Connect with us
Pubblicità

Politica

L’ultima calata di braghe dei cinque stelle: e altri 4 parlamentari abbandonano il movimento

Pubblicato

-

 

Continuano le defezioni all’interno del movimento cinque stelle che ha ridotto i consensi in soli 12 mesi del 20%. Un crollo inarrestabile che vede ormai vicino all’estinzione un movimento che era arrivato all’apice del successo 2 anni fa.

Dopo l’addio una settimana fa degli eurodeputati Eleonora Evi, Piernicola Pedicini, Rosa D’Amato e Ignazio Corrao arrivano altre pesanti perdite in casa grillina.

Pubblicità
Pubblicità

All’indomani del voto sulla risoluzione di maggioranza riguardante la riforma del Mes, quattro deputati lasciano il Movimento denunciando come siano stati “traditi i valori fondamentali”. Si tratta di Fabio Bernardini, Carlo Ugo De Girolamo, Mara Lapia e Antonio Lombardo. 

Proprio quest’ultimo, tra i 13 che ieri non hanno preso parte al voto, aveva comunicato ai suoi colleghi la decisione. “Ragazzi, per una questione di correttezza e rispetto nei vostri confronti, prima che lo apprendiate dalle agenzie, vi comunico che sto per lasciare il gruppo parlamentare del M5S. Con stima, un abbraccio a tutti”, avrebbe scritto Lombardo.

Un dissenso che già aveva iniziato a manifestarsi nella lettera anti-Mes, scritta insieme ad altri colleghi.

Pubblicità
Pubblicità

Duro il commento di De Girolamo verso il suo ex partito: “Da mesi ormai ‘denunciavo’ la mancanza di ascolto, di condivisione, di sano confronto all’interno del MoVimento. Nessuno si è mai fatto vivo. Al contrario si è perseverato con la logica dell’esclusione. Con questi loro silenzi mi hanno gentilmente accompagnato sull’uscio della porta.

 Quella di ieri poi”, continua De Girolamo riguardo il voto sulla riforma del Mes, “stata solo l’ultima goccia che fa traboccare un vaso pieno di tradimenti dei valori fondamentali del MoVimento 5 Stelle ed esprimendo – con coraggio e liberamente – il mio voto secondo coscienza e fedele al programma con cui sono stato eletto, li ho tolti così dall’imbarazzo di dovermi invitare ad uscire”, conclude.

Dello stesso tono le parole utilizzate da Bernardini per giustificare l’uscita. Riguardo al Mes,noi 13 deputati che abbiamo votato coerentemente con il nostro programma elettorale siamo stati minacciati di espulsione ed emarginati. Il clima è diventato talmente tossico che non mi riconosco più in questa forza politica”, ha spiegato l’ex cinquestelle ora passato al Gruppo Misto.

Per il movimento cinque stelle è l’ultima calata di braghe dopo aver cambiato idea su tutto. Sono ormai lontanissime le parole che contraddistinguevano il movimento: Coerenza, lealtà, onestà, giustizia, equità. Tutto quello che per anni hanno chiesto alla classe politica ora – che sono diventati classe politica – è tutto ciò di cui scarseggiano. Perché, come diceva Casaleggio, se ci sono “gli eletti onesti e leali“, ci sono anche quelli disonesti e incoerenti.

Ma vale la pena di ricordare ancora una volta su cosa hanno cambiato idea i portatori di coerenza e onestà. Praticamente su tutto. E qualcuno non dica che non era  previsto che il movimento cinque stelle sarebbe stato «mangiato» dal PD. Ormai Di Maio e soci sono perennemente a 90 gradi in attesa del colpo del democratici di sinistra.

«Mai con il PD» dice gridando Luigi Di Maio, ma il fascino della poltrona poi gli ha fatto cambiare idea velocemente. «No alle alleanze», per poi allearsi con due movimenti agli antipodi e nel giro di 12 mesi. «No Euro», e grazie al loro voto gli europeisti più convinti sono rimasti al vertice della comunità Europea.

«Mai con gli indagati», si ma quelli degli altri partiti però. «No Tav», e alla fine abbiamo visto come è andata a finire, a protestare sono rimaste solo poche persone dei centri sociali e qualche anarchico che nemmeno sa perché protesta. «No Tap», «No Ilva» e no «F35»: stendiamo un velo pietoso. Ci piacerebbe sapere anche come la pensano su Bibbiano, ma non vogliamo infierire…

«No 3 mandati», e qui la comicità arriva a livelli mitici. «Si Streaming» e si «Impeachment»: senza parole. Ed infine l’ultima calata di braghe di Luigi Di Maio e la banda dei coerenti. «No al Mes, mai». Insomma, «onestà, onestà», ma quella degli altri però. Alla loro ci penseranno alle prossime elezioni

 

 

 

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Affitto con riscatto, un’ottima opportunità per acquistare casa
    Una possibile alternativa per acquistare casa potrebbe essere l’affitto con riscatto. Negli ultimi anni, la mancanza di liquidità, le garanzie delle banche sempre più stringenti e gli alti tassi di intesse, incidono negativamente sull’acquisto di... The post Affitto con riscatto, un’ottima opportunità per acquistare casa appeared first on Benessere Economico.
  • Attivata la seconda sessione di contributi a fondo perduto per Associazioni sportive, come funziona
    Dopo i danni subiti dalle associazioni sportive a causa delle restrizioni dovute all’emergenza covid, il Dipartimento per lo Sport della Presidenza del CdM ha destinato un fondo di 50 milioni per Ssd e Asd. Contributi... The post Attivata la seconda sessione di contributi a fondo perduto per Associazioni sportive, come funziona appeared first on Benessere […]
  • Reddito di libertà, attivata la procedura per l’invio delle domande
    Dopo l’annuncio di qualche mese fa, il reddito di libertà ora è pronto per essere erogato a tutte le donne in difficoltà e vittime di violenza. Reddito di libertà, cos’è La misura che prevede un... The post Reddito di libertà, attivata la procedura per l’invio delle domande appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022
    Manca poco all’arrivo del Bonus idrico che permette di ricevere un rimborso di 1000 euro per chi sostituisce rubinetti di bagno e cucina. Ad oggi anche se sembra tutto pronto per l’avvio della nuova agevolazione,... The post Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo
    Il futuro dell’economia, dovrà evolversi tenendo conto della missione che ormai accomuna tutti gli stati del mondo, la sostenibilità. Di fatto, per avvicinarsi verso un’economia circolare che riduca la produzione dei rifiuti, garantisca uno sviluppo... The post Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo appeared first on Benessere Economico.
  • Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi
    Dopo le difficoltà iniziali, il Bonus terme ha riscontrato un a grande affluenza, tanto da esaurire i fondi nel giro di poche ore. Un boom di adesioni che però ha lasciato milioni di italiani esclusi... The post Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi appeared first on Benessere Economico.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

Categorie

di tendenza