Connect with us
Pubblicità

Musica

Parte giovedì su Voce24news «White Label Records», il nuovo format musicale che racconta la storia del «Vinile». Conduce Pio Leonardelli

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Si intitola “White Label Records” ed è il nuovo format ideato e condotto da Pio Leonardelli con la regia di Filippo La Scala, che andrà in onda in esclusiva a partire da Giovedì 24 dicembre 2020 su Voce24news, la nuova web televisione del Trentino. (qui il trailer) La produzione è a cura della Trentino Produzioni S.R.L. il produttore esecutivo è Roberto Conci..

Pio Leonardelli autentico mattatore della nuova trasmissione non è certamente un personaggio che ha bisogno di presentazioni, vista la sua indiscussa cultura in campo musicale, un dj storico ma non solo. Storico era anche il suo negozio di dischi in via Esterle a Trento che tutti certamente ricorderanno.

Minuscolo per dimensioni ma un vero tempio della musica che ha rifornito nei suoi 23 anni di attività, non solo dj della regione ma anche veri e propri cultori della musica di qualità. Il “Doc Records” apre infatti nel 1987, in breve tempo diventa il punto di riferimento per gli amanti della musica, la sua passione lo porta a lunghi viaggi, spesso rientrando all’alba in città per essere il primo ad accaparrarsi le novità discografiche, e allestire la vetrina per essere pronto all’apertura.

Pubblicità
Pubblicità

Il mercato discografico però viene sopraffatto da internet e dalle catene di distribuzione che con prezzi notevolmente al ribasso, soffoca i piccoli negozi e di fatto distrugge quel fattore umano, fatto di consigli, di passione e perché no, di pretesti per incontrarsi fra cultori della musica. Il Doc Records infatti era un luogo di ritrovo, come la panchina della piazza, il muretto del paese, dove ovviamente parlare di musica.

Ma la passione per la musica non muore mai e forse è anche per questo che sta tornando prepotentemente di moda il “vinile”. Ecco quindi che a partire da giovedì 24 dicembre 2020 Pio Leonardelli proporrà un suo Format proprio dedicato al “must del vintage” negli studi di Voce24news, la nuova Web Television del Trentino. (qui puoi vedere il trailer)

In proposito siamo andati a sentirlo per avere alcune anticipazioni sulla nuova trasmissione.

Pubblicità
Pubblicità

Cosa vuoi proporre esattamente nel Format che hai ideato per Voce24news, “White Label Records?” 

Il Format è ideato per far conoscere alle nuove generazioni, come il Dj si appassionava nella ricerca della musica, che era un’esclusiva per pochi. Era un disco ambito da tutti, perché ne stampavano pochissime copie, a volte pure autografato e spesso non veniva nemmeno ristampato perché, a giudizio delle Major, non faceva mercato”.

Hai accennato a degli ospiti di eccezione all’interno di queste “pillole di vinile”, puoi anticiparci qualcosa?

Gli ospiti sono amici Dj’s che hanno avuto la grande passione di portare a conoscenza del pubblico, musica e suoni, fino a quel momento sconosciuti, perché non facevano parte del palinsesto delle allora onnipresenti Radio libere”.

Una curiosità: 23 anni di Doc Records, c’è un aneddoto particolare, di quel periodo che ci vuoi raccontare?

Al Doc Records gli aneddoti erano vissuti quotidianamente. I Dj’s e le persone che che venivano a cercare musica, a volte erano rassegnati a non vedere soddisfatto il loro desiderio di possedere quel particolare disco, tanto ricercato. Quando invece capitava loro di trovarlo, vedevo gli occhi lucidi dalla gioia, quando gli veniva consegnato. A volte, mi abbracciavano, altre invece, mi invitavano a brindare al bar vicino al negozio, in segno di gratitudine per aver contribuito a realizzare il loro desiderio. Cose che devono far riflettere, un disco è come un’opera d’arte, per questi appassionati si traduce in felicità”.

Più di 40 in consolle e ci risulta che non è finita qui, giusto? Qual è stata per te la maggiore soddisfazione in questi anni? E cosa ti ha insegnato questa lunga carriera?

No, non è assolutamente finita qui, come dico sempre, solo io e il Padreterno abbiamo la facoltà di decidere se e quando smettere. Non basta una consolle o altri supporti per essere un Dj. Deve essere una cosa che hai dentro, non si impara e non ci si improvvisa, è inspiegabile. La grande soddisfazione per me è essere riuscito a rimettere la stessa musica, dopo 40 anni, rivedere la gente divertirsi come se fossero novità appena uscite dalla casa discografica, praticamente si può definire un giro di boa come Dj. Credo non sia una cosa da tutti, il segreto è la passione nelle vene”.

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento2 settimane fa

Caro bollette, supermercati Eurospin: «Abbiamo perso ogni speranza»

Trento2 settimane fa

Caro energia: dalla provincia arrivano 180 euro per ogni famiglia

Trento3 settimane fa

Autovelox e semafori intelligenti in funzione dal 19 settembre. Ecco dove sono installati

Arte e Cultura3 settimane fa

A Riva del Garda Serena Dalla Torre si riconferma campionessa italiana di Body Painting

Trento2 settimane fa

Dopo 20 anni di amore Tony Menegatti sposa la sua Laura

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Rovereto: protesta per le urla alle Fucine, 72 enne massacrato dalla «Baby Gang»

Trento2 giorni fa

Relazione della D.I.A.: in Trentino presenti le Mafie Calabresi, nigeriane e albanesi

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Impiccato in garage, i Carabinieri di Borgo compiono il miracolo

Trento2 settimane fa

Il comune fa cassa: 104 multe in sole 3 ore grazie ai nuovi semafori «intelligenti»

Trento6 giorni fa

Ritrovata la 18 enne scomparsa sabato dopo la scuola

Politica7 giorni fa

Elezioni 2022, ecco i primi trombati eccellenti

Io la penso così…4 giorni fa

Giulia Torelli: Le turbe psichiche di questo soggetto sono particolarmente evidenti

Trento3 settimane fa

Morto a soli 61 anni Luca Mazzalai, partecipò ad oltre 20 edizioni della Trento Bondone

Val di Non – Sole – Paganella3 giorni fa

Dramma in Val di Non: il corpo di una donna recuperato nella forra del torrente Pongaiola

Trento4 settimane fa

Trento, lavorare per le cooperative sociali a 4 euro l’ora: «Non ce la facciamo a vivere»

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza