Connect with us
Pubblicità

Spazio Corazza

Le scelte di «Futura» e la mobilità futura a Trento

Pubblicato

-

Si è istituzionalmente conclusa la vicenda legata al gruppo di Futura all’interno dei consigli provinciali e comunali.

Le dimissioni del consigliere Ghezzi hanno visto il subentrante Zanella interpretare fin troppo bene il concetto di mobilità e transizione espressi nell’assessorato che rappresentava dato che in poco più di un mese ha messo in pratica uno spostamento finora mai visto.

Il Sindaco ha dovuto sbrogliare una matassa inaspettata e lo ha fatto in brevissimo tempo ma alcune situazioni meritano di essere sottolineate. Il risultato delle elezioni aveva semplificato di molto la vita a colui che avrebbe dovuto distribuire gli assessorati perché le preferenze personali emerse erano molto ben distribuite tra le varie liste che lo sostenevano e anche le preferenze di genere gli hanno permesso di costituire una Giunta con all’interno una folta rappresentanza femminile.

Restavano quindi le deleghe da assegnare e quella importante legata alla mobilità, alla transizione ecologica, partecipazione e beni comuni venne affidata al neo-consigliere Zanella le cui competenze lavorative si trovano in ambito sanitario mentre le personali sensibilità portano ai diritti delle minoranze e inclusione sociale. Ci era però stato detto che ci avrebbe stupito e sarebbe stato anche bello vedere qualcuno che con l’entusiasmo potesse sopperire ad alcune carenze.

La situazione venutasi a creare ha visto però un cambio di rotta importante e poco evidenziato perché in pochi giorni si è passati da un giovane alle primissime esperienze a un esperto navigato del settore.

Forse in questo breve lasso di tempo il Sindaco si era già potuto rendere conto che questo assessorato avesse particolare bisogno di competenze e la precedente assegnazione fu un errore da questo punto di vista.

Il fatto di individuare un tecnico ha inoltre subito tolto ogni velleità di rivendicazione del posto ad altre liste e quindi la scelta è da intendersi anche da un punto di vista di equilibri politici.

E’ bene ricordare che, pur nella visione di tecnico, l’Ing. Facchin è stato candidato alle ultime elezioni comunali per la città di Bolzano nella lista Volt, PSI e +Bolzano raccogliendo una ventina di voti.

Purtroppo sappiamo ormai molto bene che raramente le competenze vengono premiate dai voti. Aver quindi scelto una figura conosciuta ed esperta ha messo subito a tacere ogni possibile dissenso ma non può sfuggire che il significato intrinseco di questa scelta sia stato anche questo.

Ora abbiamo alla transizione ecologica un protagonista dell’interramento della ferrovia che prevede cantieri per oltre 10 anni in tutta la città. Val bene ricordare che con il bypass ferroviario tutti i treni merci, che sono i più rumorosi e spesso con orari notturni, saranno comunque tolti dal passaggio in centro città. Il passaggio sui due chilometri interrati riguarderebbe soltanto i treni passeggeri.

Di fronte a scelte di questo tipo devono essere ben ponderate tutte le situazioni e non lasciarsi ammaliare soltanto da alcuni aspetti. La visione di città deve essere vista con conoscenza, condivisione, realismo, ambizione e visione ma anche con un obiettivo senso di valutazione tra lati positivi e negativi.

Troppi errori sono stati fatti e pochissime le azioni per rimediarvi. Ricordiamo a tal proposito anche l’area ex sloi che ha visto crescere una nuova parte di città disarmonica tutt’attorno ad essa per non aver mai voluto/potuto affrontare l’intervento di bonifica. Anche questo sarebbe un fondamentale passo di transizione ecologica e chissà mai che gli scavi per il tanto desiderato interramento possano coincidere con gli scavi necessari per il recupero di questa area.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]
  • Treni con cupole in vetro: l’esperienza di lusso per diventare i veri protagonisti del viaggio
    Se è vero che l’aereo rimane il mezzo di trasporto preferito da chi deve fare viaggi lunghi, è altrettanto evidente che i viaggiatori hanno riscoperto i numerosi vantaggi del trasporto su rotaia. Entrando nel cuore di ogni città, costeggiando i litorali e attraversando vallate e montagne, il treno ha la capacità di resuscitare il vero […]

Categorie

di tendenza