Connect with us
Pubblicità

Alto Garda e Ledro

Arrestata la donna che, insieme a due complici di cui una minorenne, aveva compiuto a Riva del Garda diversi furti in abitazione.

Pubblicato

-

Arrestata a Rovigo B. J. Nata nel 1993 in Lombardia, la donna che era stata identificata dagli uomini del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Riva del Garda quale autrice di diversi furti in appartamento consumati nell’Alto Garda tra il 12 ed il 19 agosto 2020.

L’indagine che era iniziata a seguito di alcuni furti in appartamento avvenuti a cavallo di ferragosto e alla individuazione e denuncia di tre ragazze di etnia rom sorprese, mentre tentavano di forzare un appartamento, partiva dall’assunto che la tecnica utilizzata dagli autori dei furti per introdursi negli appartamenti era compatibile con quanto contestato alle tre donne.

L’indagine, che ha avuto il suo apice nel fermo delle tre donne, era partita dall’aumento significativo dei furti in appartamento, ad agosto, elemento che non era sfuggito all’analisi dei reati che da tempo stava conducendo il Commissariato.

Pubblicità
Pubblicità

Erano, infatti, alcuni giorni che gli uomini della Polizia di Stato di Riva del Garda avevano stretto il cerchio intorno ad alcune zone del centro dove erano stati tentati, ed in un paio di casi realizzati, alcuni furti in abitazione.

La tecnica utilizzata dei malfattori era sempre la stessa. Prendevano di mira le porte senza blindatura e, con una tecnica molto artigianale, forzavano, con un cacciavite, il cilindro dalla serratura e con una chiave-pinza lo spezzavano. Per ultimo, con un supporto di plastica sollevavano il dente di chiusura delle porte ed entravano nelle abitazione.

Come è noto gli eventi criminali tendono a concentrarsi in luoghi specifici del tessuto urbano ed in particolari archi temporali. Partendo da questo assunto, che il Commissariato di Pubblica Sicurezza con l’Arma dei Carabinieri e con il supporto della Polizia Locale aveva stabilito un piano di controllo del centro storico di Riva del Garda, al fine di prevenire i furti e, comunque, nel caso si fossero ripetuti, di intercettarne gli autori.

Pubblicità
Pubblicità

Per tale motivo, dopo aver geo referenziato i fatti reato era stato creato un piano di intervento in caso di furto in atto, confidando, anche, nelle segnalazioni della cittadinanza, primo presidio della sicurezza partecipata.

L’attività era stata coronata da una chiamata di un cittadino che segnalava in centro a Riva del Garda tre ragazze che, poco prima, avevano tentato di forzare la serratura della sua abitazione.

La preziosa informazione era stata dirottata alle pattuglie in servizio in quelle zone e poco dopo le tre ragazze vennero fermate all’interno di tre negozi, mentre tentavano di far perdere le loro tracce.

Condotte al Commissariato di P.S., addosso alle tre erano state rinvenuti e sequestrati: due cacciaviti, una chiave inglese regolabile, 190 euro in contanti, un mazzo di chiave (presumibilmente usate per forzare le porte), un ritaglio di plastica sagomato (generalmente utilizzato per l’apertura delle porte a scatto) e due telefoni cellulari.

Dopo questa prima e fruttuosa attività gli investigatori, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Rovereto, avevano svolto, proprio partendo dal sequestro dei cellulari e dalle analisi delle celle telefoniche, le analisi dei flussi telefonici volte all’individuazione dei probabili autori dei furti avvenuti nel mese di agosto.

I dati così raccolti incrociati con le immagini delle telecamere avevano permesso al Sostituto Procuratore dott. Fabrizio De Angelis, di richiedere, sulla base degli elementi chiari, precisi e concordanti, raccolti dagli Agenti del Commissariato di P.S. di Riva del Garda, al GIP del Tribunale di Rovereto la misura restrittiva della custodia cautelare in carcere, eseguita nella giornata di ieri dai Carabinieri di Castelmassa (Rovigo) in collaborazione con il Commissariato di Riva.

Nei confronti delle tre donne, che dovranno rispondere anche degli altri furti contestati, il Questore Cracovia ha irrogato il Foglio di Via da Riva del Garda, Arco, Torbole e comuni limitrofi.

«Il furto in appartamento – commenta il vice Questore Salvatore Ascione –  rappresenta uno dei delitti più odiosi che possono capitare perché non solo viola l’intimità del cittadino nel luogo che ritiene più caro e sicuro ma, anche, perché viene percepita dalla persona come una lesione di un diritto assoluto. L’essere riusciti ad individuare gli autori e soprattutto essere riusciti a limitarne la libertà personale, rappresenta un piccolo ristoro per coloro che sono state le vittime di tale aggressione ed il segno dell’importante lavoro svolto dalle forze di Polizia».

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Vado a vivere in un faro!
    Quante volte, leggendo Virginia Woolf o Jules Verne, avete fantasticato su come potrebbe essere vivere in un faro con la sola compagnia del vento e del mare? I fari, nell’immaginario collettivo, sono luoghi straordinari al confine fra mito e realtà, unico baluardo di salvezza per i navigatori durante le notti di tempesta. In realtà, senza […]
  • Hotel e Ristorante Villa Madruzzo: dove ricaricare le batterie a pochi chilometri da Trento
    A quattro chilometri dal centro di Trento si trova uno degli hotel più gettonati del momento: Villa Mandruzzo. Complici anche il ristorante e la meravigliosa area benessere, Villa Mandruzzo è presto diventato uno degli hotel più raccomandati tra coloro che vogliono venire a Trento per godersi alcuni giorni di meritato relax o anche solo per […]
  • Viaggio in Grecia, scegli il fascino mistico di Rodi
    La Grecia è uno di quei luoghi da sogno che tutti dovremmo visitare almeno una volta nella vita. Uno di quei paradisi terrestri neanche troppo lontani dall’Italia che con la sua storia, la sua cultura, il paesaggio naturale, incanta tutti, senza distinzione. Dalle città che hanno fatto la storia come la capitale Atene, simbolo dei […]
  • HP Reinvent: arrivano i nuovi PC per lo smart working
    Grandi novità in arrivo da parte di HP, azienda leader nel settore tecnologico. Durante l’attesissimo evento HP Reinvent dedicato ai propri partner, l’azienda ha lanciato nuovi Pc destinati allo smart working. Ma non solo: l’evento è stato utile per svelare tanti nuovi dispositivi e soluzioni per aiutare le aziende ed i professionisti a migliorare la […]
  • Abbigliamento casual uomo, tutte le dritte per non sbagliare
    Tutti pazzi per l’abbigliamento casual che non è solo comodo ma è anche fashion. Non bisogna confondere, infatti, che casual non è il sinonimo di trasandato e di un abbigliamento approssimativo. Non c’è pensiero più sbagliato perché oggi indossare abiti casual vuol dire vestirsi alla moda, in chiave moderna e innovativa, con uno stile senza […]
  • Isola in Irlanda cerca custodi: l’occasione per cambiare stile di vita per sei mesi
    La meta ideale per chi vuole entrare a contatto con la natura più incontaminata, allontanarsi dai ritmi frenetici della città, godendosi contemporaneamente un’esperienza di vita unica, si trova a Great Blasket Island, al largo della costa irlandese, dove è stata data l’opportunità attraverso un annuncio di lavoro, di cambiare stile di vita per sei mesi. […]
  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]

Categorie

di tendenza