Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Italia verso la zona arancione o rossa: 10 giorni di chiusura totale per evitare la terza ondata

Pubblicato

-


Le nuove restrizioni per il Natale stanno per trasformarsi da voci a realtà. Se nei giorni scorsi erano filtrati perfino rumors su un possibile allentamento delle misure previste dal Dpcm Natale, con possibilità di spostarsi fra i comuni, già entro domani potrebbe finire nero su bianco la stretta definitiva.

L’obiettivo del Governo è quello di prevenire una terza ondata di contagi da Covid-19 che, come sottolineato dall’Iss, potrebbe essere “molto dolorosa” e mettere in ginocchio il sistema sanitario nazionale.

Abbiamo già predisposto un piano dedicato specificamente alle feste natalizie. Ci stiamo riflettendo. Dobbiamo scongiurare ad ogni costo una terza ondata – ha affermato il premier Giuseppe Conte – la situazione è delicata. Ma le nostre misure stanno funzionando, ci stanno consentendo di aver ripreso il controllo della curva epidemiologica. Il sistema delle zone e la suddivisione delle regioni in base ai colori sta dando risultati”.

Pubblicità
Pubblicità

La stessa linea di pensiero è stata confermata anche dal ministro della Salute, Roberto Speranza:La mia opinione è chiara: le nuove misure ci possono aiutare soprattutto nelle settimane delle vacanze di Natale ad evitare una terza ondata, a scongiurare una nuova recrudescenza. Noi stiamo ragionando sulle due settimane delle vacanze di Natale: quello è il periodo più complicato, in cui il tasso di spostamenti e relazioni si alza di molto, e dovremo stare più attenti. Ascolteremo con attenzione i nostri scienziati – ha concluso il ministro – e l’auspicio è che in poco tempo si possano assumere ulteriori misure in grado di scongiurare una terza ondata”.

Ma quali saranno le misure? La discussione decisiva avverrà proprio oggi nel dicastero di cui Speranza è ministro, sulla scorta del parere richiesto ieri al Cts. A seguire avverrà un summit a Palazzo Chigi con i capidelegazione di maggioranza e i ministri direttamente coinvolti.

Solo a quel punto si arriverà, auspicabilmente entro domani, al vertice con Regioni e Province autonome e a una nuova riunione di maggioranza, dopo la quale verranno ascoltate le forze all’opposizione.

Pubblicità
Pubblicità

L’orientamento del Governo è quello di rendere l’Italia zona arancione, con blocco nei confini comunali ad eccezione di quelli limitrofi con popolazione sotto i 5mila abitanti o, in alternativa, alla facoltà di muoversi entro un raggio di 20-30 chilometri dal proprio domicilio o residenza.

I ministri Speranza e Boccia (Affari regionali e Autonomie), sarebbero a favore di un blocco unico dal 24 dicembre al 1° gennaio 2021, se non addirittura al 6 gennaio.

Allo stato attuale appare complicato che possa essere avallata la loro linea di pensiero. Verosimilmente si arriverà al compromesso avanzato dal Governo, con blocchi dal 24 al 27 dicembredal 31 dicembre al 3 gennaio e poi nelle giornate del 5 e 6 gennaio. Dieci giorni complessivi in cui la penisola resterebbe interamente zona arancione.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva il primo noleggio auto con rata decrescente e pagabile anche in bitcoin
    Dal lavoro alla vita privata, fino al tempo libero: flessibilità è sicuramente la parola dell’anno, tanto da arrivare ad influenzare anche il mondo del noleggio. Anche questo settore infatti, negli ultimi anni ha declinato la... The post Arriva il primo noleggio auto con rata decrescente e pagabile anche in bitcoin appeared first on Benessere Economico.
  • Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey
    L’anno del Covid è stato anche l’anno dello smart working, un’autentica rivoluzione per molti lavoratori e l’Istituto Mckinsey fa luce sulle trasformazioni a cui il mondo del lavoro dovrà adeguarsi. Il report Mckinsey Alla crisi... The post Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey appeared first on Benessere Economico.
  • Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo
    Le dinamiche di internet hanno ormai cambiato le logiche di progettazione e di prenotazione della vacanza. A questo, si aggiungono gli sconvolgimenti finanziari che sono alla base delle crisi economiche innescando meccanismo viziosi. Il mercato... The post Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo appeared first on Benessere Economico.
  • Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti
    Il mondo cambia in fretta, a volte più velocemente di quanto previsto. In questo senso l’arrivo del Covid ha straordinariamente accelerato tutti i processi: da quelli economici, ai naturali fino a quelli lavorativi. Il lavoro... The post Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti appeared first on Benessere […]
  • Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli
    Negli ultimi anni gli imprenditori agricoli under 35 sono aumentati del 12%. Per facilitare questa transizione verso la terra esistono possibilità come ISMEA che permette di aiutare, anche economicamente i giovani che scelgono questa strada.... The post Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli appeared first on Benessere Economico.
  • Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare
    La svolta crescente dell’online parla anche di risparmio e sostenibilità ecco perché le bollette cartacee sono ormai superate. L’arrivo del digitale ha convertito molti utenti ad entrare nel circuito delle bollette online, pagabili su rete... The post Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare appeared first on Benessere Economico.
  • Un ponte sottomarino galleggiante: l’incredibile scommessa della Norvegia
    Un tunnel che galleggia a mezz’acqua nel mezzo di un fiordo, con macchine che sfrecciano su entrambe le direzioni e poco sotto un abisso blu profondo oltre mille metri. Si tratta della scommessa della Norvegia, un progetto avveniristico essenziale per superare il principale problema di trasporto nel Paese. Lo studio realizzato da un team di […]
  • E’ consigliabile scegliere letture rilassanti, leggere brutte notizie fa male
    Leggere cattive notizie fa male. L’espressione che descrive la tendenza di continuare a guardare e navigare ossessivamente tra le notizie cattive anche se risultano tristi scoraggianti o deprimenti è stata rinominata dall’inglesismo: Doomscrolling. Il termine è composto da due parole: “doom” che riporta a tutto ciò che è catastrofico e, “ scrolling” si riferisce al […]
  • Le foreste rinascono dai fondi del caffè
    Troppe volte siamo stati abituati a gettare cose che, a differenza dall’aspetto, possono essere davvero utili per le persone, la natura e la vita. Così come risveglia milioni di persone in tutto il mondo, esattamente lo stesso può fare con le foreste: Il caffè o meglio il suo scarto può infatti essere davvero utile per […]
  • Vigilius Mountain Resort, dove purificarsi dallo stress della vita quotidiana
    Niente automobili, nessun rumore, niente stress. Solo natura e pace. Non ci sono strade che portano al Monte San Vigilio, si arriva solo dopo una breve salita in funivia. Qui l’aria sa di larice e di libertà. L’hotel a 5 stelle vigilius mountain resort si accoccola nella natura, diviene tutt’uno con essa, così semplice e […]

Categorie

di tendenza