Connect with us
Pubblicità

Trento

Maltempo: la situazione delle strade in Trentino alle ore 12.30

Pubblicato

-

Dal primo mattino sono riprese le precipitazioni con quota neve irregolare.

Nelle ultime ore, specie a ovest, nelle valli meno ventilate la quota neve si è progressivamente abbassata fino a circa 400 metri circa.

Si raccomanda di viaggiare con prudenza per possibili tratti particolarmente sdrucciolevoli, soprattutto nelle zone a quote superiori a 800 metri dove sono in attività i mezzi sgombero neve e le frese per completare la pulizia ed i trattamenti invernali delle strade.

Pubblicità
Pubblicità

Si ricorda che dal 15 novembre è in vigore l’obbligo di viaggiare con pneumatici da neve o catene a bordo, montate durante le precipitazioni nevose.

Strade sett 1 – ALTA VALSUGANA
Prestare particolare attenzione lungo la SS 47 della Valsugana per la formazione di localizzati dissesti nella piattaforma stradale dovuti ad infiltrazioni d’acqua;
Chiusura per gli automezzi pesanti complessi con peso maggiore di 7,5 tonn (autotreni e autoarticolati) della SS 350 Folgaria – Val D’Astico tra loc. Carbonare di Folgaria e Lastebasse (confine provinciale).
Nevica a partire da 1200 metri di quota.
Sono caduti circa:

  • Zona Passo Vezzena 60-70 cm.
  • Monte Panarotta parcheggio piste da sci 60 cm. Loc. Compet 15-20 cm con leggera pioggia.
  • Passo del Redebus – Alta Val dei Mocheni 50 cm.

Strade sett 4 – TRENTO – MONTE BONDONE – PAGANELLA
Nulla di particolare da segnalare, nevica a partire da 1000 metri di quota.
Sono caduti circa:

Pubblicità
Pubblicità
  • Altopiano della Paganella 40-50 cm.
  • Monte Bondone in loc. Vason e Viote 80 cm.

Strade sett 8 – ROVERETO – VALLARSA – VALLAGARINA
Chiusa la SS 46 del Monte Pasubio – diramazione Ossario in alta Vallarsa, per pericolo valanghe.
Nevica a partire da 1200 metri di quota.
Sono in corso operazioni di fresatura nelle tratte più in quota.
Sono caduti circa:

  • Passo Coe – (Folgaria) 90 cm
  • Passo Sommo (Folgaria) 60 cm
  • Pian delle Fugazze (Vallarsa) 60 cm
  • Monti Lessini 70 cm
  • San Valentino (Altopiano di Brentonico) 80 cm

Si rammentano infine  le chiusure stagionali fino al confine di provincia, della SP 3 del Monte Baldo da loc. San Valentino e della SP 138 del Passo della Borcola da loc. Incapo a Terragnolo.

Strade sett 5 – VAL DI NON E SOLE
Nel corso del mattino la quota neve si è progressivamente abbassata ed ora nevica su tutto il Settore a partire da quota 350 metri circa.
Strade trattate e percorribili, ad eccezione della SS 42 nel tratto Mostizzolo – Scanna (intersezione con S.P. 6 di Rumo) e della S.P. 57 Cis Livo, chiuse per pericolo caduta piante.
E’ stata chiusa la SS 238 delle Palade nel tratto in provincia di Bolzano.
Nel fondo valle sono caduti circa 40-60 cm; mentre sui passi e nelle valli di Rabbi e Peio si registrano accumuli superiori a 120 cm.
In alta val di Sole già dalla scorsa notte sono in azione le frese per gli allargamenti della carreggiata.
Lungo diverse tratte stradali della val di Non e della bassa val di Sole è in corso il taglio di piante instabili; per questo possono essere richieste brevi interruzioni del traffico, segnalate dal personale sul posto.
Si rammenta la chiusura stagionale della S.P. 14 della valle di Tovel.

Strade sett 6 – VALLI GIUDICARIE – VAL RENDENA
Nelle valli Giudicarie ed in val Rendena nevica da 900 – 1100 metri e piove a quote inferiori.
A Madonna di Campiglio e Passo Campo Carlo Magno da ieri si registrano accumuli di circa 100 cm.
In alta val Rendena sono in azione già dalla notte scorsa anche le frese per l’allargamento della carreggiata.
Dopo il taglio di alcune piante instabili da questa mattina è ripresa la circolazione lungo la SP 236 di Spiazzo e Bocenago e lungo la S.P. 222 del Duron.
Non sono segnalati particolari problemi alla viabilità.

Strade sett 7 – ZONA ALTO GARDA, VAL DI LEDRO E VAL DI GRESTA
Nevica debolmente a partire dai 1200-1400.
Accumuli di circa 45 cm a Passo Bordala, 25 cm a Passo S. Barbara, 60 cm a Tremalzo, 80 cm in loc. Viote di M. Bondone.
Le strade del Settore sono percorribili; nessuna criticità da segnalare.

Strade sett 2 – BASSA VALSUGANA E PRIMIERO
Precipitazioni nevosa in corso da quota superiore a 1400 m. circa.
A quota inferiore pioggia moderata.
Si rammenta la chiusura stagionale della S.P.31 del passo Manghen da località Baessa (km 15+500) a località Ponte Stua nel Comune di Castello-Molina di Fiemme (km 32+500).
Permane la chiusura del passo Rolle sulla SS 50 dal km 87,00 al km 95,00 circa per pericolo valanghe.
Permane la chiusura del passo Brocon sulla SP 79 dal km 18,000 al km 29,200 circa (parcheggi impianti da sci) per pericolo valanghe.
Neve caduta da inizio perturbazione: passo Rolle (SS 50) 90/100 cm; San Martino di Castrozza 70/80 cm; passo Brocon (SP 79) 60/70 cm; passo Cereda (SS 347) 50/60 cm; passo Manghen (SP 31) 50 cm, loc. Sella di Borgo Valsugana (SP40) caduti 15/20 cm;
Non sono segnalate criticità per il transito veicolare, si raccomanda prudenza e attrezzature invernali montate.

Strade sett 3 – VALLI DI FIEMME E FASSA
Precipitazioni nevosa in corso da quota superiore a 600 m. circa.
Permane la chiusura dei passi per pericolo valanghe: passo Fedaia sulla SS 641 dal km 11,500 in loc. Diga al km 14,200 (confine con la provincia di Belluno); passo Sella sulla SS 242 dal km 35 in loc. Pian Schiavaneis al km 30,900 (confine con provincia di Bolzano); passo Pordoi sulla SS 48 al km 76,400 in provincia di Belluno.
Neve caduta da inizio perturbazione: passo Lavazè (SS 620) 50/60 cm; passo Costalunga (SS 241), passo Fedaia (SS 641), passo Sella (SS 242), passo Pordoi (SS 48) e passo San Pellegrino Passo (SS 346) 70/80 cm; passo Valles (SP 81) e passo Rolle (SS 50) 90/100 cm; nel fondovalle 10/20 cm.
Non sono segnalate criticità per il transito veicolare, si raccomanda prudenza e attrezzature invernali montate.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]

Categorie

di tendenza