Connect with us
Pubblicità

Le ultime dal Web

Gli Aristogatti festeggiano 50 anni: tutte le curiosità di un cartone animato ispirato ad una storia vera

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Gli Aristogatti compiono 50 anni. Distribuito dalla Buane Vista Distribution l’12 dicembre 1970, il film di animazione, diventato un must have per la generazione di allora e per tutte quelle a venire, è stato diretto da Wolfgang Reitherman.

Il ventesimo Classico Disney è basato su una storia di Tom McGowan e Tom Rowe. La pellicola narra le vicende di una famiglia di gatti che vive serenamente presso la casa di un’anziana aristocratica francese, fino a quando viene fatta sparire dal maggiordomo di casa, intenzionato a diventare l’unico erede della ricca signora.

Un gatto chiamato Romeo e altri amici animali aiuteranno gli Aristogatti a tornare a casa cacciando il maggiordomo. Il film fu la più popolare “general release” al box office britannico nel 1971. Incassò 55,7 milioni di dollari e venne candidato per l’AFI’s Top 10 nel genere “Animazione”.

Ottenne inoltre la nomination nella categoria “Miglior registrazione per bambini” ai Grammy Award del 1971, si aggiudicò il Golden Screen nel 1973 e nel 1981, mentre Reitherman venne insignito del titolo di “Miglior film per bambini” ai Sant Jordi Awards del 1972.

Celebre anche per essere stato l’ultimo progetto cinematografico approvato da Walt Disney in persona nonché il primo prodotto dopo la sua morte, avvenuta nel 1966, la produzione costò quattro milioni di dollari e venne completata in quattro anni. Diverse sono le curiosità legate agli inquilini della Ville Lumiere, che vale la pena segnalare in occasione di una ricorrenza tanto importante.

Non tutti sanno che il terzo film Disney ambientato in Francia, dopo Cenerentola (1950) e La bella addormentata (1959), è ispirato a una storia vera, avvenuta a Parigi nei primi anni del ‘900, quando una famiglia di gattini ereditò una fortuna da una ricca signora.

Pubblicità
Pubblicità

In origine avrebbe dovuto trattarsi di un episodio in live-action della serie tv antologica Disneyland, uscita nel 1954, e soltanto in un secondo momento si optò per la realizzazione del film. I gatti previsti nella sceneggiatura originale erano invece quattro: uno chiamato Waterloo venne poi rimosso.

Tra le altre rilevanti modifiche alla sceneggiatura, va necessariamente citata l’assenza di una complice al maggiordomo Edgar, inizialmente prevista. Nella versione italiana spicca il personaggio di Romeo, noto come “er mejo gatto der Colosseo”. In quella originale, invece, Romeo è irlandese e si chiama Thomas O’Malley.

L’iconico brano “Tutti quanti voglion fare jazz” non “suona” così nell’edizione originale. In inglese è infatti “Everybody wants to be a cat”, ossia “Tutti vogliono essere un gatto”. Il gioco di parole è presto fatto: nell’ambiente musicale “cat” sta a indicare proprio un amante del jazz. Louis Armstrong avrebbe dovuto doppiare Scat Cat, il gatto trombettista e leader della band. Quando Satchmo si ammalò, però, fu costretto a rinunciare. Il gatto inglese Hit Cat è invece una caricatura di John Lennon.

Infine in pochi sanno che gli Aristogatti si sono trasformati in realtà poco più di un anno fa. Nel febbraio 2019 il sarto e designer di moda Karl Lagerfield ha deciso di lasciare la sua eredità a Choupette, la sua gatta bianca di sette anni. La dote “intascata” dal felino ammonterebbe a circa 170 milioni di dollari.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Val di Non – Sole – Paganella10 ore fa

Andalo, cambia il sistema di conferimento dei rifiuti da parte delle aziende

Italia ed estero11 ore fa

Addio al bonus 18enni, i fondi a spettacoli ed editoria

Val di Non – Sole – Paganella13 ore fa

L’intera Val di Non imbiancata: Vigili del Fuoco al lavoro

Trento13 ore fa

Ordine Infermieri: «Restituire ai pazienti la vicinanza dei familiari significa restituire un diritto umano»

Trento14 ore fa

La decorazione natalizia della polizia di Stato sul grande abete in piazza Duomo

Trento14 ore fa

Weekend dell’Immacolata, neve in esaurimento. Domenica traffico da bollino nero

Musica15 ore fa

Isera, Palazzo de’ Probizer: Agorart Ensemble in concerto

Fiemme, Fassa e Cembra15 ore fa

Nuovo ospedale di Cavalese: una grande proposta per i bisogni della comunità

Trento16 ore fa

Superato il limite della decenza: ora rubano i vasi di rame dai cimiteri

Trento16 ore fa

Neve in Trentino, la situazione della viabilità alle ore 10.30

Val di Non – Sole – Paganella16 ore fa

A Spormaggiore arriva il “Consiglio comunale dei ragazzi”

Trento17 ore fa

5 centimetri di neve a Trento, in azione la macchina comunale. Nel pomeriggio in arrivo la pioggia

L'Editoriale17 ore fa

In Trentino centrodestra ancora favorito. La leadership cambia a favore di Fratelli d’Italia

Trento17 ore fa

Arrivano i turisti: la stagione invernale si apre con successo

Italia ed estero18 ore fa

Dal 12 al 16 dicembre mobilitazioni nazionali contro la manovra di bilancio: le motivazioni

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento3 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Io la penso così…1 settimana fa

Coredo: «I maiali che mangiavano fango: il veterinario si dimetta»

Trento2 settimane fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Io la penso così…5 giorni fa

Sono fan dei Maneskin…ma quando si esagera non va bene

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento3 giorni fa

Circonvallazione ferroviaria Trento: pian piano la verità viene a galla

Trento3 settimane fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Trento1 settimana fa

Gallerie Martignano: da dicembre saranno attivi gli autovelox

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Le ultime dal Web4 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Meteo2 giorni fa

Da giovedì sera sul Trentino torna la neve anche a quote basse

Trento4 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Val di Non – Sole – Paganella6 giorni fa

Paura nella notte a Cles: a fuoco un’abitazione in zona Spinazzeda

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza