare più.

Questo personaggio sarebbe poi stato individuato come un ex-barbiere ed arrestato per sequestro di persona. L’ex-barbiere settantanovenne aveva infatti portato il bambino in una sua residenza a Castelforte e poi altri due individui avevano prelevato il bimbo per portarlo in un luogo sconosciuto.

La parte più sconcertante della situazione è stata la frettolosità con cui gli indagati sono stati giudicati, senza troppi interrogatori. Ai tempi infatti era stato subito scoperto il personaggio che chiamava la famiglia Romano per chiedere riscatti da milioni di vecchie lire.

Il ricattatore all’epoca fu condannato a quattro anni di reclusione per estorsione ma su di lui non si indagò mai in profondità. Alcuni anni dopo il suo rilascio l’uomo era stato nuovamente arrestato per pedofilia.

Ma se dopo così tanti anni passati anche la procura aveva rinunciato al ritrovamento di Mauro, i suoi genitori non lo avevano fatto mai e nel 2010 era emerso un nuovo elemento.

Un mafioso della Sacra Corona Unita pugliese aveva scritto una lettera alla madre del sequestrato chiedendo di voler essere ascoltato; il procuratore di allora non aveva agito e a parlare con l’uomo è stata solo la Dottoressa Minniti (sostituto del procuratore) nell’ultimo anno trovando importanti conferme.

Grazie alle varie dichiarazioni e deposizioni si è infatti giunti alla conclusione che il piccolo Mauro non è stato ucciso e fatto sparire ma probabilmente sarebbe stato venduto a qualche famiglia importante ed ora si troverebbe in Italia oppure all’estero ignaro della sua vera identità.

Ad enfatizzare questa speranza nei parenti ed amici della famiglia Romano è stato il sospetto ritrovamento dello stesso bambino ormai diventato uomo.

Nel 1999 Natale e Bianca (i genitori) infatti si sono imbattuti per caso nella foto di Mohamed Habtor, il figlio di uno degli uomini più ricchi di Dubai e studiando a fondo la foto dell’emirato si sono convinti che quello fosse suo figlio.

Mohamed sarebbe dunque Mauro ormai cresciuto e i genitori lo avrebbero riconosciuto per segni evidenti che solo loro figlio avrebbe avuto.

La famiglia Romano ha cercato ripetutamente di avere udienza dalla ricca famiglia araba (e magari un test del Dna) ma nonostante ciò non è mai riuscita ad entrarci strettamente in contatto; tutti i tentativi di udienza sono stati annullati all ultimo momento.

Il caso di Mauro, rapito a sei anni e forse ora diventato un emirato miliardario oppure vivo da un’altra parte, resta aperto ed irrisolto nonostante i nuovi sviluppi.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Italia ed estero9 minuti fa

Si ribalta in un canale di irrigazione, muore una donna 66 enne

Aziende1 ora fa

Exterior design: proteggere la piscina con stile grazie alle tapparelle

Trento11 ore fa

Preso il vandalo di Piazza Duomo: scontro fra Ianeselli e azienda sanitaria

Trento11 ore fa

L’addio del questore Francini: «Occorre fare di più contro la mafia e lo spaccio»

Val di Non – Sole – Paganella12 ore fa

Dal 1° luglio artisti all’opera a Borgo d’Anaunia: in cima alla Val di Non torna “Fontane d’Artista”

Italia ed estero12 ore fa

«Revisione scaduta»: la polizia stradale ferma tre carri armati italiani diretti in Ucraina

Piana Rotaliana13 ore fa

Carenza idrica, a Lavis fontane a secco e l’invito a un uso corretto e razionale dell’acqua

Trento14 ore fa

Firmato in Provincia il nuovo accordo per il lavoro agile con le organizzazioni

Trento14 ore fa

Prorogata fino a fine anno la misura «rimborsi visite specialistiche»

Bolzano15 ore fa

Caldaro, violento schianto auto-moto: muore un motociclista

Trento15 ore fa

Coronavirus, salgono a 50 i pazienti ricoverati nelle ultime 24 ore

Alto Garda e Ledro15 ore fa

Piante avvelenate: l’amministrazione di Riva del Garda ha sporto denuncia

Arte e Cultura16 ore fa

Al Museo di San Michele l’inaugurazione della mostra fotografica «La contemporaneità della tradizione. Sguardi sulle comunità cimbra, ladina e mòchena»

Giudicarie e Rendena16 ore fa

Villa Rendena, motociclista scivola sull’asfalto e finisce nella scarpata: elitrasportato al Santa Chiara

Politica16 ore fa

Sondaggio Mentana: continua l’ascesa di Fratelli d’Italia. Profondo rosso per il M5S

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 99 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Calano i ricoveri

eventi3 settimane fa

Dal 17 al 26 giugno tornano a Trento le Feste Vigiliane

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 267 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Sbanda, va in contromano e rischia di scontrarsi con altre auto prima di entrare in statale – IL VIDEO

Alto Garda e Ledro3 settimane fa

Stop alla viabilità a Riva del Garda: si girano le scene di un film americano

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 166 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Politica2 settimane fa

Referendum, vittoria dei sì ma niente quorum. Amministrative: nei grandi comuni avanti il centro destra

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 49 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino con nessun positivo al molecolare

Telescopio Universitario3 settimane fa

UniTrento: da vent’anni il mondo fa tappa qui

Trento3 settimane fa

Attimi di paura alla stazione delle corriere di Trento!

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Trovato morto in piscina Stefano Lorenzini di Levico Terme

Società4 settimane fa

L’impresa di Melissa Mariotti tra lavoro in Germania e progetti turistici in Valbrenta

Le Vignette di Fabuffa4 settimane fa

Il 51% degli adolescenti italiani non capisce un testo scritto. Una scuola che fa acqua da tutte le parti

Politica2 settimane fa

L’abbraccio mortale col PD affonda definitivamente il M5stelle

Italia ed estero3 settimane fa

Crolla un ponte sospeso durante l’naugurazione: 25 feriti – IL VIDEO

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza