Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Nuovo Dpcm misure Natale, vietati gli spostamenti fra le regioni. Chiuse fino al 7 di gennaio le piste di sci

Pubblicato

-

Il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto legge (che è già pubblicato sulla gazzetta ufficiale) che ha fatto da cornice al nuovo Dpcm che il premier Giuseppe Conte ha presentato in conferenza stampa stasera alle 20.15.

Il nuovo Dpcm, firmato dopo numerosi confronti avuti oggi con i presidenti delle regioni, è stato maturato in disaccordo sulle restrizioni con molte regioni che sono pronte a dare battaglia. Le misure del provvedimento sono tese ad evitare il ritorno di una possibile terza ondata in un momento dove il vaccino sempre molto vicino. In Gran Bretagna si comincerà a distribuirlo dalla prossima settimana, in Russia ieri è cominciata la vaccinazione a tappeto.

Lo stesso Maurizio Fugatti nella conferenza stampa sui dati Covid, pur non facendo polemiche, si è mostrato piuttosto nervoso quando alcuni giornalisti gli hanno posto delle domande sul confronto con il governo. «Non faccio polemiche – ha detto a denti stretti Fugatti – anche ne avrei da dire molte a riguardo»

Pubblicità
Pubblicità

Le Regioni hanno anche sollevato altri due punti. Il primo è naturalmente quello dello sci. L’apertura degli impianti è prevista per il 7 gennaio, previa l’approvazione da parte del Governo delle nuove linee guida predisposte dalle Regioni. “Abbiamo chiesto – ha detto Fugatti – rassicurazioni sull’approvazione da parte del Comitato Tecnico Scientifico di queste linee guida, che abbiamo trasmesso al Governo già alcune settimane fa. Il premier Conte ha detto che ciò avverrà a breve”.

E’ stato poi posto il tema dei paesi confinanti con l’Italia che potrebbero aprire gli impianti sciistici. Il ministro Boccia ha garantito che in Francia, Spagna e Germania non apriranno, in Svizzera il dibattito è ancora in corso, mentre in Austria si  ragiona su alberghi chiusi e impianti aperti (quindi soprattutto ai residenti).

Ma passiamo alle misure del nuovo Dpcm che saranno in vigore dal 4 di dicembre fino al 6 di gennaio 2021

Pubblicità
Pubblicità

Natale e Capodanno dovremo passarli dentro i confini comunali, infatti nei giorni 25 e 26 dicembre e il primo di gennaio sarà vietato spostarsi dal proprio comune. 

Dal 21 dicembre al 6 gennaio ci sarà il blocco degli spostamenti tra tutte le regioni e le province (quindi non è possibile spostarsi a Bolzano) e il divieto di raggiungere le seconde case. Gli spostamenti saranno possibili solo per lavoro, salute e “situazioni di necessità”, oltre che per tornare nella propria residenza, domicilio o abitazione.

Rimane il coprifuoco dalle 22.00 alle 5.00 del mattino, esteso nella notte dell’ultimo dell’anno fino alle 7 del mattino. Tutti coloro che arrivano in Italia dai paesi extra Schengen dovranno rimanere in quarantena per 14 giorni presso l’abitazione o la dimora indicata.

I ristoranti saranno aperti per pranzo il giorno di Natale, santo Stefano e il primo dell’anno. Ma solo per 6 persone ogni tavolo, che dovranno essere obbligatoriamente parenti di primo grado. In casa i commensali attorno al tavolo dovranno essere massimo 10, (ma questa è una raccomandazione). A questo proposito il premier ha raccomandato di non invitare in casa degli sconosciuti. Mentre negli alberghi il cenone di capodanno dovrà essere consumato solo in camera.

In Trentino, se rimane in zona gialla, ricordiamo che i ristoranti potranno rimanere aperti fino alle 18.00 tutti i giorni. Il Dpcm prevede la chiusura dei negozi (ad eccetto di farmacie e supemercati) e dei centri commerciali. È qui c’è lo scontro con il presidente del Trentino Fugatti che invece ha spiegato che rimarranno aperti da sabato prossimo anche la domenica. 

Confermato lo stop alle lezioni in presenza alle superiori fino al 7 gennaio. Le piste di sci rimarranno chiuse fino al 6 gennaio e saranno vietate le crociere fino a dopo la Befana. 

A partire da quella data, la bozza del dpcm (in vigore fino al 15 gennaio) prevede che ritornerà in classe il 50% degli studenti delle superiori. “Le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado – si legge – adottano forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica in modo che il 100 per cento delle attività sia svolta tramite il ricorso alla didattica digitale integrata e che, a decorrere dal 7 gennaio 2021, al 50 per cento della popolazione studentesca sia garantita l’attività didattica in presenza”.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]
  • Treni con cupole in vetro: l’esperienza di lusso per diventare i veri protagonisti del viaggio
    Se è vero che l’aereo rimane il mezzo di trasporto preferito da chi deve fare viaggi lunghi, è altrettanto evidente che i viaggiatori hanno riscoperto i numerosi vantaggi del trasporto su rotaia. Entrando nel cuore di ogni città, costeggiando i litorali e attraversando vallate e montagne, il treno ha la capacità di resuscitare il vero […]

Categorie

di tendenza