Connect with us
Pubblicità

Spazio Corazza

Le scelte di «Futura» e la mobilità futura a Trento

Pubblicato

-

Si è istituzionalmente conclusa la vicenda legata al gruppo di Futura all’interno dei consigli provinciali e comunali.

Le dimissioni del consigliere Ghezzi hanno visto il subentrante Zanella interpretare fin troppo bene il concetto di mobilità e transizione espressi nell’assessorato che rappresentava dato che in poco più di un mese ha messo in pratica uno spostamento finora mai visto.

Il Sindaco ha dovuto sbrogliare una matassa inaspettata e lo ha fatto in brevissimo tempo ma alcune situazioni meritano di essere sottolineate. Il risultato delle elezioni aveva semplificato di molto la vita a colui che avrebbe dovuto distribuire gli assessorati perché le preferenze personali emerse erano molto ben distribuite tra le varie liste che lo sostenevano e anche le preferenze di genere gli hanno permesso di costituire una Giunta con all’interno una folta rappresentanza femminile.

Restavano quindi le deleghe da assegnare e quella importante legata alla mobilità, alla transizione ecologica, partecipazione e beni comuni venne affidata al neo-consigliere Zanella le cui competenze lavorative si trovano in ambito sanitario mentre le personali sensibilità portano ai diritti delle minoranze e inclusione sociale. Ci era però stato detto che ci avrebbe stupito e sarebbe stato anche bello vedere qualcuno che con l’entusiasmo potesse sopperire ad alcune carenze.

La situazione venutasi a creare ha visto però un cambio di rotta importante e poco evidenziato perché in pochi giorni si è passati da un giovane alle primissime esperienze a un esperto navigato del settore.

Forse in questo breve lasso di tempo il Sindaco si era già potuto rendere conto che questo assessorato avesse particolare bisogno di competenze e la precedente assegnazione fu un errore da questo punto di vista.

Il fatto di individuare un tecnico ha inoltre subito tolto ogni velleità di rivendicazione del posto ad altre liste e quindi la scelta è da intendersi anche da un punto di vista di equilibri politici.

E’ bene ricordare che, pur nella visione di tecnico, l’Ing. Facchin è stato candidato alle ultime elezioni comunali per la città di Bolzano nella lista Volt, PSI e +Bolzano raccogliendo una ventina di voti.

Purtroppo sappiamo ormai molto bene che raramente le competenze vengono premiate dai voti. Aver quindi scelto una figura conosciuta ed esperta ha messo subito a tacere ogni possibile dissenso ma non può sfuggire che il significato intrinseco di questa scelta sia stato anche questo.

Ora abbiamo alla transizione ecologica un protagonista dell’interramento della ferrovia che prevede cantieri per oltre 10 anni in tutta la città. Val bene ricordare che con il bypass ferroviario tutti i treni merci, che sono i più rumorosi e spesso con orari notturni, saranno comunque tolti dal passaggio in centro città. Il passaggio sui due chilometri interrati riguarderebbe soltanto i treni passeggeri.

Di fronte a scelte di questo tipo devono essere ben ponderate tutte le situazioni e non lasciarsi ammaliare soltanto da alcuni aspetti. La visione di città deve essere vista con conoscenza, condivisione, realismo, ambizione e visione ma anche con un obiettivo senso di valutazione tra lati positivi e negativi.

Troppi errori sono stati fatti e pochissime le azioni per rimediarvi. Ricordiamo a tal proposito anche l’area ex sloi che ha visto crescere una nuova parte di città disarmonica tutt’attorno ad essa per non aver mai voluto/potuto affrontare l’intervento di bonifica. Anche questo sarebbe un fondamentale passo di transizione ecologica e chissà mai che gli scavi per il tanto desiderato interramento possano coincidere con gli scavi necessari per il recupero di questa area.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob
    Il fenomeno criptovalute è così attuale e crescente, tanto da spingere il numero uno della Consob, Paolo Savona a lanciare un’allarme sulla situazione. La similitudine tra criptovalute e mutui subprime Savona infatti, ha dedicato un... The post Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta
    Il vecchio Bonus Renzi da 80 euro si evolve e diventa un Bonus Irpef da 100 euro. Con l’ultima legge di Bilancio infatti, vengono riviste le regole e il nome del vecchio bonus. A chi... The post Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta appeared first on Benessere Economico.
  • Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste
    Il Governo potrebbe estendere l’esenzione Imu, ampliando la categoria di soggetti che non saranno tenuti a versare la prima rata. Imu 2021, chi rientra nell’esenzione Un nuovo emendamento al Decreto Sostegni Bis potrebbe andare incontro... The post Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste appeared first on Benessere Economico.
  • P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti
    I ritardi, tipici della Pubblica Amministrazione potrebbero presto diventare un lontano ricordo. La notizia è stata raccontata dai dati diffusi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze riguardo i tempi medi impiegati durante l’anno 2020 dallo... The post P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti appeared first on […]
  • Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità
    Con le riaperture torna anche il Bonus Sanificazione e DPI anche per il 2021 per una ripartenza in sicurezza. Il Decreto Sostegni bis ripropone l’agevolazione per i titolari di partita Iva, seppur in una percentuale... The post Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità appeared first on Benessere Economico.
  • Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto
    Con l’arrivo delle nuove agevolazioni a fondo perduto per le partite Iva, scattano anche le regole per l’accesso al contributo. Le agevolazioni Le nuove attività ed imprese economiche hanno diritto ad un contributo a fondo... The post Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce il primo superstore senza casse: Amazon conquista con l’innovazione
    All’interno dell’immensa panoramica della distribuzione organizzata, mette piede con estrema originalità il colosso Amazon che, potenziando ulteriormente la sua offerta apre il primo negozio senza cassa. Dall’idea senza dubbio originale e molto innovativa nasce un Fresh store in cui i clienti possono fare comodamente la spesa e uscire direttamente dalla corsia dedicata: “ senza pagare”. […]
  • Valentino dice addio alle pellicce e corre alla ricerca di nuovi materiali
    Mentre a Parigi sfila l’alta moda,  la maison di Valentino si esibisce virtualmente a Roma a Galleria Colonna. Il contrasto tra sontuosità del luogo ed il minimalismo della collezione è netto e per la prima volta uomo e donna sfilano insieme, una moda che non ha bisogno di definizione. Una sfilata che racconta la celebrazione […]
  • Il futuro del mercato immobiliare passa dalla casa in legno: un’abitazione con molti vantaggi
    Il futuro del mercato immobiliare potrebbe spostarsi dal mattone ad un materiale tanto semplice quanto resistente e sostenibile, come il legno. In particolare, il legno è il materiale per eccellenza alleato della sostenibilità ambientale perché aiuta a raggiungere al meglio l’autosufficienza energetica, permettendo di ridurre gli sprechi. Infatti, grazie alla sua elevata capacità di isolare […]
  • Hotel Chalet Mirabell: lo spirito di Merano!
    Nell’esclusivo Hotel a 5 stelle Chalet Mirabell ad Avelengo vicino Merano è possibile trascorrere le giornate più belle dell’anno tra lusso e naturalezza alpina, ampi spazi aperti e natura incontaminata. “Qualche anno fa la nostra passione ci ha portati a trasformare il nostro residence alpino da 16 camere nell’hotel 5 stelle Mirabell in Alto Adige. Abbiamo […]

Categorie

di tendenza