Connect with us
Pubblicità

Telescopio Universitario

Luca Tiberi vince l’embo young Investigators Award

Pubblicato

-

Era dal 2016 che nessun italiano entrava nella prestigiosa lista dei migliori scienziati under 40. Una assenza dai palcoscenici internazionali che è stata colmata quest’anno da Luca Tiberi, team leader dell’Armenise Harvard Laboratory of Brain Disorders and Cancer dell’Università di Trento e professore al Dipartimento Cibio dell’Ateneo trentino, fresco vincitore dell’EMBO Young Investigators 2020.

«Questo premio dimostra che anche in Italia con finanziamenti adeguati si possono raggiungere obiettivi di alto livello» dichiara Luca Tiberi. «Purtroppo la maggior parte dei finanziamenti che abbiamo ricevuto vengono da donazioni di privati: Armenise Harvard Foundation, AIRC e CARITRO. Penso che, per rafforzare la competitività della nostra ricerca di base a livelli europei, si debba innanzitutto pensare anche a finanziamenti pubblici commisurati all’importanza del ruolo della ricerca (ad esempio con bandi più strutturati e regolari, eliminazione dell’IVA, ecc.). In secondo luogo, abbiamo bisogno di dare un nuovo impulso al mecenatismo, in cui il contributo pubblico è integrato da capitali privati incentivati da una tassazione agevolata».

La vittoria del premio permetterà ora a Tiberi e al suo team di ricerca all’Università di Trento di potenziare gli studi sugli organoidi, che in futuro potrebbero permettere di produrre una grande quantità di tumori in laboratorio a costi ridotti, effettuando così screening ampi per valutare nuove terapie.

Pubblicità
Pubblicità

Il team di ricerca guidato da Tiberi, infatti, ha recentemente ottenuto importanti risultati nello studio dei tumori al cervello. In particolare, utilizzando gli organoidi creati in laboratorio, ha scoperto un importante meccanismo all’origine del medulloblastoma, il cancro cerebrale più comune in età pediatrica e presente anche negli adulti.

La carriera di un under40 dalle grandi prospettive – Dopo una laurea in Biotecnologie Mediche all’Università di Bologna e un dottorato di ricerca in Oncologia Molecolare all’Università di Trieste, Luca Tiberi si è trasferito a Bruxelles, dove ha lavorato sui tumori cerebrali nel laboratorio di Pierre Vanderhaeghen. È rimasto in Belgio quasi 8 anni, durante i quali si è specializzato sulla tecnologia alla base dello sviluppo degli organoidi cerebrali, ovvero ‘cervelli in provetta’ per studiare i meccanismi alla base del cancro al cervello.
Nel 2016 ha vinto il Career Development Award (CDA) della Fondazione Armenise Harvard, che finanzia la ricerca di base in campo biomedico alla Harvard Medical School di Boston e in Italia. Il grant CDA offre fino a un milione di dollari per un periodo compreso tra 3 e 5 anni, e ad oggi ha supportato 27 giovani scienziati per fondare il proprio laboratorio di ricerca in Italia. Dopo essersi aggiudicato il CDA 2016, Luca Tiberi è rientrato in Italia e ha istituito l’Armenise Harvard Laboratory of Brain Disorders and Cancer al Dipartimento Cibio dell’Università di Trento.

Nel 2018 Luca Tiberi si è aggiudicato il My First AIRC Grant, finanziato dalla Fondazione AIRC per la Ricerca sul Cancro. Ancora, nel 2019 ha vinto un finanziamento della Fondazione CARITRO per la creazione di nuovi organoidi di cervello e polmone.

Pubblicità
Pubblicità

Già il terzo! – Questo premio è anche un riconoscimento indiretto al lavoro della Fondazione Armenise Harvard, che attraverso il programma Career Development Award (CDA) attira in Italia giovani scienziati per istituire nuovi gruppi di ricerca in campo biomedico in vari centri di eccellenza italiani. Luca Tiberi, infatti, è il terzo CDA (sui 28 vincitori complessivi) vincitore dell’EMBO Young Investigators Award.

Il Career Development Award Program fornisce 200mila dollari all’anno per 3-5 anni, ai giovani scienziat/e per istituire un proprio laboratorio presso un istituto ospitante in cui possano condurre ricerche indipendenti nel campo delle scienze biologiche.

Ad oggi, la Fondazione Armenise-Harvard ha sostenuto 28 giovani scienziati che oggi che guidano più di 200 ricercatori e ricercatrici tra loro nei loro gruppi

Dal loro arrivo in Italia, gli Armenise-Harvard Career Development Awardees hanno prodotto più di 580 articoli pubblicati su riviste scientifiche peer-reviewed con un’alta media di citazioni per articolo. Hanno un indice medio h-index di 21,8 (range da 8 a 42).

Inoltre, hanno raccolto un totale di oltre 56 milioni di euro in borse di studio aggiuntive, tra cui dieci prestigiose borse del Consiglio Europeo delle Ricerche e uno dei due soli Howard Hughes Medical Institute International Early Career Scientist Awards assegnati a scienziati italiani nel 2012.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]
  • Treni con cupole in vetro: l’esperienza di lusso per diventare i veri protagonisti del viaggio
    Se è vero che l’aereo rimane il mezzo di trasporto preferito da chi deve fare viaggi lunghi, è altrettanto evidente che i viaggiatori hanno riscoperto i numerosi vantaggi del trasporto su rotaia. Entrando nel cuore di ogni città, costeggiando i litorali e attraversando vallate e montagne, il treno ha la capacità di resuscitare il vero […]

Categorie

di tendenza