Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Mauro Romano, a 43 anni dal rapimento del piccolo più vicini alla verità?

Pubblicato

-

E’ stata data una svolta decisiva al caso che vedeva un bambino, Mauro Romano, rapito nel 1977 e secondo tutti morto.

Secondo le più recenti indagini si è invece ricostruita la dinamica del rapimento; il bimbo non sarebbe stato ucciso dall’uomo che l’ha rapito ma sarebbe stato consegnato ad altri due personaggi probabilmente affiliati alla mafia.

Data la conferma di questo scambio per i genitori di Mauro torna la speranza ed anche il sospetto sorto nel 1999 che il bambino fosse stato preso come figlio adottivo dal terzo uomo più ricco di Dubai.

Pubblicità
Pubblicità

Secondo le ultime dichiarazioni dell’avvocato La Scala, dopo quarantaquattro anni di indagini, interrogatori ed arresti sarebbe emersa la verità sul caso.

Mauro era un bambino di sei anni, rapito nel 1977 e per i più era stato ucciso; il caso era stato archiviato ma i genitori del piccolo, dato che il suo corpo non è stato rinvenuto, hanno deciso di non desistere e di continuare nella loro ricerca.

Dopo queste quattro decadi e vari interrogatori sembra ora che Mauro non sia stato ucciso ma venduto a due individui. La vicenda del bambino scomparso nella provincia di Lecce è alquanto controversa e secondo molti le indagini e l’archiviazione sarebbero stati frettolosi.

Pubblicità
Pubblicità

Il 21 giugno 1977 Mauro Romano stava giocando con i suoi amici nei pressi di Racale quando gli si è avvicinato un individuo a lui molto noto, un amico di famiglia che il piccolo chiamava “zio”, non per legami di consanguineità ma per amicizia.

Lo “zio” era riuscito a convincere il bambino a salire sulla sua ape-car con la quale lo portava spesso a divertirsi ma questa volta per non tornare più.

Questo personaggio sarebbe poi stato individuato come un ex-barbiere ed arrestato per sequestro di persona. L’ex-barbiere settantanovenne aveva infatti portato il bambino in una sua residenza a Castelforte e poi altri due individui avevano prelevato il bimbo per portarlo in un luogo sconosciuto.

La parte più sconcertante della situazione è stata la frettolosità con cui gli indagati sono stati giudicati, senza troppi interrogatori. Ai tempi infatti era stato subito scoperto il personaggio che chiamava la famiglia Romano per chiedere riscatti da milioni di vecchie lire.

Il ricattatore all’epoca fu condannato a quattro anni di reclusione per estorsione ma su di lui non si indagò mai in profondità. Alcuni anni dopo il suo rilascio l’uomo era stato nuovamente arrestato per pedofilia.

Ma se dopo così tanti anni passati anche la procura aveva rinunciato al ritrovamento di Mauro, i suoi genitori non lo avevano fatto mai e nel 2010 era emerso un nuovo elemento.

Un mafioso della Sacra Corona Unita pugliese aveva scritto una lettera alla madre del sequestrato chiedendo di voler essere ascoltato; il procuratore di allora non aveva agito e a parlare con l’uomo è stata solo la Dottoressa Minniti (sostituto del procuratore) nell’ultimo anno trovando importanti conferme.

Grazie alle varie dichiarazioni e deposizioni si è infatti giunti alla conclusione che il piccolo Mauro non è stato ucciso e fatto sparire ma probabilmente sarebbe stato venduto a qualche famiglia importante ed ora si troverebbe in Italia oppure all’estero ignaro della sua vera identità.

Ad enfatizzare questa speranza nei parenti ed amici della famiglia Romano è stato il sospetto ritrovamento dello stesso bambino ormai diventato uomo.

Nel 1999 Natale e Bianca (i genitori) infatti si sono imbattuti per caso nella foto di Mohamed Habtor, il figlio di uno degli uomini più ricchi di Dubai e studiando a fondo la foto dell’emirato si sono convinti che quello fosse suo figlio.

Mohamed sarebbe dunque Mauro ormai cresciuto e i genitori lo avrebbero riconosciuto per segni evidenti che solo loro figlio avrebbe avuto.

La famiglia Romano ha cercato ripetutamente di avere udienza dalla ricca famiglia araba (e magari un test del Dna) ma nonostante ciò non è mai riuscita ad entrarci strettamente in contatto; tutti i tentativi di udienza sono stati annullati all ultimo momento.

Il caso di Mauro, rapito a sei anni e forse ora diventato un emirato miliardario oppure vivo da un’altra parte, resta aperto ed irrisolto nonostante i nuovi sviluppi.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Bonus Tv, fino a 100 euro senza limiti di Isee: come funziona
    Dal Ministero dello Sviluppo economico e dal Ministero dell’Economia e delle Finanze debutterà un nuovo decreto che prevede 100 euro, senza limiti di Isee per la rottamazione della vecchia “tv” Il cambio del digitale terrestre... The post Bonus Tv, fino a 100 euro senza limiti di Isee: come funziona appeared first on Benessere Economico.
  • Smart Money, contributi a fondo perduto per Startup innovative
    Con una dotazione totale di 9,5 milioni di euro, a partire dal 24 giugno potranno essere presentate le domande di agevolazione per Startup innovative dal Programma Smart Money. Smart Money, Cos’è Smart Money è una... The post Smart Money, contributi a fondo perduto per Startup innovative appeared first on Benessere Economico.
  • Codacons, proposta di risarcimento per somministrazione Astrazeneca agli under 60
    Il caos generato intorno al siero anti-covid, Astrazeneca che ha gettato nel panico, nell’incertezza e nella cattiva informazione migliaia di italiani ha spinto Codacons a lanciare un’azione collettiva per il risarcimento. Il caso Astrazeneca Uno... The post Codacons, proposta di risarcimento per somministrazione Astrazeneca agli under 60 appeared first on Benessere Economico.
  • Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob
    Il fenomeno criptovalute è così attuale e crescente, tanto da spingere il numero uno della Consob, Paolo Savona a lanciare un’allarme sulla situazione. La similitudine tra criptovalute e mutui subprime Savona infatti, ha dedicato un... The post Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta
    Il vecchio Bonus Renzi da 80 euro si evolve e diventa un Bonus Irpef da 100 euro. Con l’ultima legge di Bilancio infatti, vengono riviste le regole e il nome del vecchio bonus. A chi... The post Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta appeared first on Benessere Economico.
  • Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste
    Il Governo potrebbe estendere l’esenzione Imu, ampliando la categoria di soggetti che non saranno tenuti a versare la prima rata. Imu 2021, chi rientra nell’esenzione Un nuovo emendamento al Decreto Sostegni Bis potrebbe andare incontro... The post Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce il primo superstore senza casse: Amazon conquista con l’innovazione
    All’interno dell’immensa panoramica della distribuzione organizzata, mette piede con estrema originalità il colosso Amazon che, potenziando ulteriormente la sua offerta apre il primo negozio senza cassa. Dall’idea senza dubbio originale e molto innovativa nasce un Fresh store in cui i clienti possono fare comodamente la spesa e uscire direttamente dalla corsia dedicata: “ senza pagare”. […]
  • Valentino dice addio alle pellicce e corre alla ricerca di nuovi materiali
    Mentre a Parigi sfila l’alta moda,  la maison di Valentino si esibisce virtualmente a Roma a Galleria Colonna. Il contrasto tra sontuosità del luogo ed il minimalismo della collezione è netto e per la prima volta uomo e donna sfilano insieme, una moda che non ha bisogno di definizione. Una sfilata che racconta la celebrazione […]
  • Il futuro del mercato immobiliare passa dalla casa in legno: un’abitazione con molti vantaggi
    Il futuro del mercato immobiliare potrebbe spostarsi dal mattone ad un materiale tanto semplice quanto resistente e sostenibile, come il legno. In particolare, il legno è il materiale per eccellenza alleato della sostenibilità ambientale perché aiuta a raggiungere al meglio l’autosufficienza energetica, permettendo di ridurre gli sprechi. Infatti, grazie alla sua elevata capacità di isolare […]
  • Hotel Chalet Mirabell: lo spirito di Merano!
    Nell’esclusivo Hotel a 5 stelle Chalet Mirabell ad Avelengo vicino Merano è possibile trascorrere le giornate più belle dell’anno tra lusso e naturalezza alpina, ampi spazi aperti e natura incontaminata. “Qualche anno fa la nostra passione ci ha portati a trasformare il nostro residence alpino da 16 camere nell’hotel 5 stelle Mirabell in Alto Adige. Abbiamo […]

Categorie

di tendenza