Connect with us
Pubblicità

Trento

Nuovo Dpcm: regioni furibonde con il governo

Pubblicato

-

Regioni furibonde con il governo dopo l’emanazione del nuovo Dpcm presentato ieri sera in conferenza stampa.

Per quanto riguarda il confronto con il Governo, le Regioni e Province autonome hanno preso atto innanzitutto del nuovo dpcm, contestando il fatto che le decisioni assunte non siano state oggetto di un confronto interistituzionale.

Di conseguenza, non si è tenuto conto delle richieste delle Regioni, soprattutto relativamente alle limitazioni agli spostamenti dal 21 dicembre al 6 gennaio. Le Regioni hanno chiesto spiegazioni anche riguardo alle limitazioni alla mobilità nei giorni di Natale, Santo Stefano e Capodanno, rilevando che non è ragionevole non tenere conto delle diverse dimensioni dei Comuni interessati.

Pubblicità
Pubblicità

Ciò con riguardo sia alle limitazioni oggettive poste alle visite ai propri cari sia a quelle che impattano sulla eventuale gestione di attività economiche, come i ristoranti.

“Il Governo ha preso un decreto ieri sera, legittimo, ma ci sarebbe piaciuto condividerlo di più, discuterlo”, questo il commento del Governatore dell’Emilia Romagna Bonaccini presidente delle regioni. “Magari non si trovava la condivisione perché sul tema degli spostamenti, posto che parliamo di tre giornate anche nelle zone gialle, cioè Natale, Santo Stefano e Capodanno e posto che capiamo e siamo d’accordo che bisogna non fare circolare troppo le persone per non far passare il contagio, il timore che abbiamo è che c’è un tema sociale, è che una norma che vieta lo spostamento addirittura tra comuni e nemmeno dentro le province rischia di favorire la possibilità di ritrovarsi nelle città e di isolare chi vive in un piccolo comune magari a un chilometro di distanza”, 

Le Regioni hanno anche sollevato altri due punti. Il primo è naturalmente quello dello sci. L’apertura degli impianti è prevista per il 7 gennaio, previa l’approvazione da parte del Governo delle nuove linee guida predisposte dalle Regioni. “Abbiamo chiesto – ha detto Fugatti – rassicurazioni sull’approvazione da parte del Comitato Tecnico Scientifico di queste linee guida, che abbiamo trasmesso al Governo già alcune settimane fa. Il premier Conte ha detto che ciò avverrà a breve”.

Pubblicità
Pubblicità

E’ stato poi posto il tema dei paesi confinanti con l’Italia che potrebbero aprire gli impianti sciistici. Il ministro Boccia ha garantito che in Francia, Spagna e Germania non apriranno, in Svizzera il dibattito è ancora in corso, mentre in Austria si  ragiona su alberghi chiusi e impianti aperti (quindi soprattutto ai residenti). In Italia si sta pensando ad imporre una quarantena di 14 giorni ( la misura è presente nel novo dpcm) per gli italiani che si recassero in Austria, analoga a quella per coloro che rientrano da paesi extraeuropei. “Ma noi auspichiamo che l’Austria chiuda, in una ottica di reciprocità”, ha sottolineato Fugatti.

Per quanto riguarda la scuola, le Regioni hanno chiesto la possibilità, per quelle che lo desiderassero, di poter aprire in via sperimentale anche prima della pausa natalizia, previo accordo con il Governo. Domani intanto vi sarà la nuova classificazione settimanale delle Regioni in base alla batteria di 21 indicatori utilizzata dall’Istituto superiore di sanità. In Trentino l’Rt è in leggero calo, da 0,9 a 0,83, e questo vale anche per l’Rt ospedalizzazioni, indice più “problematico”, da 1,11 a 0,95.

L’assessore al turismo Roberto Failoni ha chiarito che perdere il Natale, per la stagione invernale, è come perdere l’agosto per la stagione estiva. “Tuttavia ora come ora  è importante soprattutto avere delle certezze – ha aggiunto – sia per gli operatori economici che per i lavoratori. L’apertura prevista per il 7 gennaio è collegata all’approvazione del protocollo presentato dalle Regioni al Governo, e bene hanno fatto  le Regioni oggi ad insistere in questo senso. Ora si pone il problema del personale, e inizieremo ad affrontarlo fin da domani. Sul tema ristori, parlare oggi di una cifra non sarebbe corretto. Tutti chiaramente auspicano di avere ristori pari a quelli dell’Austria e della Germania, di circa 75-80%. In realtà per l’Italia, vista la situazione del paese, il 30% potrebbe essere già  una percentuale interessante”.

Ci si potrà spostare fra Trentino e Alto Adige prima del 6 gennaio? No, non si potrà perché sono comparate alle regioni.

Decadono, invece, a partire da oggi alcune limitazioni legate a precedenti ordinanze provinciali, che imponevamo maggiori restrizioni in Trentino rispetto a quelle previste per altre le zone gialle in Italia. Fra queste, il divieto per gli esercizi commerciali di apertura nei giorni di domenica, prefestivi e festivi.

Su questo tema però è previsto un ulteriore scontro con il governo che ha deciso di tenere chiuso i centri commerciali.

Per quanto riguarda le mascherine, il decadimento di un’ordinanza provinciale del 14 novembre scorso fa sì che non sia più obbligatoria la mascherina indossata sempre, quando si esce di casa, anche se si è da soli e in un luogo non frequentato da altre persone: si torna quindi alla regola nazionale, che prevede comunque l’obbligatorietà dell’uso della mascherina, quando all’esterno si incrocino altre persone. Di conseguenza, la mascherina dovrà essere comunque sempre portata con sé.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]
  • Treni con cupole in vetro: l’esperienza di lusso per diventare i veri protagonisti del viaggio
    Se è vero che l’aereo rimane il mezzo di trasporto preferito da chi deve fare viaggi lunghi, è altrettanto evidente che i viaggiatori hanno riscoperto i numerosi vantaggi del trasporto su rotaia. Entrando nel cuore di ogni città, costeggiando i litorali e attraversando vallate e montagne, il treno ha la capacità di resuscitare il vero […]

Categorie

di tendenza